Questo sito contribuisce
all'audience di

 

Seguici:

Figlio autistico si stende sul cane: la mamma si commuove

La madre vede il figlio autistico di 5 anni che si stende sul cane e scoppia in lacrime. La foto e le sue parole commuovono tutti e diventano virali (Foto).

Maria Corbisiero

di Maria Corbisiero

28 Luglio 2017

Ieri un mio contatto facebook ha condiviso l’immagine che potete visualizzare qui di seguito.

Certo, vista così sembra quasi non voler di nulla ma a renderla unica sono le parole della donna in essa ritratta, una mamma che fino a quel momento non aveva mai visto suo figlio autistico interagire spontaneamente con  altri esseri viventi.

Figlio autistico si stende sul cane: la commozione della mamma.

Figlio autistico si stende sul cane: la commozione della mamma

Kainoa Niehaus ha 5 anni e vive con la sua famiglia in Giappone pur avendo origini americane.

Tre anni fa i suoi genitori avevano fatto richiesta di un cane d’accompagnamento presso il centro 4 Paws For Ability dell’Ohio (USA), un’organizzazione globale non profit il cui scopo è mettere a disposizione di bambini e veterani con disabilità animali addestrati ad aiutarli.

 

La famiglia ha dovuto attendere ben 2 anni prima che venisse data loro una disponibilità per il figlio autistico e, una volta ricevuta la conferma, nell’ottobre del 2016, hanno interrotto la loro routine, fondamentale per i bambini come Kainoa, per recarsi negli States.

In quel luogo li attendeva Tornado, un bellissimo labrador che ha regalato loro una grandissima e fortissima emozione.

<<Vedete questo momento? Non ho mai vissuto un momento come questo>>.

Inizia così il racconto di Shanna, mamma di Kainoa, che, attraverso un post pubblicato il 19 ottobre del 2016 sulla pagina facebook della 4 Paws For Ability, ha voluto far conoscere la storia del figlio autistico ma soprattutto ha voluto rendere noto l’impatto che questi animali possono avere sui bambini.

 

 

 

 

<<Questa immagine cattura il volto di una madre che ha visto suo figlio, che non può abbracciare, lavare, vestire, coccolare e toccare liberamente, sdraiarsi sul suo nuovo cane d’accompagnamento di sua spontanea volontà, con un attaccamento deciso e silenzioso>>.

Shanna racconta di aver visto innumerevoli volte il figlio autistico fallire ogni possibile tentativo di approccio con persone al di fuori della loro famiglia, qualunque interazione, sia essa avvenuta con un adulto o un bambino, sembravano per lui azioni impossibili da compiere.

Questo fino all’incontro con Tornado.

<<Questo ragazzo è il bambino più forte che abbia mai incontrato – racconta la mamma – Ha affrontato innumerevoli adulti e bambini ignoranti che non lo capivano, che lo hanno ferito e che non lo hanno valorizzato perché è diverso […] Ho pianto così tante volte per lui ma questa è la prima volta che piango per una ragione come questa>>.

Le lacrime che Shanna ha versato dopo aver visto suo figlio autistico interagire in modo così spontaneo con il suo nuovo amico peloso non erano amare come quelle che le avevano rigato il viso prima di allora, tutt’altro, queste avevano il sapore della tenerezza, della gratitudine e della speranza che da quel momento in poi tutto sarebbe stato diverso.

Colpiti dal riscontro positivo che ha avuto la storia di Shanna e di suo figlio autistico, l’organizzazione ha deciso di condividere il video che riprende i primi momenti dell’incontro tra Tornado e Kainoa.

Una scelta dettata dalla voglia di suscitare sorrisi oltre che lacrime e per ricordare l’impegno e il lavoro dei tanti volontari che operano affinché i bambini come Kai e molte altre persone con disabilità possano avere anche loro un compagno speciale come Tornado.

 

 

 

 

 

<<Vogliamo che tutti voi sappiate che questa è la storia di tante altre persone, le persone che sono venute a 4 Paws prima di Kai, e le persone che verranno dopo. È la storia dello staff che ha lavorato lungo ore e giorni di vacanza e fine settimana per fornire assistenza e formazione per questi cani speciali. Si tratta dei nostri volontari e dei nostri donatori, senza il quale tutto questo non sarebbe accaduto>>.

Perché, nonostante tutto, al mondo c’è ancora tanto amore, speranze e bellezza.

 

 

 

 

 

 

Seguici