Questo sito contribuisce
all'audience di

 

Seguici:

Rimane Incinta a 45 Anni Grazie alle Sanguisughe

Rimane incinta a 45 anni dopo aver effettuato l'hirudoterapia, cioè un lungo trattamento con le sanguisughe che le hanno permesso di avere un secondo figlio

Maria Corbisiero

di Maria Corbisiero

11 Marzo 2016

Le sanguisughe sono dei piccoli animali, molto simili a dei vermi, che appartengono alla sottoclasse chiamata Hirudinea.

Questo invertebrato è munito di ventosa alla bocca che gli consente di attaccarsi al corpo di altri animali, per lo più mammiferi, di inciderne la pelle e riuscire così a nutrirsi del suo sangue.

Il parassita riesce ad effettuare il suo “pasto” del tutto indisturbato grazie a delle sostanze prodotte durante il “morso”:

  • Anticoagulante che gli consente di prelevare meglio il sangue della sua “vittima”;
  • Anestetico in grado di non far provare alcun dolore alla “vittima” e prolungare così il suo “pasto”.

 

Rimane incinta a 45 anni grazie alle sanguisughe.

Rimane Incinta a 45 Anni Grazie alle Sanguisughe

 

L’argomento sanguisughe non è molto gradevole ma diventa ancor più stupefacente leggere di una donna che rimane incinta a 45 anni proprio grazie a questi invertebrati, utilizzati in alcune strutture mediche per scopi curativi.

Lei è Nina Evans, una donna di 50 anni che vive a Londra, diventata il direttore della British Association of Hirudotherapy (BAH), associazione il cui scopo è quello di promuovere in modo professionale l’uso medico delle sanguisughe.

Nina, che rimane incinta a 45 anni grazie alle sanguisughe, ha deciso di raccontare la sua particolare ed incredibile storia al quotidiano inglese “The Sun”

Già mamma di un ragazzo di 28 anni avuto con il suo primo marito, nel 2003 la Evans, sposatasi nuovamente, inizia una seconda caccia alla cicogna con il suo nuovo consorte per cinque lunghi anni senza però avere successo.

Dopo questo periodo di tempo, che per una mamma desiderosa di diventarlo può rappresentare una vera e propria eternità, Nina decide di effettuare alcuni test medici. Il risultato è per lei devastante: miomi uterini che rendono impossibile una gravidanza.

I miomi e i fibromi uterini – il nome varia a seconda della collocazione delle cellule colpite, i primi interessano quelle muscolari i secondi quelle fibrose – sono dei tumori benigni che colpiscono mediamente l’utero di donne che hanno superato i 35 anni di età.

Abbandonato quindi il sogno di diventare mamma, Nina si concentra e si dedica alle diverse cure che potrebbero aiutarla.

<<Ho scelto le sanguisughe perché sono nato in Lituania e la terapia con questi parassiti viene utilizzata per tutta una serie di malattie. Sono considerati una cura generale per tutti e sapevo per esperienza, avendo ricevuto tale trattamento anche prima, che ti può dare più energia e una prospettiva più positiva>>.

In seguito a tali dichiarazioni, il quotidiano inglese “The Sun” ricorda che l’NHS, ovvero il sistema sanitario nazionale inglese, utilizzati questi invertebrati <<nella chirurgia plastica e ricostruttiva in quanto aiutano a migliorare il flusso di sangue in alcune zone del corpo o la pelle>>.

La donna che rimane incinta a 45 anni grazie alle sanguisughe inizia la sua terapia nel 2008.

Rimane Incinta a 45 Anni Grazie alle Sanguisughe

Nina, la donna che rimane incinta a 45 anni con l’hirudoterapia, decide di affidarsi ad uno specialista di San Pietroburgo, in Russia, che ha sviluppato una particolare tecnica: curare i miomi inserendo le sanguisughe all’interno della cervice uterina.

<<Il mio primo trattamento è stato come avere un Pap-test. Il medico ha utilizzato lo speculum (dispositivo medico usato per tenere aperto un orifizio – ndr) e ha inserito 3 sanguisughe nel mio organo genitale. Le sanguisughe si sono fissate all’interno del collo dell’utero. Non le ho sentite, lo speculum era la cosa più scomoda in realtà. Poi, dopo una mezz’ora, le sanguisughe sono venute fuori per dieci volte – alcune più grasse di un flacone di smalto per unghie>>.

La donna che rimane incinta a 45 anni grazie a questo trattamento sostiene di aver tratto solo benefici da tutto ciò e nessun effetto collaterale.

Di lì a qualche mese avrebbe poi fatto la sua incredibile scoperta.

<<Nel giugno 2009, dopo otto mesi di trattamento, ho saltato un ciclo. Avevo rinunciato all’idea di avere dei bambini così in un primo momento ho pensato che fosse menopausa precoce. Tuttavia, come ogni donna, ho pensato che ci fosse una piccola possibilità di essere rimasta incinta. Mi precipitai in farmacia e, dopo aver fatto il test a casa, con mio grande stupore scoprì che era positivo>>.

Rimane incinta a 45 anni grazie alle sanguisughe: oggi sogna una terza gravidanza.

Rimane Incinta a 45 Anni Grazie alle Sanguisughe

Nina, la donna che rimane incinta a 45 anni grazie alle sanguisughe, partorisce il piccolo Noel il 28 gennaio 2010.

Durante il travaglio ha chiesto esplicitamente ai medici che le venissero applicate sulla schiena i suoi ormai inseparabili parassiti che l’hanno così aiutata a sopportare meglio il dolore del parto.

<<Sono una donna istruita – afferma la Evans – viaggio per il mondo insegnando alle persone come usare la terapia delle sanguisughe e, può sembrare folle, ma sono convinta che le sanguisughe abbiano contribuito a far rinascere il mio sistema riproduttivo portandolo indietro ai miei 20 anni>>.

Oggi Nina, la donna che rimane incinta a 45 anni con l’hirudoterapia, utilizza i parassiti anche per curare le piccole lesioni e abrasioni di suo figlio ed intanto, nonostante abbia raggiunto la soglia dei 50 anni, sta progettando la sua terza gravidanza.

Rimane incinta a 45 anni grazie alle sanguisughe: il punto di vista dei medici.

Sul sito del Guy’s and St Thomas’ hospital, un’unità organizzativa semi-autonoma posta all’interno del servizio sanitario nazionale inglese, è possibile trovare un foglio informativo pubblicato nel luglio del 2014, con aggiornamento previsto nel luglio del 2017, il scopo è quello di fornire delle risposte circa l’hirudoterapia, cioè la terapia con le sanguisughe.

Per prima cosa viene chiarito che le sanguisughe utilizzate per i trattamenti medici sono le Hirudo medicinalis e vengono coltivate appositamente per scopi curativi (non vengono quindi prelevate in natura).

Questi parassiti vengono usati in medicina, in particolar modo nel ramo della chirurgia plastica e ricostruttiva, perché sono in grado di aiutare a migliorare il flusso sanguigno in una zona di tessuto o lembo cutaneo con scarsa circolazione sanguigna. In altre parole questi invertebrati rimuovono il sangue coagulato ravvivando poi il flusso di sangue. Ciò può aiutare a prevenire un’eventuale necrosi o morte dei tessuti.

Contrariamente a quanto dichiarato dalla donna che rimane incinta a 45 anni, la quale ha affermato di non aver riscontrato alcun effetto collaterale durante la terapia, sul foglio informativo del Guy’s and St Thomas’ hospital si parla di possibili rischi quali:

  • Infezione: pur essendo da allevamento, non si può escludere il rischio di contrarre eventuali infezioni durante il trattamento con la sanguisuga. In questo caso il medico è tenuto a somministrare un antibiotico al paziente durante la terapia;
  • Sanguinamento: la ferita trattata con la sanguisuga potrebbe continuare a sanguinare anche dopo il distacco del parassita. Per tale motivo la ferita deve essere sempre monitorata.

Per ulteriori informazioni consultare il foglio informativo del Guy’s and St Thomas’ hospital.

Fonte: The Sun

 

 

 

Leggi anche

Seguici