Questo sito contribuisce
all'audience di

 

Seguici:

Voglia di mangiare di baci il proprio bimbo, ecco perche’ e’ normale

Perchè a volte avete voglia di mangiare di baci il votro bambino? Ecco le spiegazioni scientifiche.

Gioela Saga

di Gioela Saga

11 Aprile 2016

Non si tratta di essere più o meno espansivi ma capita a tutte le mamme di “avere voglia di mangiare il proprio bambino di baci e carezze” e anche letteralmente di mordicchiarlo amorevolmente e teneramente, quasi proprio come a volerlo “mangiare” con il nostro amore. Sentiamo un attaccamento viscerale, anche fisico, che per gli psicologi è assolutamente spiegabile in modo, a dir poco, affascinante.

Voglia di mangiare di baci il proprio bambino: un bisogno fisiologico.

voglia di mangiare il bambino

Madre natura provvede, anche in questo frangente, a far scattare un meccanismo fisiologico veramente perfetto che supporta magistralmente la nostra maternità.

 

“Ti mangerei tutto…” quante volte lo abbiamo detto al nostro piccolo?

 

Come si fa a rimanere impassibili davanti a quei piedini che si muovono e quelle coscette sgambettanti mentre ci sorride felice?  Semplicemente non si può..! E sentiamo il desiderio impellente di stringerlo a noi e sbaciucchiarlo a più non posso, come se davvero avessimo voglia di mangiare il bimbo con le nostre carezze.

 

Dietro a questo desiderio pressoché compulsivo, si nasconde una motivazione ben precisa e naturale.

 

Secondo i ricercatori dell’Università di Montreal, il profumo dei neonati attrae in modo incredibile le mamme e fa scaturire una risposta psicologica simile a quella dell’attrazione per le sostanze stupefacenti a cui si può diventare dipendenti, facendo anche scattare, all’occorrenza, vere crisi di astinenza.

 

E’ la stessa cosa che accade anche con cibi gustosi e succulenti che ci procurano appetito e fanno scattare la voglia di mangiare. E’ qualcosa di molto simile che avviene anche con i neonati.

 

La mamma diventa dipendente dal profumo del suo bimbo, ne avverte la necessità concreta ed impellente e da lì scatta anche il meccanismo di introiezione, di voler soddisfare questa dipendenza con una sorta di bisogno nutritivo in cui si vorrebbe mordicchiare e “mangiare” il bimbo.

 

Non vogliamo essere male interpretati, si tratta di un desiderio assolutamente legittimo, pulito, verso il proprio figlio che nulla ha di patologico; ciò che ne deriva sono solo coccole a go go e ondate di bacetti e carezze materne che rafforzano il rapporto tra mamma e bebé.

 

vogia di mangiare il bambino di baci

Ecco perché avvertiamo la voglia di mangiare il bimbo com mille carezze e bacetti

 

I ricercatori hanno scoperto ed evidenziato che “la voglia di mangiare il bambino di baci” in un travolgimento di amore, fa parte di un meccanismo legato alla relazione con il bambino stesso e che corrisponde ad un processo evolutivo importante e molto naturale.

 

E’ un po’ come sa la natura facesse scaturire questo bisogno per farci sentire più legate al bambino e giustificasse, in modo chimico e fisico, il nostro legame con lui, tanto da farlo diventare un’esigenza improrogabile ed irrefrenabile, così come il bisogno reale di cibo, che, essendo un bisogno primario, finisce con il prevalere su ogni altro.

 

Se vogliamo, in termini semplicistici, è un modo per assicurare che noi ci prendiamo cura del bambino e lo “amiamo” anche perchè siamo “obbligate” a rispondere ad un bisogno fisico.

vogia di mangiare il bambino di baci

Voglia di mangiare e strapazzare di coccole il vostro bebé? E’ Madre Natura che ci istiga a questo!

 

Non pensate dunque di essere strane o particolari se avvertite l’esigenza di strapazzarlo di coccole, pizzicarlo e mordicchiarlo teneramente, suscitando tante risate e tempo passato insieme. E’ assolutamente normale e vuol dire che il vostro rapporto madre-figlio sta funzionando alla grande.

 

Questo vi porta a voler stare con lui più possibile, anche sopportando estremi sacrifici e un lavoro spesso arduo. E’ la benzina ormonale che vi permette di affrontare i primi mesi e i primi anni del bimbo. Per alcune mamme questo bonding, cioè un legame molto forte, continua fino alle porte dell’adolescenza del figlio.

 

Tutto scaturisce dal profumo unico del nostro bambino che stimola alcune parti del cervello, proprio come l’alcool, il cibo o le droghe nei casi di dipendenza.

 

Madre Natura è dunque intelligente e astuta e mette in moto un meccanismo per farvi innammorare ancora di più del vostro piccolo.

 

“Come se ce ne fosse bisogno…” direte voi…

 

Eppure a volte ce n’è bisogno perchè alcune situazioni ormonali e contingenti potrebbero mettere a dura prova l’amore materno e la capacità della mamma di affrontare situazioni stancanti emotivamente e fisicamente. Ecco che questo particolare meccanismo sostiene la mamma e la rafforza:

 

In base a tutto ciò diventa normalissimo ricercare sempre di più il bambino e volersene prendere cura più possibile con affetto e “passione materna”.

 

Se volete conoscere meglio come funziona il profumo del neonato, leggete qui

 

Fonte: Dailymail

 

Leggi anche

Seguici