Seguici:

Mamma cerca il figlio: condividiamo il disperato appello

Mamma cerca il figlio lanciando un breve ma disperato appello su Facebook che in tanti ora stanno condividendo. Il piccolo era stato abbandonato alla nascita

di Maria Corbisiero

13 Ottobre 2017

Per una mamma un figlio è e resterà sempre una parte di lei, qualunque sia il loro destino, qualunque sia la loro storia o il loro cammino, una mamma custodirà per sempre quell’amore nel suo cuore.

Maria Cristina Zilli aveva solo 17 anni quando ha dovuto rinunciare al suo piccolo, un bambino che, a distanza di 43 anni, oggi cerca di ritrovare.

Mamma cerca il figlio: la storia.

Mamma cerca il figlio: condividiamo il disperato appello

Come riporta il quotidiano “Il Gazzettino”, era il 3 agosto del 1974 quando una giovanissima ragazza viene ricoverata presso l’ospedale di Padova e dà alla luce il suo primo figlio.

 

Residente all’epoca a Zoppola, un piccolo comune friulano situato nella provincia di Pordenone – oggi la donna risiede a San Vito al Tagliamento, sempre nella provincia di Pordenone in Friuli-Venezia Giulia ed è mamma di due figli ormai grandi – i suoi genitori avevano deciso di farla partorire fuori città nella speranza di poter evitare possibili ed infamanti chiacchiere da parte dei vicini.

Maria Cristina infatti si era innamorata di un militare friulano – il giornale non ne precisa l’età – che purtroppo, una volta appreso della gravidanza, ha rifiutato ogni responsabilità e scegliendo di scomparire dalla vita della 17enne rimasta ormai sola ad affrontare la maternità.

Mamma cerca il figlio: condividiamo il disperato appello.

Come detto in precedenza, Maria Cristina fu ricoverata nella Clinica ostetrica dell’Ospedale di Padova ma, a parto avvenuto, non le fu dato il tempo di vedere il piccolo che per nove mesi aveva custodito e cullato nel suo ventre.

Non un abbraccio, non un bacio o un addio, tutto ciò che la neo mamma riuscì a vedere era un fagottino azzurro che si allontanava per sempre da lei. Il piccolo fu poi portato in un orfanotrofio della città.

 

Oggi, a distanza di 43 anni, la mamma cerca il figlio e lo fa postando un appello su Facebook, lo stesso ripreso dal succitato giornale:

<<Mi chiamo Maria Cristina Zilli, nata il 23 ottobre 1956. Ti cerco, Amore>>.

Mamma cerca il figlio: condividiamo il disperato appello

La mamma cerca il figlio affidandosi all’immenso mare della rete sperando così di poter raggiungere quel bambino, oggi uomo, che, pur non avendolo mai visto, non è mai riuscita a dimenticare.

Aiutiamola nella sua ricerca, condividiamo il suo messaggio e la sua storia nella speranza che qualcuno si riconosca in essa e che finalmente madre e figlio possano godere di quel primo abbraccio che fu negato loro 43 anni fa.

 

Fonte: Il GazzettinoIl Messaggero

 

 

 

Fonte immagine di copertina Ingimage con licenza d’uso ID: 02J68181

 



Iscriviti alla newsletter
Riceverai preziosi consigli e informazioni sugli ultimi contenuti, iscriviti alla nostra newsletter:

Dichiaro di aver letto l'informativa sulla privacy e di accettare le condizioni.

Seguici