Questo sito contribuisce
all'audience di

 

Seguici:

Non regalare un cane a Natale: niente cuccioli sotto l’albero, motivi

Non regalare un cane a Natale: 5 motivi per non mettere un cucciolo di animale sotto l'albero. Responsabilità nell'adozione e nella cura dell'amico a 4zampe

Monia Uliana

di Monia Uliana

07 Dicembre 2017

Il consumismo e l’abbondanza che regna ormai nelle feste natalizie è davvero grande e proprio per questo molti dei regali ricevuti finiscono inutilizzati.I bambini, che tendono a chiedere sempre di più e qualcosa di sempre più grande e impegnativo, molte volte hanno il desiderio di possedere un cucciolo e talvolta lo domandano come dono sotto l’albero: tuttavia esistono almeno 5 buone ragioni per non regalare un cane a Natale.

 

Simone Dalla Valle è un educatore cinofilo di grande competenza. Famoso per aver scritto numerosi libri e per aver condotto il programma televisivo “Missione Cuccioli”. Dall’alto della sua esperienza afferma con certezza che la miglior scelta è non regalare un cane a Natale.

 non regalare un cane a Natale consigli
Perchè non regalare un cane a Natale, spunti di riflessione

1- Adottare un cane non è una decisione da prendere velocemente.

 

Prendersi cura di un cane è un grande impegno che coinvolge tutta la famiglia. È importante quindi che la scelta sia prima affrontata e valutata da tutti i membri del nucleo familiare.

 

Il cane è un essere vivente che ha le sue necessità e che porta a delle modifiche nella quotidianità di una famiglia. Proprio per queste motivazioni l’adozione del cane non è una scelta da prendere alla leggera e quindi è sempre meglio non regalare un cane a Natale per non correre il rischio di compiere una scelta enfatizzata dal desiderio di fare un grande regalo.

 

2- L’importanza di scegliere il cane giusto non va mai sottovalutata.

 

Una considerazione importante va fatta anche sul tipo di cane che si andrà a scegliere. I cuccioli sono davvero teneri e fanno innamorare al primo sguardo ma poi crescono e cambiano anche le loro necessità, rispetto alle quali la razza del cane non è un fattore secondario.

Può sembrare banale, ma domandatevi se quello che state scegliendo come cane, amico, coinquilino e compagno di vita è a pelo lungo o a pelo corto, di taglia piccola, media o grande o, per esempio, se è un cane che necessita di correre molto oppure tendenzialmente è portato a questa o quella debolezza fisica.

Bambini e Pitbull: la verità sulle aggressioni

Le sfaccettature da considerare sono molteplici. Se regalare un cane a Natale significa affrettare la scelta, non fatelo!

 

Regalare un cane a Natale è più che un regalo costoso: è un impegno economico di lungo termine.

 

3- Anche l’aspetto economico ha il suo peso.

Come già detto in precedenza un cane è un essere vivente con dei bisogni e questi hanno un costo. Cibo, vaccini, cure veterinarie, prodotti per l’igiene possono incidere molto sulle uscite familiari. Senza contare che se non si opta per l’adozione in un canile un cucciolo di razza ha un costo che può essere anche parecchio elevato.

 

La vita di un amico a quattro zampe poi in media ha una durata di 10 – 15 anni e questo va sicuramente tenuto in considerazione.

 

4- È importante instaurare un rapporto con il cane.

Il cane non è un oggetto e non deve mai essere visto come tale. Non regalare un cane a Natale, rifiutandosi di porre il cucciolo alla stregua di un oggetto, può essere persino una scelta ideale.

 

Seppure il vostro cagnolino dovesse comparire sotto l’albero, educate i bambini a considerare un animale come un essere vivente, con dei sentimenti e con una sua personalità, perchè tale è!

 

È fondamentale che il bambino instauri un rapporto ed una complicità con il cane e questo può avvenire solo con il contatto e la conoscenza.Per cui se intendete regalare un cane a Natale siate pronti a questa promiscuità con i bambini, posto che poi si traduce solo in positivo!

 

5- Non regalare un cane a Natale per poi abbandonarlo a Pasqua.

 

Il business del Natale è davvero dannoso per il mercato degli animali.In questo periodo dell’anno il mercato degli animali ha un sovraffollamento di domande. Questo porta allo sfruttamento delle cagnoline per partorire cuccioli da vendere ed a traffici illegali dall’Est dell’Europa in condizioni davvero critiche. Per chi ha a cuore il mondo animale già questa motivazione dovrebbe bastare per non regalare un cane a Natale.

 

Cosa fare se il bambino desidera avere un amico a quattro zampe?

Avere un cane è sicuramente una cosa positiva per vostro figlio. Lo aiuterà a responsabilizzarsi e capirà cos’è l’amore grazie alla grande fedeltà e affetto che i cani sanno dare.

 

Eventualmente decidete di non regalare un cane a Natale,

facendo le giuste riflessioni appare chiaro che il cucciolo non va equiparato ad un oggetto e va sottratto alle logiche consumistiche. Prendete con calma la decisione di fare il grande passo dell’adozione.  

Suggerimenti pratici: potete far conoscere l’ambiente del canile a vostro figlio così che si renda conto dell’impegno che un cane porta; scegliete poi un periodo dell’anno lontano dalle feste natalizie e che abbia temperature più miti così che possiate stare all’aria aperta a vivere appieno questa nuova avventura.


Fonte immagine: Ingimage con licenza d’uso ID Image 02E36289

Leggi anche

Seguici