Seguici:

Pulire le orecchie con il cotton fioc è pericoloso

Pulire le orecchie con il cotton fioc è una delle azioni più comuni, il bastoncino di cotone è pratico ma nasconde molteplici pericoli per adulti e bambini.

Anna Pannico

di Anna Pannico

30 Agosto 2017

Pulire le orecchie con il cotton fioc è un’azione che desta sempre molte attenzioni, specie quando si tratta di bambini. L’orecchio è una parte del corpo importante ed estremamente delicata, non solo perché esplica la funzione uditiva, ma anche perché conserva una serie di meccanismi che regolano l’equilibrio ed il movimento del corpo.

 

Pulire le orecchie con il cotton fioc è pericoloso.

pulire le orecchie con il cotton fioc, quali sono i pericoli

Il bastoncino di cotone, quando è utilizzato per pulire le orecchie, potrebbe lesionare le parti che lo compongono, il condotto uditivo ha la pelle molto delicata che, se graffiata, potrebbe infettarsi ed infiammarsi.

 

 

Inoltre, addentrare troppo il cotton fioc nell’orecchio potrebbe danneggiare seriamente le strutture interne dell’organo, provocare addirittura la perforazione del timpano causando dolore, arrossamenti o nei casi più pesanti, sanguinamenti.

Sebbene il bastoncino di cotone sia lo strumento maggiormente utilizzato, pulire le orecchie con il cotton fioc anziché realizzare una corretta pulizia, potrebbe favorire soltanto gli accumuli di cerume che è sempre bene evitare.

Tutte le lesioni, oltre a provocare dolore ed in alcuni casi ad alterare le sensazioni del corpo, se non opportunamente guarite potrebbero sfociare in complicazioni, talvolta irreversibili (nei casi estremamente gravi, addirittura provocare la perdita dell’udito).

 

Pulire le orecchie con il cotton fioc per rimuovere il cerume è un’azione che va eseguita correttamente.

pulire le orecchie con il cotton fioc, quali sono i pericoli

Ai fini di una corretta igiene si pensa di dover rimuovere il più possibile il cerume dalle orecchie, sottovalutando però, le importanti funzioni che questo ricopre.

 

Il cerume è una sostanza cerosa, normalmente prodotta dalle cellule presenti all’interno del condotto uditivo esterno, che funge da protezione naturale sia per evitare che l’orecchio contragga infezioni sia per mantenere all’interno di esso un certo grado di umidità. 

 

Inoltre, la forma cava del canale uditivo serve a raccogliere ed amplificare meglio il suono ma, allo stesso tempo, rende l’orecchio ricettacolo di polvere, sporcizia e cellule morte difficili da togliere.

Il cerume viene in aiuto proprio in questo perché rimuove lo sporco, oltre a svolgere un’azione lubrificante ed antibatterica. In poche parole,la produzione di cerume è un meccanismo automatico di pulizia che si innesca all’interno dell’orecchio.

Ciò non significa che le orecchie non vanno pulite perché l’azione del cerume è benefica ma conosce anche effetti collaterali, bensì farlo nella maniera corretta onde evitare la formazione di fastidiosi depositi di cerume (il cosiddetto tappo di cerume) che, qualora si formino, devono necessariamente essere rimossi da un medico specialista.

 

Pulire le orecchie con il cotton fioc oltre che pericolosa, è un’azione sconsigliata perché anziché portare all’esterno il cerume, potrebbe spingerlo in profondità favorendone in questo modo l’accumulo.

Il tappo di cerume può formarsi per diverse cause, fra queste la scarsa pulizia e l’uso sbagliato del cotton fioc senza considerare però, eventuali patologie che causano la sovrapproduzione di cerume.

I sintomi della presenza del tappo di cerume sono diversi, dalla perdita dell’equilibrio alla sensazione di avere l’orecchio pieno e pesante, fino ad alterare la percezione dei suoni (non si sente bene).

Oltre che per tali disturbi, è bene evitare la formazione dei cumuli perché il cerume che resta intrappolato all’interno del canale uditivo potrebbe portare con sé batteri, funghi e virus provocando, conseguentemente, infezioni ed infiammazioni.

 

 

E allora come fare per evitare di pulire le orecchie con il cotton fioc?

pulire le orecchie con il cotton fioc, quali sono i pericoli

Innanzitutto è bene sottolineare che non è necessario rimuovere continuamente la sostanza cerosa, è sufficiente farlo un paio di volte a settimana siccome la sua presenza, già di per sé, è indice di pulizia. Tuttavia, una corretta igiene è comunque necessaria, per cui è consigliato ricorrere a metodi alternativi al cotton fioc.

 Il bastoncino di cotone può essere sempre utilizzato ma solo ed esclusivamente per pulire la parte esterna dell’orecchio, il cosiddetto padiglione.

 

Per la pulizia più profonda si potrebbero utilizzare le gocce auricolari vendibili in farmacia che vanno messe nelle orecchie e lasciate agire per un po’, in modo tale che ammorbidiscano ed espellano in modo del tutto naturale il cerume presente. 

 

Quanto detto in merito ai rischi che si corrono nel pulire le orecchie con il cotton fioc vale ancor più per i bambini.

 

Una ricerca che è stata effettuata dal “Nationwide Children’s Hospital” negli Stati Uniti e pubblicato sul “Journal of Pediatrics” ha evidenziato come dal 1990 al 2010 più di 263000 bambini di età inferiore a 18 anni sono stati portati di urgenza al pronto soccorso per aver subito lesioni all’orecchio a causa del cotton fioc, impiegato dalle mamme per la pulizia o utilizzato per gioco dai bambini stessi.  

Secondo lo studio le diagnosi maggiormente frequenti sono state: lesioni per la perforazione della membrana esterna o del timpano ed, a seguire, la presenza di un corpo estraneo all’interno dell’orecchio, probabilmente una parte del tampone.

Ovviamente, in caso di lesioni di questo tipo, tutti i pazienti possono essere curati ma, ritardare nel trattamento curativo, potrebbe causare complicazioni come vertigini, problemi di equilibrio o addirittura perdita dell’udito.

 

Per questo motivo i medici, in generale, sono soliti mettere in allerta genitori e pazienti sull’uso dei tamponi di cotone, consigliando vivamente il ricorso a prodotti alternativi.

Come pulire le orecchie del neonato 

 

Fonte Immagine: Ingimage ID Immagini ISS_9650_66918- ISS_11551_01167

 



Iscriviti alla newsletter
Riceverai preziosi consigli e informazioni sugli ultimi contenuti, iscriviti alla nostra newsletter:

Dichiaro di aver letto l'informativa sulla privacy e di accettare le condizioni.

Seguici