Seguici:

Mamma che Muore di Cancro 12 Giorni Dopo Aver Partorito

Mamma che muore di cancro per salvare il bambino che portava nel suo grembo

Gioela Saga

di Gioela Saga

19 Febbraio 2016

L’inizio di una nuova vita coincide con una scelta drammatica, una scelta che lacera profondamente il cuore e mette in discussione la stessa possibilità di sopravvivenza. L’amore di una mamma è più grande, anche a soli 17 anni: mamma che muore di cancro 12 giorni dopo aver dato alla luce il piccolo che custodiva nel grembo.

Mamma che muore di cancro, forse poteva salvarsi…

mamma che  muore di cancro non si cura

Jennifer Lake aveva solo 17 anni quando scopre di essere rimasta incinta del suo fidanzato Nathan. Le emicranie invece erano iniziate circa un anno prima e quando Jenni è sottoposta ad una risonanza magnetica si scopre una massa di circa due centimetri nella parte destra del suo cervello.

Un’ulteriore esame rivela che vi sono ben tre tumori agglomerati nel cervello e tre nella colonna vertebrale, la diagnosi è nefasta: la biopsia rivela un astrocitoma al terzo stadio, una forma aggressiva di tumore cerebrale che si era presentata per Jenni in un modo inconsueto, partendo dal cervello e sviluppandosi poi in un’altra parte del corpo, senza sintomi.

I dottori concordano nel dire che con un trattamento di chemioterapia mirata, la ragazza aveva il 30% di possibilità di sopravvivere. Jenni è una ragazza forte e non si scoraggia, la cosa che più sembra colpirla è che probabilmente, a seguito dei trattamenti chemioterapici e di radioterapia, non avrebbe potuto più avere figli.

Mamma che muore di cancro a 17 anni: una dura battaglia

Coraggiosamente Jenni inizia la sua battaglia che viene testimoniata da una pagina facebook che lei stessa aveva aperto per dare un esempio di coraggio anche per altre ragazze come lei che dovevano affrontare questo inferno, la chiama il viaggio di Jenni.

mamma che muore di cancro non si cura

La mamma ricorda che era uno strazio infinito “Sapere che tua figlia è malata e non c’è nulla che tu possa fare…”

Nel giro di 5 mesi il tumore aveva iniziato a regredire. Accanto a lei è sempre rimasto il suo fidanzato Nathan: i due avevano iniziato a stare insieme giusto un paio di settimane prima della terribile diagnosi. Una coppia forte che resisteva alla spaventosa battaglia contro il cancro e si nutriva di speranza e di sogni.

Jenni aveva inziato da pochi mesi a lavorare come apprendista in un negozio di tatuaggi e insieme sognavano un giorno di aprire una galleria o un ristorante!

Le sorelle di Jenni ricordano che ad un certo punto si presentava sempre più raramente al negozio, non riusciva ad uscire e vomitava sempre più di frequente. Un giorno scopre di essere incinta di 10 settimane.

mamma che muore di cancro non si cura

Mamma che muore di cancro per una scelta d’amore.

I due ragazzi non si erano preoccupati di dover affrontare questa eventualità perché gli stessi dottori avevano detto che le terapie a cui Jenni era sottoposta avrebbero impedito una gravidanza e anzi, con tutta probabilità, lei sarebbe rimasta sterile.

La giovane 17enne è perfettamente convinta fin da subito di tenere il bambino, diventare mamma era uno dei suoi sogni che temeva non avrebbe più realizzato, 3° di 8 fratelli, Jenni è felice della notizia.

La conversazione con l’oncologo non è invece altrettanto felice, le viene subito detto che non avrebbe potuto continuare i trattamenti e doveva scegliere se porre fine alla gravidanza e continuare a curarsi o tenere il bambino e affrontare tutti i rischi altissimi che questo comportava, compresa anche un’ulteriore crescita del tumore fino al punto di non potere poi più essere debellato.

Per Jenni la scelta d’amore era la più logica, amore per il suo bambino e amore per il suo fidanzato che avrebbe potuto continuare anche da solo a crescere il piccolo.

La realtà è stata più crudele: mamma che muore di cancro solo 12 giorni dopo il parto

Tutti avevano sperato però che dopo la nascita si sarebbe potuta continuare a curare ma invece non è stato così….

Jenni e Nathan chiamano il piccolo Chad Michael, con i nomi dei loro reciproci papà. La coraggiosa mamma non ha mai avuto alcun ripensamento o rimpianto, anche nelle ultime settimane di gravidanza in cui era sempre più debole e sentiva che il tumore stava vincendo, neppure quando ha iniziato a perdere la vista a causa della malattia.

mamma che muore di cancro non si cura

Jenni è tornata a casa dopo sei giorni di ricoverpo dopo il parto, ne ha passati altri sei vicino a Chad.

Le ultime parole della giovane mamma che muore di cancro sono state per il suo bambino, dopo averlo voluto vicino un’ultima volta e averlo sentito accanto ha detto: “Mi sembra quasi di poterlo vedere….”

Fonte: Dailymail


Iscriviti alla newsletter
Riceverai preziosi consigli e informazioni sugli ultimi contenuti, iscriviti alla nostra newsletter:

Dichiaro di aver letto l'informativa sulla privacy e di accettare le condizioni.

Seguici