Seguici:

Asilo Montessori Scelto per il Principe George

Il principe George ha iniziato a frequentare un asilo montessori

di Gioela Saga

04 Febbraio 2016

E’ tempo di iniziare l’asilo per il principe George e Kate e William si sono mostrati molto attenti alla scelta della qualità dell’educazione del loro bimbo, anche in questo caso cercando il meglio per lui anche se non perfettamente inquadrati nella tradizione. Il primo giorno di asilo per il piccolo George è stato il 6 gennaio scorso quando i suoi genitori lo hanno accompaganato ad un asilo montessori.

Asilo Montessori per il principe George.

asilo montessori per il principe George

Il duca e la duchessa di Cambridge hanno scelto di far frequentare al principe George un modesto asilo nella contea di Norfolk dove addirittura molti bambini frequentano la scuola grazie ad un sussidio statale. Dunque un ambiente non sofisticato o d’élite come si potrebbe ipotizzare. 23 bambini in tutto ricevono un aiuto statale e hanno un bonus di 15 ore gratuite settimanali.

Il bimbo, che ha due anni e mezzo, ha iniziato a frequentare l’asilo Montessori Westacre a King’s Lynn che si trova vicino alla residenza di campagna della famiglia, a Sandringham, e può vantare un’esperienza di 23 anni e la votazione di “good” ricevuta durante l’ultima ispezione nel 2008. Per ora si tratta di una frequenza a orario ridotto, part time, in attesa che compia i tre anni probabilmente.

Oltre ad essere un altro segno evidente della preferenza di Kate e William per la residenza lontana dai clamori londinesi (a circa 180 chilometri), è un chiaro segnale del loro punto di vista sull’educazione che intendono offrire a George e alla sorella Charlotte.

Loro hanno sempre dichiarato che vogliono che i loro figli crescano in un modo più normale possibile e il dirigente della scuola si è detto felice di accoglierlo e di garantirgli la stessa esperienza speciale degli altri bimbi.

asilo montessori per il principe George

I costi della scuola sono contenuti per una famiglia reale: 5 sterline e mezzo all’ora, poco più di 7 euro ma bisogna anche considerare il diverso costo della vita britannica e la differenza con asili esclusivi nei pressi di Kensington Palace frequentati da altri membri della famiglia reale, la cui retta si aggira intorno ai 15.000 sterline l’anno, quasi 20.000 euro!

Con George, nell’asilo montessori, ci sono altri 26 bambini, compresi alcuni con bisogni speciali; Westacre si è sempre distinta anche per la cura di bambini affetti da forme di autismo.

E’ anche interessante ricordare che la principessa Diana aveva lavorato come assistente in un asilo montessoriano proprio prima di sposare il principe Charles e aveva fortemente voluto che William e Harry frequentassero istituti di stampo montessori, dunque George seguirà le orme del padre.

Il principe George ha iniziato il primo giorno di asilo Montessori

Il terzo in linea di successione al trono potrà dunque usufruire di una scelta educativa importante e speciale ma in ambiente decisamente più ovattato di quello paterno. L’asilo montessoriano di William era infatti in una centralissima Londra (presso la Mrs Mynors School) e sempre al centro di servizi fotografici mentre l’asilo montessori di George è sicuramente più appartato: si trova in una via privata di una piccola cittadina e la sede è una cappella riadattata a scuola dove difficilmente hanno accesso altre persone oltre a genitori ed educatori dei bimbi stessi.

asilo montessori per il principe George

Il metodo Montessori si focalizza sull’indipendenza, la libertà educativa e di movimento per espolorare la realtà e conoscerla attravers il gioco e l’esperienza, i bambini sono mescolati in gruppi eterogenei rispetto alle età e alle capacità.

Ed è proprio questo che hanno senza dubbio considerato e scelto anche Kate Middleton e il principe William per il principino, entrambi si sono detti contenti di vedere che per George questa sia un’esperienza felice e positiva, il bimbo è desideroso di andare all’asilo e passa molto tempo a giocare in giardino, in particolare sull’altalena.

In fondo… è un bambino come gli altri!

Fonte: The Guardian, The Telegraph



Iscriviti alla newsletter
Riceverai preziosi consigli e informazioni sugli ultimi contenuti, iscriviti alla nostra newsletter:

Dichiaro di aver letto l'informativa sulla privacy e di accettare le condizioni.

Seguici