Questo sito contribuisce
all'audience di

 

Seguici:

Alimentazione nei Bambini: la Dieta Giusta da 0 a 10 anni, Consigli Pratici

Quale deve essere la dieta nei bambini?

Alessandra Albanese

di Alessandra Albanese

05 Maggio 2014

La forma fisica dell’individuo viene principalmente influenzata da un corretto stile di vita alimentare.

E questo fin dal primo giorno di vita di ognuno di noi.

La crescita infatti, a meno di individui con patologie, dipende principalmente da come è stata corretta l’alimentazione del bambino durante il suo primo anno di vita, in gran parte anche dall’allattamento che ha ricevuto.

Il peso del bambino diviene doppio intorno ai 4 mesi di vita, triplo nei primi 12, e aumenta progressivamente durante la crescita.

Quale deve essere la dieta giusta per i bambini?

 

In genere le tappe dello sviluppo del bambino coincidono anche con la variazione dell’alimentazione: Dopo il terzo mese le ghiandole salivari aiutano il piccolo nell’atto dell’ingoiare: questo è il momento per passare dall’allattamento assoluto all’introduzione di biscotti frullati.

Intorno ai cinque-sei mesi fanno capolino i primi denti, ed ecco che il bambino è pronto per la masticazione, azione che completerà intorno al settimo mese, momento in cui saprà articolare la mandibola, e conseguentemente poi la parola.

Da qui in poi inizia la fase dello svezzamento che porterà il bambino ad assumere gradualmente tutti i cibi degli adulti.

Un giusto apporto di nutrimenti da adesso consentirà un corretto sviluppo ponderale del bambino:

La dieta ideale deve essere costituita dal 40% di carboidrati, 30-35% di proteine e grassi, dal 10% di zuccheri e da vitamine e Sali minerali.

Non bisogna dimenticarsi inoltre di un altro aspetto, ovvero l’idratazione.

Già da piccoli, intorno ai 6 anni è importante insegnare a bere un litro e mezzo di acqua al giorno,e a mangiare molta frutta e verdura, che garantiscono un corretto apporto di Sali e vitamine.

In breve, già durante l’età scolare l’alimentazione del bambino può essere equiparata a quella di un adulto, salvo che per le quantità, che dovranno essere commisurate all’età e alla conformazione del piccolo.

Leggi anche

Seguici