Questo sito contribuisce
all'audience di

 

Seguici:

Pelle a tendenza atopica: dermatite prurito

Federica Federico

di Federica Federico

24 Ottobre 2017

La pelle a tendenza atopica é delicata, soggetta a secchezza, eruzioni cutanee e conseguenti manifestazioni pruriginose. 

La propensione della cute all’atopia interessa particolarmente i neonati e i bimbi piccoli perché l’organo pelle non è ancora completamente strutturato e il film lipidico, ovvero la naturale protezione della cute, non è maturo.

Pelle a tendenza atopica nei neonati e nei bambini, ecco cosa devono sapere le mamme e i papà:

ai genitori va detto che la tendenza atopica della cute si può manifestare anche presto, sin dai primissimi mesi di vita.

Tuttavia esistono delle accortezze per limitare l’esposizione della pelle ai fattori di rischio.

La pelle a tendenza atopica non va trascurata né sottovalutata, perchè le manifestazioni possono essere emotivamente e socialmente limitanti e  demotivati. 

Il segreto è facilitare e allungare i periodi di miglioramento.

Foto - Federica Federico ©VitadaMamma pelle a tendenza atopica

©VitadaMamma

 

Cosa serve alla pelle a tendenza atopica per stare bene?

L’ effetto grattugia è noto alle mamme dei bimbi con pelle a tendenza atopica: la cute si secca sino a indurirsi e a divenire ruvida in superficie, sfiorandola sembra di toccare una grattugia. 

 

Nutrire una pelle a tendenza atopica è il primo step, ma è necessario che la pelle nutrita profondamente venga anche a contatto con un lenitivo capace di minimizzare la fastidiosa sensazione di prurito.

 

 

Solo nutrendo, alleviando il prurito e proteggendo la pelle si può ristabilire il film idrolitico cutaneo e quindi si può curare la pelle a tendenza atopica. 

Per avere cura della pelle a tendenza atopica, in una parola sola serve protezione!

Mia figlia ed io abbiamo avuto la fortuna di incontrare nel nostro percorso  di convivenza con prurito e arrossamenti una crema in stik appena lanciata sul mercato e del tutto innovativa: Lipikar Stick AP+ , una non convenzionale risposta all’atopia firmata LA ROCHE-POSAY

Questa crema ha 3 fattori di vantaggio semplicemente fruibili dal bambino e dalla famiglia:

1. è altamente nutriente,

2. è  fortemente lenitiva,

3. è a misura di bambino perchè è in stick.

 

La nutrizione, in modo particolare, è garantita dal Burro di Karitèingrediente che aiuta ad esercitare sulla pelle un effetto ricostituente.

Da mamma di figlia con pelle a tendenza atopica non posso che soffermarmi sul formato in stick:

lo stick è simile a quello di un deodorante e per struttura e praticità consente ai bambini di applicare la crema autonomamente.

Il bambino può disporre della sua crema autonomamente e applicarla da solo sin dal 1° insorgere del prurito. 

Da quando usiamo questo stick, che non a torto si può definire “da borsetta”, mia figlia è autonoma e più pronta a risolvere da sola il suo problema.

 

Lipikar Stick AP+ di LA ROCHE-POSAY – ecco quali sono stati i benefici effettivi sulla pelle a tendenza atopica di mia figlia:

la pelle è più liscia, meno ruvida, più difficilmente si arrossa e non si spacca. Questo il risultato dopo 30 giorni di uso costante in associazione con prodotti idratanti. Per di più abbiamo incominciato ad usare Lipikar Stick AP+ in estate, periodo comunemente critico per la pelle a tendenza atopiaca perché il rossore e il prurito si acutizzano con la complicità del sudore e del caldo.

E’ evidente che l’azione ristrutturante e ricostituente di questo stick è molto efficace.

 

Il fattore che vi convincerà è la prontezza di Lipikar Stick AP+ : il bambino può usarlo sempre, in autonomia e in correlazione alle sue cure comuni; è così piccolo da stare in tasca; non unge e non macchia, quindi è un pronto intervento sempre sfruttabile; non brucia ed è quasi completamente in odore.

Leggi anche

Seguici