Questo sito contribuisce
all'audience di

 

Seguici:

Spot Scandalo per la Festa della Mamma: Quello che Fa la Ragazza nel Video è Veramente Troppo

Lo spot per la Festa della Mamma che sciocca e indigna il web

Federica Federico

di Federica Federico

07 Maggio 2014

spot festa mamma

La maternità è per le donne più di un desiderio: essa è un’esigenza, un istinto e un attitudine.

La donna è mamma per natura, così fiorendo e generando la vita realizza lo scopo per cui il suo corpo segue e imita i cicli della terra, rintraccia il suo istinto e permette al mondo di rinnovarsi attraverso il miracolo di nuove nascite.
Insomma la maternità è per la donna un richiamo naturale.
Tale richiamo diventa insistente, forte, serio e quasi irresistibile intorno ai 30, quando l’orologio biologico e la maturità emotiva sono abbastanza avanti da “imporre” alla donna la scelta di diventare mamma.

Recentemente si è tornati a discutere sul rapporto tra procreazione e scelta femminile, un dibattito delicato sull’aborto ha interessato la società civile europea.

Da un punto di vista sociologico e psicologico (oltre che da un punto di vista squisitamente fisico) è oramai acquisito il concetto che la donna deve poter disporre del proprio corpo e deve poterlo fare anche rispetto alla decisione di portare avanti una gravidanza. In altre parole il coinvolgimento fisico ed emotivo totale della donna nella gravidanza fa sì che alla mamma e solo alla mamma spetti la possibilità di decidere circa una eventuale interruzione della gestazione (ovviamente ammettendo l’aborto solo nel rispetto dei limiti di legge stabiliti da ciascuno Stato a tutela della salute delle gestanti).

Questo che vi proponiamo oggi è però un video da guardare e commentare, il suo significato va oltre il potere della donna di decidere del proprio corpo in caso di gravidanza.

Lo spot che sta facendo discutere il web va oltre il potere della donna di disporre del proprio corpo e di decidere circa l’aborto e (forse provocatoriamente) insinua il sospetto che la donna, assecondando il richiamo della maternità, possa anche decidere quando rimanere incinta “ingannando” il partner. Nello spot infatti la protagonista, dopo aver simulato un pancione fiorente con un cuscino infilato sotto il vestito, buca con uno spillo un blister di preservativi.

L’ironia dello spot si perde tutta nel momento in cui la ragazza, dopo essersi ammirata in un gioco da donna incinta, passa dall’immaginazione romantica alla realtà ingannevole e buca i preservativi.

La paternità quanto la maternità deve essere una scelta ed il papà ha, alla stessa stregua della mamma, il diritto di decidere quando mettere al mondo un figlio.

In questo senso il messaggio dello spot diventa poco condivisibile.

Guarda il video e lascia un commento: “Tu cosa ne pensi?

 

Leggi anche

Seguici