Questo sito contribuisce
all'audience di

 

Seguici:

Incubo Pidocchi con la Riapertura delle Scuole

Quello che si può fare contro l'incubo pidocchi.

Gioela Saga

di Gioela Saga

11 Settembre 2015

Con la riapertura delle scuole ritorna per molte famiglie l’incubo pidocchi, naturalmente per questi sgraditi insetti è un terreno fertile, fatto da molte teste invitanti che passano molte ore insieme e possono facilmente farli proliferare. Vi sono molte strategie da mettere in atto per poter prevenire la loro diffusione, vediamo le più efficaci.

Incubo pidocchi, cosa fare:

incubi pidocchi scuola

So già che, come me, molti di voi, avranno già iniziato a grattarsi la testa e a sentire un brivido scorrere lungo la schiena, è normale quando si parla di pidocchi. Questi insetti hanno il potere di agire anche sulla nostra impressionabilità ma sono decisamente degli ospiti antipatici e sgraditi.

Molte mamme di bambini che frequentano nidi, asili e scuole sanno bene di cosa si tratta e spesso si sono trovate a combattere contro questo nemico infestante e minuscolo.

Oramai è risaputo che i pidocchi non hanno nulla a che fare con l’igiene, anzi sono meno propensi ad andare sul capello sporco e scivoloso mentre prediligono il capello pulito su cui possono meglio deporre le loro uova. Ci sono tendenzialmente persone più esposte, ad esempio i pidocchi albergano maggiormente sui bambini proprio perché è più facile che ci sia il contatto tra le loro teste.

Questi animaletti infatti non volano e non saltano ma devono migrare da una testa all’altra con le loro zampette, dunque bisogna che ci sia un contatto.

In altri casi si tratta di una predisposizione più fisiologica, pare che ci siano dei legami tra i pidocchi e Ph della cute e le secrezioni derivanti. Dunque alcune persone attirerebbero maggiormente gli insetti e altri sarebbero meno graditi, per questo si sono diffuse anche fialette e ritrovati da banco che possano in qualche modo alterare il Ph della cute della testa, l’odore che emana, in modo da scoraggiare i pidocchi, soprattutto nei bambini maggiormente presi di mira.

Come scongiurare l’incubo pidocchi

E’ buona norma parlare soprattutto con i bambini più grandi per cercare la loro collaborazione e spiegare di osservare la buona norma igienica di non scambiarsi cappelli, mollette, pettini o quant’altro possa fare da mezzo di trasporto per i pidocchi. E’ giusto però far loro capire che non bisogna discriminare chi ne sia colpito perché può succedere a chiunque.

Normalmente una semplice precauzione può essere quella del controllo, nei periodi di maggiore intensità anche quotidiano, da farsi con l’ausilio di un pettinino fitto apposito che intrappola uova e insetti. Bisogna munirsi di pazienza e di almeno una decina di minuti per far passare ciocca per ciocca i capelli e controllare sia sul pettinino che tra le varie righe tra le ciocche che non “corrano” via i nostri nemici.

incubo pidocchi rimedi e prevenzione

Al primo segnale bisogna utilizzare un trattamento apposito e seguire attentamente le istruzioni. Più precocemente ci si accorge dell’invasione, più scrupolosamente si seguono tutte le indicazioni per debellarla, maggiori e veloci saranno i risultati per sconfiggere l’incubo pidocchi.

Primo fra tutti il fatto che occorre disinfestare lenzuola, cuscini, indumenti, copridivani, tappezzeria della macchina, tutto ciò che è venuto a contatto con la testa del bambino: lavare ad almeno 60 gradi o, se non è possibile, chiudere per almeno 15 giorni in un sacchetto di plastica con una polvere specifica.

La prevenzione dell’incubo pidocchi

Per le femminucce è raccomandabile legare i capelli, soprattutto con trecce strette, in modo da farli volare meno possibile ed evitare che diventino dei graziosi tappeti elastici per i parassiti.

Gli oli essenziali rappresentano un buon metodo preventivo naturale, bastano due gocce di tea tree oil o olio di neem e due di olio essenziale di lavanda al mattino da tamponare nei punti critici, nuca, dietro le orecchie e attaccatura dei capelli, per diventare maggiormente “sgraditi” agli animaletti.

Rimane buono il metodo dell’aceto da utilizzare nell’ultimo risciacquo dallo shampoo sempre come preventivo perché se sono già presenti i pidocchi il suo effetto, malgrado la tradizione popolare, è assai dubbio e poco efficace.

incubo pidocchi a scuola

Incubo pidocchi, due notizie sorprendenti

Stando ad alcuni esperti, negli ultimi anni un numero più alto di infestazioni di pidocchi hanno colpito anche gli adulti e pare che sia dovuto ai selfie! Ebbene sì la moda dell’autoscatto di gruppo aumenterebbe esponenzialmente la diffusione dei parassiti e i casi di pedicuolosi.

Non tutti sono infastiditi dai pidocchi, per assurdo, se guardate questo video vi renderete conto che c’è chi non ne è affatto disturbato!

Video: 

Seguici