Questo sito contribuisce
all'audience di

 

Seguici:

Anemone: il fiore della vita e della morte, miti e leggende

L' anemone è un fiore dal significato malinconico ma allo stesso tempo speranzoso, la cui leggenda risale all'amore passionale e doloroso di una giovane dea

Anna Pannico

di Anna Pannico

10 Novembre 2017

L’anemone è una pianta erbacea originaria del Sudafrica o del Sudamerica, comunemente chiamata anche Fiore del Vento per la fragilità dei suoi petali. E’ un fiore che cresce tipicamente nella stagione primaverile ed assume diverse colorazioni, dal bianco al viola ma anche sfumature più intense come il rosso.

 

 

Secondo la leggenda l’ anemone è un fiore che nasce tra le lacrime della dea Venere per la morte del suo amato Adone.

anemone, miti e leggende che non si conoscono

Nel mito narrato da Ovidio, Adone nacque da un rapporto incestuoso tra Cinira, re di Cipro e sua figlia Mirra. Adone era un giovane bellissimo del quale la dea Venere, colpita involontariamente da una freccia di cupido, si innamorò perdutamente.

 

 

Adone era un abile cacciatore, amava la caccia più di ogni altra cosa, attività dalla quale Venere tentò di persuaderlo mettendolo in guardia dalla pericolosità delle bestie feroci con le quali si poteva imbattere.

 

 

Purtroppo, ogni tentavo fu invano, perché Adone non ascoltò mai i consigli della giovane amata e morì in una battuta di caccia ferito mortalmente da un cinghiale inferocito. A nulla servì l’intervento della dea Venere che, attratta dai lamenti del giovane morente, accorse troppo tardi sul luogo dove avvenne il tragico incidente.

Il mito narra che la dea Venere cosparse il sangue di Adone con un nettare profumato da cui crebbe un anemone fragile di colore rosso, simbolo di amore ma anche di dolore e di morte. Trasformando il sangue di Adone in un fiore, la giovane amata ormai disperata per la sua morte, rese indelebile nel tempo il ricordo del giovane.

Difatti, nel capitolo X di Ovidio “Le metamorfosi di Adone” si legge:

 

“Detto questo, Venere

cosparse il sangue di nettare odoroso e questo, al contatto,

cominciò a fermentare, così come nel biondo fango si formano

bolle trasparenti, né un’ora intera

era passata, quando dal sangue spuntò un fiore dello stesso colore,

come quello che sono soliti produrre i fiori del melagrano, che celano

tanti granelli sotto la buccia sottile; tuttavia, quello du­ra poco;

infatti, fissato male e fragile per l’eccessiva leggerezza,

i venti stessi, che gli danno il nome, lo disperdono”.

 

Il mito di Venere ed Adone a cui è legata la leggende dell’ anemone è stato oggetto di ispirazione di diversi artisti e letterati.

Tra i più famosi ricordiamo il poema più lungo “Venere e Adone” di William Shakespeare che si lascia ispirare proprio dal mito di Ovidio, risaltando principalmente  l’ostinazione e la tenacia della giovane Venere nel conquistare l’amore del duro ma bello Adone.

 

In Francia anche molti pittori si lasciarono ispirare dal mito ovidiano. Tra le opere più conosciute ed allo stesso tempo più cariche di romanticismo, troviamo “Il Risveglio di Adone” dipinto da John William Waterhouse agli inizi del 1900.

anemone, miti e leggende che non si conoscono

“Il Risveglio di Adone” di John William Waterhouse,  Fonte Immagine: RestaurArs

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Nel dipinto, Adone è raffigurato morente in un giardino variopinto, con lui ci sono la  dea Venere che dolcemente gli tende un bacio chinata sul suo viso, e quattro dolci piccoli bambini che assistono alla scena romantica. Il dipinto, piuttosto che soffermarsi sulla morte e sullo strazio provato dalla giovane, rievoca l’amore e la passione velata dal tormento e dal dolore della morte.

Per la simbologia cristiana, invece, l’anemone è legato alla crocifissione di Gesù perché è un fiore che nasce dal sangue di Cristo ai piedi della croce.

Per la fragilità e la delicatezza dei suoi petali, l’anemone è un fiore dal significato un po’ malinconico, è segno di speranza nel recuperare un amore ormai perduto.

anemone, significato e leggenda del fiore

Il ricordo malinconico per un amore bello ed intenso ma finito, purtroppo, troppo in fretta. Questo specifico significato è leggibile anche nella breve durata della fioritura dell’ anemone.

 

Allo stesso tempo, il fiore simboleggia la speranza di riuscire ad abbandonarsi ad un nuovo amore, specie dal significato cristiano dell’ anemone ai piedi della croce si evince proprio questo: la speranza e la perseveranza che nascono nel cuore di una persona a seguito di un momento triste e doloroso come la morte.

Il significato dell’ anemone non lo rende adatto ad essere regalato alla persona amata ma, grazie alla vivacità dei suoi colori, può essere un ottimo elemento decorativo.

Fonte Immagini: Ingimage ID Immagine – 02I33295- ISS_0986_04740

Leggi anche

Seguici