Seguici:

Malato di Atrofia Muscolare ma Trova l’Amore Vero

Malato di atrofia muscolare trova l'amore sul social

Gioela Saga

di Gioela Saga

14 Marzo 2017

Questa è una storia d’Amore dove la “A” maiuscola è d’obbligo, una storia d’amore che ci fa capire come questo sia un sentimento che davvero può sorpassare qualsiasi barriera e qualsiasi pregiudizio.

 

La storia anche di un uomo malato di atrofia muscolare che lotta per la sua dignità e per poter avere ciò che sembra scontato per tutti gli altri e che crede nei sogni e riesce a realizzare il più grande che ha.

Malato di atrofia muscolare riesce a realizzare il suo sogno

malato di atrofia muscolare trova l'amore

Quando Grigory nasce, i suoi genitori sono felicissimi, era il secondogenito e tutto sembrava essere andato per il meglio, sembrava forte e sano.

 

Il piccolo inizia poi ad accusare alcuni dolori alla schiena che lo tengono sveglio di notte e mamma e papà provvedono a fargli fare delle visite di accertamento.

 

La situazione si fa presto drammatica quando il medico diagnostica l’atrofia muscolare: una sentenza che avrebbe visto Grigory ben presto dipendente per tutto, bisognoso di cure costanti e non sarebbe sopravvissuto probabilmente per più di quattro o cinque anni.

 

I genitori non si rassegnano e cercano le migliori cure. Nonostante tutto, i muscoli del bimbo malato di atrofia muscolare, si atrofizzano e, ben presto, non riesce più a camminare.

La prognosi, nel corso degli anni, viene ridimensionata, ma, certamente, la qualità della vita per Grigory non era delle migliori.

 

Benché i suoi genitori avessero provveduto a dargli tutto l’affetto possibile, le cure e l’educazione, Grigory, a 20 anni si ritrova solo, a pensare a quello che non avrebbe mai avuto nella vita.

 

Una vita, la sua, non certo semplice. Trascorreva gran parte del suo tempo in casa da solo, non potendosi muovere. Internet era il suo unico mezzo di comunicazione con il resto del mondo.

 

Grigory stava per lo più in casa, un ambiente protetto dove poteva evitare di vedere gli sguardi di disgusto della gente che lo guardava. La sua camera era un luogo sicuro e lui era contento, in fondo, anche se pensava che alla sua vita mancasse qualcosa di importante: l’amore.

malato di atrofia muscolare trova l'amore

Malato di atrofia muscolare trova l’amore

Un giorno, Grigory decide di scrivere un post per esprimere la sua solitudine e la sua frustrazione:

 

“Fa male pensare a tutte le cose che non avrò mai…. Non posso godere appieno delle bellezze de mondo, non posso nuotare in un fiume o nell’oceano. Non posso correre sull’erba senza avere dolore. Non posso aiutare i miei amici a trasportare cose.

Non posso prendermi cura delle persone a cui voglio bene. Non posso renderle felici… e non saprò mai cosa significa essere amato, cosa significa essere desiderato da qualcuno, o sapere che qualcuno è geloso di me o è orgoglioso di presentarmi agli amici. Non saprò mai cosa vuol dire abbracciare la persona che si ama, regalarle dei fiori o farle una sorpresa…

 malato di atrofia muscolare trova l'amore

 

Non crescerò mai un figlio. Non mi ritroverò mai nella sala d’attesa del reparto maternità con un mazzo di rose in mano a gridare ai quattro venti ‘ti amo!’. Non avrò mai un bel matrimonio, né aspetterò mia moglie all’altare”.

In poco tempo la sua vita cambia come mai si sarebbe potuto aspettare.

Grigory viene contattato da una ragazza del Kazakistan, Anna.

Iniziano a parlare su Internet per ore e giorni. I due avevano molte cose in comune: erano degli inguaribili romantici, appassionati di arte e letteratura.

 

Indubbiamente il ragazzo capisce di provare qualcosa di importante per Anna ma non osa neppure sperare di essere ricambiato o di poter sperare in una relazione seria.

 

Per molto tempo non ha il coraggio di rivelare i suoi sentimenti, poi inizia a raccontare dei suoi problemi di salute ad Anna, prende poi il coraggio e le dichiara il suo amore, inviandole anche una foto.

 

La risposta è sorprendente:

 

Anna vuole andarlo a trovare e percorre 3000 chilometri per vederlo!

Grigory e Anna avevano capito di amarsi e decidono di sposarsi. Molti non comprendono come sia possibile, Anna è giovane e bella, Grigory ha tanti problemi di salute e non è ricco, si spiega in una parola sola: Amore.

 malato di atrofia muscolare

 

I due ragazzi non sentono il bisogno di giustificarsi agli occhi degli altri, il loro amore è il loro coraggio, la storia diventa di dominio pubblico e, benché decidano per una cerimonia semplice, il loro matrimonio si trasformerà in un tripudio della folla che inneggia al loro amore come simbolo assoluto di questo sentimento. 

 

Auguriamo a Grigory e Anna una vita felice insieme!

Insegnante Affetto da Atrofia Muscolare Posa Senza Veli per Sensibilizzare l’Opinione Pubblica

 

Fonte: Heftig



Iscriviti alla newsletter
Riceverai preziosi consigli e informazioni sugli ultimi contenuti, iscriviti alla nostra newsletter:

Dichiaro di aver letto l'informativa sulla privacy e di accettare le condizioni.

Seguici