Questo sito contribuisce
all'audience di

 

Seguici:

Sophie, Figlia di Pietro Taricone: Ecco Come è Oggi

Prima uscita pubblica ufficiale per la giovanissima Sophie, figlia di Pietro Taricone e Kasia Smutniak - la 12enne ha preso parte ad un gala di beneficenza.

Redazione VitaDaMamma

di Redazione VitaDaMamma

27 Ottobre 2016

Da sempre molto riservata, soprattutto per quanto concerne la sua vita privata e i suoi figli, l’attrice e modella di origine polacca Kasia Smutniak ha sorpreso tutti al gala di beneficenza per Amatrice, il paese gravemente danneggiato, dove si è registrato il maggior numero di vittime, dal sisma del 24 agosto scorso.

Insieme a lei e all’attuale compagno, il produttore Domenico Procacci, c’era infatti anche la giovanissima Sophie, figlia di Pietro Taricone al quale la Smutniak è stata legata dal 2003 al 29 giugno 2010, giorno in cui è tragicamente deceduto l’ex concorrente del Grande Fratello 1.

Sophie, figlia di Pietro Taricone: ecco come è oggi.

Sophie, Figlia di Pietro Taricone: Ecco Come è Oggi

Sorridente tra le braccia di mamma e papà, ecco come appariva la piccola Sophie, la figlia di Pietro Taricone, nata il 4 settembre del 2004, prima dell’incidente che le avrebbe sottratto uno degli affetti più cari.

Un’immagine che può definirsi rara data la forte della riservatezza che ha sempre caratterizzato i suoi genitori che, nonostante la loro notorietà, hanno sempre cercato di scindere l’intimità familiare dal patinato e spesso “pericoloso” mondo dello spettacolo.

Almeno fino ad oggi.

 

Come già accennato in apertura di articolo infatti, l’attrice ha deciso di far partecipare all’importante evento mondano anche la piccola Sophie, figlia di Pietro Taricone oggi 12enne, lasciando invece a casa Leone, suo secondo figlio di soli 2 anni, il primo avuto da Procacci.

Poco più che una bambina, Sophie cammina sul red carpet con lo sguardo basso, dovuto quasi sicuramente alla forte emozione non essendo lei avvezza a cavalcare i tappeti rossi, riservando qualche piccolo sorriso alla madre che ricambia.

Sophie, figlia di Pietro Taricone, in Nepal.

Seppur inconsueto, non stupisce in modo eccessivo la scelta della Smutniak che non ha mai nascosto la propria intenzione di voler “istruire” la figlia sui diversi mondi ai quali lei stessa appartiene.

“Vivo una vita un po’ sdoppiata – raccontava l’attrice a “Io Donna” un anno facendo riferimento al suo progetto per aiutare le popolazioni del Nepal – Qua ho il mio lavoro, che mi pace tantissimo, però è fatto di cose futili, i mondi che costruisco sono finti. Poi c’è la mia vita che è vera, poi ci sono io che mi sento vera quando sono là. Nessuno ha la minima idea di chi sia, non devo dimostrare nulla. Sono semplicemente Kasia”.

Il Nepal fu un’idea di Taricone che la Smutniak ha voluto portare avanti nonostante il grave lutto.

 

Grazie all’associazione no-profit da lei creata, “Pietro Taricone Onlus”, sta cercando di costruire una scuola per bambini proprio in quei luoghi che la scorsa estate ha visitato nuovamente in compagnia della piccola Sophia, figlia di Pietro Taricone.

<<”Sei una matta, mi dicevano”, ma è giusto che i bambini sappiano. Era importante che capisse quanto ti segni il luogo dove nasci: in Europa è diverso che in Siria o in Nepal. I bambini accettano le cose con naturalezza, non hanno filtri, non giudicano>>.

Amore per la vita ma soprattutto amore per gli altri, sono questi gli insegnamenti che oggi Kasia cerca di trasmettere a sua figlia, gli stessi che avrebbe voluto darle il suo papà.

 

Fonte foto: Vanity Fair

 

 

 

Leggi anche

Seguici