Questo sito contribuisce
all'audience di

 

Seguici:

Regali da NON fare alle mamme

Regali da NON fare alle mamme, a meno che nn vogliate farle seriamente arrabbiare. Tenete conto della sensibilità femminile prima di acquistare un regalo.

Carla Gozzer

di Carla Gozzer

30 Novembre 2018

Bisogna pensare ai regali di Natale, è ormai tempo! Bellissimo? Sì, ma anche impegnativo! Già sentiamo quella vocina che ci mette in ansia sui possibili regali natalizi, perché l’esperienza insegna che ci sono regali da non fare se davvero vogliamo bene a una persona e ci sono persone “sensibili” che certi regali proprio non li digeriscono. Per non parlare dei regali inopportuni, di quelli imbarazzanti o inutili. Insomma, i regali di Natale non sono una roba facile nè di poco conto, ci vuole intelligenza, diplomazia e astuzia.  

 

Da donne, tenuto conto della sensibilità femminile e dell’organizzazione domestica, ci siamo chieste quali siano i regali da non fare alle mamme. L’elenco di regali off-limits che ne è venuto fuori apre a qualche spunto di riflessione.

Natale, regali da non fare alle mamme

Il regalo voluminoso è il primo tra i regali da non fare alle mamme.

 

A meno che non se lo aspetta, quando una mamma apre la porta e vede un pacco enorme con dietro, nascosto dalla carta natalizia che avvolge il regalo, la punta del cappello e i piedi del proprio ospite, l’unico iniziale pensiero della padrona di casa è: “Qualsiasi cosa sia, dove la metto?!

 

Scartato il regalo e scoperto cosa sia può tirare un sospiro di sollievo o disperarsi completamente. Se è un gioco per i bambini e i pargoli sono entusiasti della novità è necessario per forza trovargli un posto.

 

Ed ecco così che si inizia una interminabile partita a tetris: sposta il trenino, incastra la casetta, gira il cavallo a dondolo, metti la sediolina sul tavolino, il tavolino sopra il baule, finito, oh no, quello è rimasto fuori!

regali da non fare alle mamme

Un cucciolo è uno dei regali da non fare alle mamme (non senza un preventivo accordo tra adulti).

 

Dovrebbe essere scontato, ma non sempre lo è. Un cucciolo è uno di quei regali da non fare se non si sa cosa ne pensano i genitori. La felicità dei bambini può non essere condivisa da una mamma a cui poi saranno delegate tutte le attenzioni e le cure che un animale richiede, comprese anche le spese necessarie al suo sostentamento.

 

Prima di regalare un cucciolo, che può certamente essere un valore aggiunto per la famiglia, è indispensabile concordare col genitore questo “nuovo ingresso in famiglia”.

 

Tra i regali che fanno impazzire le mamme, ce ne sono anche alcuni da non fare ai bambini: non regalate smartphone o tablet ai bimbi senza un preventivo accordo con i genitori.

 

Quando un bambino riceve uno smartphone o un tablet, la sua mamma vede vanificarsi ogni tentativo di limitazione che ha attuato fino a quel momento.

 

Il bambino né sarà sicuramente contento, finalmente ha la possibilità di eludere il controllo di mamma!

 

Regalare però un oggetto elettronico senza il consenso dei genitori può creare discussioni in casa, anche a lungo termine e che possono riguardare il tempo da impiegare sull’apparecchio o l’uso che il bambino ne fa. Oltretutto è un oggetto molto costoso che richiede una capacità e un’attenzione anche nel maneggiarlo: una mamma potrebbe vedersi costretta a non darglielo finchè non lo riterrà opportuno!

 

Ciò potrebbe anche creare disorientamento nel bambino: un bimbo stenta a capire perchè un adultto fa un regalo e un altro lo sequestra, lui, più banalmente, esemplifica questi comportamenti e finisce col considerare quello della mamma “cattivo”, cioè limitativo.

 

Senza contare che in alcune famiglie potrebbe essere visto come un’imposizione su un’atmosfera natalizia più spirituale e quindi questo dono potrebbe creare dei risentimenti anche tra adulti! Non vale proprio la pena litigare per questo motivo, smartphone e tablet sono regali da non fare se non ci si è confrontati prima con i genitori!

 

I soprammobili sono regali da non fare assolutamente alle mamme.

 

Per quanto carini e estremamente divertenti anche i soprammobili rientrano nella categoria dei regali da non fare. 

 

Eccetto passioni conclamate e collezioni, quale mamma è contenta di avere un altro impiccio da spolverare?

Ci sono poi dei regali da non fare perchè fuori stagione.

Ci sono regali da non fare in inverno per una serie di motivi. Fa freddo, fuori piove, c’è la neve, il gelo, i pinguini e quei giochi che devono per forza essere usati in ampi spazi non sono una grande idea a meno che chi li regala non sappia già che a casa di chi li riceverà c’è la possibilità di usarli subito!

 

Un esempio è la corda per saltare o il pallone da calcio, quello bello, professionale, di cuoio, durissimo. Ricevere un gioco del genere è il fischio di inizio di un match tra mamma e figlio su dove, quando e come giocare con il nuovo regalo! Una partita senza fine che mina la pace casalinga e forse anche l’integrità fisica della casa: sicuro che, con la fortuna che ci si ritrova, il pallone o la corda potrebbero avere un incontro ravvicinato (o più probabilmente uno scontro) con quel vaso o quella cornice a cui mamma, papà, nonna, zio, prozia, trisavolo tengono tanto!

 

Potrebbe essere diverso per il pallone da calcio firmato da Francesco Totti o da qualche altro campione: in questo caso il regalo verrà omaggiato alla giusta maniera su una qualche mensola o altarino, ma forse allora è meglio rileggere la riflessione sui soprammobili giusto qualche riga sopra!

 

I giochi che i bambini non possono fare da soli sono regali da non fare, coinvolgono indirettamente i genitori.

 

Qualche anno fa mia figlia ha ricevuto un regalo bellissimo che conteneva tra le altre cose un colorante rosso per rendere il tutto più veritiero. Un pomeriggio, approfittando dell’assenza di mamma, ha montato il gioco, ha usato il colorante e si è divertita tantissimo….Per fortuna non era tossico, sebbene fosse ovunque, su di lei e nella stanza. Abbiamo ridipinto le macchie sul muro, ma anche a distanza di qualche settimana, continuava ad uscire il rosso dal pavimento ogni volta che lavo per terra. Entusiasmante.

 

Basta questo per capire perché giochi che i bambini non possono fare da soli rientrano nei regali da non fare. Una mamma non vuole essere la cattiva di turno che vieta o sequestra al figlio qualcosa perché in quel momento non può seguirlo.

 

I famigerati abbonamenti agli eventi sono regali da non fare?

 

Un abbonamento a una serie di eventi, che siano sportivi o di altro tipo, può essere un regalo davvero apprezzato se il bambino prova interesse per quella attività! Il pericolo si corre quando però esclude un membro della famiglia: se per esempio moglie o marito si accordano con un’amica o un amico per regalarsi vicendevolmente una serie di eventi da trascorrere insieme sia pure con i figli ma senza il consorte, qualcuno (per esempio l’escluso) potrebbe non esserne molto contento! A meno che chi viene lasciato a casa non colga questo regalo come un’opportunità per godersi una serata alternativa in libertà o con gli altri figli!. 

regali da non fare alle mamme

Tra i regali da non fare alle mamme rientrano, a pieno titolo, anche quelli equivoci, ovvero quelli che possono creare qualche incomprensione.

 

Scartare davanti a un bambino di 5-6 anni un completino ultra-sexy forse non rientra nei momenti migliori di una mamma. Come non lo è rispondere alla domanda “Ma che cos’è?!”. Oppure sentire dopo qualche tempo il figlio che se va in giro dicendo “XXX ha regalato a mamma delle mutande piccole piccole!”. Perché si sa, i bambini sono completamente inopportuni nel loro innocente tempismo!

 

Questo è un esempio dei regali da non fare davanti ai bambini. Bisogna ricordarsi della presenza dei bimbi anche quando si pensa di regalare oggetti di uso comune ma dalla forma ambigua o brutta: la battuta che può venirne fuori nel momento dello scartamento dei regali potrebbe non valere i momenti di imbarazzo che i bambini possono ingenuamente provocare. Oppure costringono mamma e papà a nascondere (e dimenticare) quell’oggetto astruso.

 

Anche regalare piccoli elettrodomestici per la casa potrebbe non essere molto apprezzato. Per esempio regalare un ferro da stiro potrebbe mettere in discussione la capacità organizzativa  di una mamma che di roba da stirare ne ha accumulata veramente troppa. Senza parlare di scope elettriche, robot vari che girano per casa e fanno tutto da soli, piccoli attrezzi per semplificarsi la vita. O regalare un telefono per una casa che forse non ha neanche la linea telefonica fissa.

 

Se non sono richiesti dalla famiglia in questione questi sono tutti regali da non fare a Natale, perché potrebbero urtare la sensibilità di chi li riceve perché potrebbero essere interpretati come la critica per una mancanza (di organizzazione, di pulizia, ecc..).

 

Altro livello di regali da non fare alle mamme sono i cosmetici anti-rughe, anti-età, anti-caduta dei capelli, anti-cellulite, anti-forfora, anti-qualunque cosa sottolinei che non si è più giovani come una volta o che bisognerebbe migliorare le proprie abitudini igienico-sanitarie.

 

Questa tipologia di doni potrebbe risultare proprio offensiva.

 

Ovviamente questi sono solo i suggerimenti di Vitadamamma sui regali da non fare , c’è chi potrebbe dire che un dono è fatto con il cuore sarà sempre ben accetto e lo spirito natalizio ammorbidirà ogni incomprensione!

 


Fonte immagini 123RF con licenza d’uso – immagine Facebook diritto d’autore: sebastiangauert / 123RF Archivio Fotografico

Leggi anche

Seguici