Questo sito contribuisce
all'audience di

 

Seguici:

Eczema Infantile Risolto dalla Mamma dopo Mesi di Cure

Eczema infantile: ecco cosa ha fatto una mamma per aiutare il proprio figlio

Gioela Saga

di Gioela Saga

02 Settembre 2016

Vedere un bambino soffrire è straziante, quando è il proprio bambino lo diventa ancora di più, fino al punto che una mamma vedendolo così sofferente è arrivata a pensare che sarebbe stato meglio che la sua vita finisse…

 

E’ arrivata a sperare proprio questo la mamma di un piccolo che ha ora due anni e mezzo e che da quando aveva tre mesi lottava contro una pesante forma di eczema infantile.

Eczema infantile in forma grave, la mamma non poteva neppure avvicinarsi

eczema infantile curato dalla mamma

I primi mesi di vita del piccolo Isaiah sono stati uno strazio e anche per la mamma Stephanie, 35 anni, che non poteva neppure avvicinarsi al suo bambino.

 

Anche solo la vicinanza con qualche sostanza come il sapone, un profumo, un detersivo o l’ammorbidente che poteva avere sul corpo o sui vestiti la mamma, scatenava crisi ancora peggiori sul piccolo corpicino martoriato di Isaiah.

 

Per tutto il primo anno di vita la mamma e suo figlio sono stati privati del piacere e della necessità di stare vicini e di poter godere di quel contatto fisiologico tanto importante.

 

“La pelle di Isaiah letteralmente cadeva a pezzi, sanguinava.”

 eczema infantile curato dalla mamma

Lo strazio di un eczema infantile che non vuole passare, dopo che i medici gli prescrivono le medicine, finisce addirittura per peggiorare…

 

I primi segni dell’eczema compaiono sul corpo di Isaiah all’età di tre mesi, i medici ne fanno la diagnosi e prescrivono una cura a base di unguenti steroidei.

 

Tutto il corpo di Isaiah diventa rosso e le eruzioni cutanee in breve tempo riaffiorano, peggiorando. Il piccolo ha bisogno di un’ulteriore pomata che lenisca le lesioni più gravi… ma l’eczema ritorna ancora più aggressivo.

 

I medici addirittura muovono un’accusa gravissima:

 

 

“Uno dei medici mi ha detto che stavo avvelenando mio figlio con il latte materno e che dovevo fermarmi immediatamente”.

 

Dopo 5 mesi Isaiah peggiora a tal punto che viene portato subito in ospedale e sottoposto a una pesante cura di steroidi. La sua pelle torna normale ma, dopo appena 2 giorni, l’eruzione esplode di nuovo. Il bambino grida incessantemente.

eczema infantile curato dalla mamma

L’eczema infantile che non riesce a guarire

La mamma deve bendare completamente il piccolo e l’unico sollievo possibile è metterlo sotto l’acqua corrente per lenire la sua sofferenza, Stephanie lo adagia nel lavandino, sotto il rubinetto e gli sta accanto. Solo in questo modo il bimbo smette di piangere.

 

“Soffriva e piangeva continuamente. Era come se non avesse la pelle.”

La mamma non sa cosa fare e inizia a fare ricerche parallele, scopre che spesso gli steroidi ad uso topico finiscono per creare una situazione paradosso e peggiorano la situazione cutanea, decide così di sospenderli e di applicare una pomata fatta da lei con citronella e zinco.

eczema infantile curato dalla mamma

In poco tempo le macchie dell’eczema infantile di Isaiah non si infettano più e regrediscono e il bimbo torna alla normalità che quasi no aveva ancora conosciuto.

La mamma ricorda:

 

“Abbiamo visto 35 medici. Tutti ci hanno detto che si trattava di eczema. Voglio mostrare loro le foto in cui si nota visibilmente come la pelle di Isaiah sia migliorata”.

 

La cosa più emozionante è che ora quel bambino, che prima non si poteva neppure sfiorare, è ora felice, può correre e giocare.

“Abbiamo perso il primo anno della sua vita. Non sono riuscita a baciarlo né a tenerlo in braccio. Ma adesso possiamo farlo sempre. E lui è grande dispensatore di abbracci”.

 

Naturalmente questa storia non vuole in nessun modo essere un invito al fai da te che può anche essere molto pericoloso ma senz’altro capiamo che quando una mamma si trova avanti alle sofferenze di un figlio farebbe di tutto e si informa su ogni fronte.

Questa apertura mentale è sempre positiva e anche i medici dovrebbero farne tesoro. Tuttavia, qualsiasi sospensione di terapia e l’applicazione o l’assunzione di qualsiasi tipo di farmaco o parafarmaco anche “naturale” deve sempre essere attentamente ed adeguatamente valutata con un medico.

 

L’istinto di una mamma salva la bimba che nasce a sole 24 settimane

 

Fonte: Mirror

Leggi anche

Seguici