Questo sito contribuisce
all'audience di

 

Seguici:

Noemi ha aperto gli occhi: “Datemi le mie bambole”

Noemi ha aperto gli occhi e respira senza l'ausilio di una respirazione meccanica, il prossimo bollettino tra 24 h, ma le notizie sono confortanti.

Redazione VitaDaMamma

di Redazione VitaDaMamma

10 Maggio 2019

Aggiornamento al 16 maggio 2019 ore 15:00

Il papà di Noemi ha fatto sapere che la bambina è stata stubata ma non ha ancora parlato – Qui  la dichiarazione che rettifica e smentisce la notizia diffusa nei giorni scorsi. In prima persona ci scusiamo per aver dato notizia delle prime parole di Noemi affidandoci agli organi di stampa nazionali.

Il papà di Noemi ha fatto sapere che si è romanzato troppo.

Dal Santobono di Napoli arriva un bollettino medico finalmente confortante, per la prima volta, e poco dopo l’arresto del responsabile dell’agguato di Piazza Nazionale, si parla di Noemi come di una bambina viva, vigile, ingenuamente meravigliosa, più precisamente possiamo parlarne ora come di una bambina che vuole le sue bambole:

Noemi respira da sola ed è cosciente.

Noemi

La bimba, come prima cosa dopo essere uscita dalla sedazione farmacologica, ha chiesto le sue bambole. Una richiesta che evoca normalità, una richiesta dolce e ingenua, come solo una bambina sa essere.

Datemi le mie bambole – questo il primo desiderio della piccola Noemi non appena ha aperto gli occhi.

I medici hanno condotto la bimba ad uno stato di sedazione non profonda, il bollettino ufficiale evidenzia che attualmente Noemi presenta una valida respirazione spontanea, supportata da ossigeno ad alti flussi, senza necessità di ventilazione meccanicaLa prognosi ressta riservata, ma con fiducia si attende il prossimo bollettino che sarà diramato tra 24 ore.

Leggi anche

Seguici