Questo sito contribuisce
all'audience di

 

Seguici:

Kristina Kuzmic: Così si è Accorta di Amare suo Marito

Kristina Kuzmic racconta di una telefonata avvenuta nel cuore della notte e confessa come l’aiuto concreto che ne discese le ha abbia reso manifesto l'amore.

Federica Federico

di Federica Federico

06 Maggio 2016

La notte non è solo il tempo del sonno, molte cose accadono alla luce della luna: di notte arrivano i pensieri; le mamme allattano; incominciammo i travagli del cuore che non riesce a dare tregua agli occhi; i bambini piangono e sognano cercando cura e conforto. E tutto mentre il mondo si prepara alla rinascita di un giorno nuovo.

Kristina Kuzmic, una mamma blogger, croata di nascita ma statunitense di adozione, ha raccontato al mondo di quella notte che le cambiò la vita e la riportò all’amore.

Kristina Kuzmic mamma

Non si tratta di un racconto romantico, appassionato o delicato, quella di Kristina Kuzmic è la narrazione di un sentimento che si è svelato quando è divenuto vero e concreto.

La vita da mamma cambia gli obiettivi dell’amore. Prima di avere la responsabilità di un figlio la donna idealizza il bene e cerca l’uomo “perfetto”; dopo la nascita dei bambini tutto muta ed è l’esistenza stessa a dimostrare che non c’è ideale più saldo della dedizione.

Chi ama con dedizione non conosce perfezione perché si piega alle esigenze concrete e diventa aiuto, conforto e sostegno pratico.

Qualche anno fa, durante una di quelle notti da mamma single sola e disperata, Kristina Kuzmic telefonò al suo attuale marito e gli disse: “ Tu dici che mi vuoi, dici che vuoi la mia vita con tutto ciò che comporta, vieni adesso a casa mia.” Malgrado fosse notte fonda, l’uomo raggiunse la casa di Kristina in 20 minuti e quello che trovò fu la svolta del loro amore.

Oggi Kristina Kuzmic è mamma di 3 figli, allora era una mamma single con 2 bambini piccoli, era una donna “chiusa all’amore” per difesa e per il bisogno stesso di proteggere i suoi bambini.

Quella famosa notte i suoi figli stettero male, avevano 3 e 5 anni, la piccola vomitò sul divano e il maggiore era in preda ad un pianto inconsolabile, mamma Kristina era a sua volta provata, febbricitante e priva di forze.

Col suo attuale marito, Philip, Kristina si frequentava da un po’, ma non riusciva a credere che lui fosse pronto ad amare non solo lei ma tutta la sua vita di mamma. Quando l’uomo entro in casa di Kristina, quella con cui dovette fare i conti fu una scena di vita da papà: i bambini erano in preda al panico da influenza e vomito, il tappeto ne era al riprova! Kristina Kuzmic era in compagnia di uno straccio e cercava di salvare il suo soggiorno dalle tracce della nausea della figlia, per di più stava male tanto quanto i suoi bambini.

Mi aspettavo uno sguardo di shock o di disgusto, forse anche di rabbia perché lo avevo svegliato nel mezzo della notte per questo” scrive sul suo blog Kristina Kuzmic. “Invece, senza perdere un istante, ha afferrato lo straccio dalla mia mano e ha pulito il pavimento, mi ha mandata a letto e ha ripulito il vomito di mia figlia. Poi ha messo i miei figli a dormire. E infine è venuto da me,  mi ha baciato la fronte e mi ha detto: Sì, voglio questo. Voglio ogni cosa. Voglio tutti e tre.

Sono passati quasi sette anni da quella notte, Philip e Kristina sono marito e moglie e la famiglia si è allargata con la nascita del terzo figlio. Ovunque sia, anche mentre è a lavoro, Philip ancora risponde alle telefonate della figlia di Kristina quando ha bisogno di aiuto con la matematica, ancora sostiene sua moglie e tutti i giorni continua a lottare per tenere unita la “sua” famiglia.

Kristina Kuzmic non ha mai fatto mistero dell’importanza e del valore di quella telefonata avvenuta nel cuore della notte e dell’aiuto concreto che ne discese. Questa storia ci può dimostrare qual è il vero valore dell’amore inteso come dono e privilegio di “dare”. L’amore, per resistere al tempo e ai cambiamenti del mondo, deve tradursi in un dare oltre ogni egoismo.

Leggi anche

Seguici