Seguici:

Giornata Mondiale Contro il Cancro Infantile 2016

Le iniziative e lo scopo della XIV Giornata Mondiae contro il Cancro Infantile

Gioela Saga

di Gioela Saga

15 Febbraio 2016

Oggi 15 febbraio è la XIV Giornata Mondiale contro il Cancro Infantile (International Childhood Cancer Day, ICCD). L’iniziativa è nata per sensibilizzare e informare l’opinione pubblica sul cancro nell’infanzia e anche come forma di solidarietà ai bambini colpiti dalla malattia e alle loro famiglie che con loro lottano duramente ogni giorno.

Giornata Mondiale contro il Cancro Infantile 2016

Giornata Mondiale contro il Cancro Infantile 2016

La Childhood Cancer International – CCI è una rete mondiale di 181 diverse associazioni locali e nazionali a cui fanno capo dei genitori di 90 paesi che si sono proposti di portare avanti questa campagna di consapevolezza.

I dati diffusi dal Ministero della Salute nella Giornata Mondiale Contro il Cancro Infantile sono ancora in parte sconfortanti. Ogni anno si ammalano nel nostro paese circa 1380 bambini in età pediatrica, dagli 0 ai 14 anni, e 780 adolescenti tra i 15 e i 19 anni. Sono dunque dei numeri ancora molto elevati anche se è utile sottolineare che l’aumento medio dell’incidenza si è quasi fermato, nello specifico il trend per i bambini addirittura sembra segnare una percentuale negativa con un timido -1% ma controbilanciato purtroppo da un +2% per i tumori nell’età dell’adolescenza.

Si tratta soprattutto di patologie che colpiscono gli individui di genere femminile con linfomi di Hodgkin e in entrambi i generi si registra un aumento dei tumori alla tiroide.

E’ incoraggiante però riscontrare che grazie alla ricerca e alla cooperazione clinica internazionale, i successi terapeutici si sono più che raddoppiati considerando la percentuale di guarigione che negli anni ’70 era inferiore al 40% e oggi supera l’80% e per alcune forme tumorali la sopravvivenza supera il 90%. Chiaramente, purtroppo i risultati dipendono molto dalla tipologia di tumore e sono ancora tanti gli obiettivi che si pone la ricerca scientifica.

I tumori più diffusi in età pediatrica e adolescenza sono: leucemie, tumori cerebrali, linfomi, neuroblastomi, sarcomi, tumori ossei e renali, melanomi, tumori epatici e della tiroide.

Gli intenti della Giornata Mondiale contro il Cancro Infantile

Naturalmente oltre alla campagna informativa di diffusione dei dati e il sostegno che si intende dare alle famiglie colpite, la Giornata Mondiale contro il Cancro Infantile si propone di sensibilizzare gli investimenti nella ricerca, unica via per vedere ridotti ed azzerati questi numeri che fanno ancora paura e in cui nessuno vorrebbe vedere inclusi i propri figli o nipoti.

Attualmente meno del 10% di bambini con recidiva multipla ha accesso a nuovi farmaci antitumorali, principalmente perché vi sono dei regolamenti e protocolli vincolanti ma anche ritardi sulla sperimentazione clinica in fascia pediatrica rispetto all’età adulta e pochi finanziamenti delle case farmaceutiche in questo campo.

Giornata Mondiale contro il Cancro Infantile 2016

Ci sono nuove strade che si possono percorrere e migliorare per lo sviluppo di nuovi farmaci contro il cancro infantile:

– Attuare una diversa regolamentazione

– Progettare studi innovativi

– Investire nella ricerca in campo biologico, preclinico e clinico

– Creare nuve collaborazioni internazionali per lavorare in sinergia e ottimizzare studi, dati e potenzialità.

Giornata Mondiale contro il Cancro Infantile 2016

Cosa puoi fare tu per la Giornata Mondiale contro il Cancro Infantile?

Per la Giornata Mondiale contro il Cancro Infantile sono state programmate diverse iniziative. In numerose città la FIAGOP (Federazione Italiana Associazioni Genitori Oncoematologia Pediatrica) ha organizzato lanci di palloncini per simboleggiare l’unione e la speranza di volare alto nella ricerca e nei risultati.

E’ stato lanciato l’hashtag #guariretutti a cui fa capo un importante convegno a Palermo e, a livello internazionale, FIAGOP aderisce alla campagna child4child, un’iniziativa promossa dalla CCI che invita tutti i bambini e ragazzi del mondo a unire le proprie voci a sostegno dei piccoli ammalati di cancro, cantando e registrando il proprio contributo vocale sul sito dell’iniziativa, intonando la canzone “We are one”, scritta da Christophe Beck già conosciuto per aver scritto la colonna sonora del film Frozen.

Manteniamo alta l’attenzione sulla ricerca e sulla sensibilizzazione a 360 gradi per i piccoli guerrieri che combattono ogni giorno e le loro famiglie a cui va affetto e stima.

Fonte: Ministero della Salute



Iscriviti alla newsletter
Riceverai preziosi consigli e informazioni sugli ultimi contenuti, iscriviti alla nostra newsletter:

Dichiaro di aver letto l'informativa sulla privacy e di accettare le condizioni.

Seguici