Questo sito contribuisce
all'audience di

 

Seguici:

Come sostituire le palme benedette

I fedeli si chiedono come sostituire le palme benedette nella domenica delle palme ai tempi del Coronavirus. Differenza tra palma per la liturgia e addobbo.

Federica Federico

di Federica Federico

05 Aprile 2020

La Domenica delle Palme è la ricorrenza religiosa più prossima alla Pasqua,  precisamente cade e si festeggia una settimana prima della Santa Pasqua. La palma ne è il simbolo. Oggi, causa Coronavirus, il simbolo di questa giornata non ha potuto raggiungere le famiglie di fedeli e tutti si domandano come sostituire le palme benedette con un simbolo equivalente.

 

Come sostituire le palme benedette

Come sostituire le palme benedette: addobbare la casa e la liturgia sono due cose distinte. Facciamo chiarezza.

 

Perché si chiama Domenica delle Palme e qual è il senso di questo ramo verde?

 

In questa domenica, la palma diventa simbolica poiché ricorda il gesto della folla festante che accolse l’ingresso di Cristo a Gerusalemme. La folla abbracciò Gesù proprio agitando ramoscelli di palma; c’è chi sottolinea che questo mare di palme, simbolicamente, prefigurò la resurrezione dopo la morte.

 

La palma infatti è il simbolo della rinascita che, da sempre, torna nell’immaginario cristiano, basti pensare che ha lo stesso significato simbolico quando viene associata (come accade nell’Apocalisse) alla resurrezione dei martiri.

 

In tempi di Coronavirus, però, non è possibile benedire e distribuire le palme, quello che comunemente accadeva nei luoghi di culto è inibito come conseguenza diretta dei divieti di assembramenti e della chiusura delle Chiese.  In quest’ottica tutti i fedeli si chiedono come sostituire le palme benedette.

 

come sostituire le palme benedette

Come sostituire le palme benedette per averne comunque un simbolo di questa giornata nelle proprie case e per la liturgia.

 

I ramoscelli di palma benedetti sono simbolo di rinascita e speranza, vengono portati a casa dai fedeli e comunemente sono utilizzati dal capofamiglia nel giorno di Pasqua per benedire la tavola imbandita.

 

E’ possibile usare i rametti dello scorso anno o degli anni precedenti, se ne custodite qualcuno in casa. Allo stesso modo, potete benedire la tavola con acquasanta custodita in casa, se ne avete. Per la liturgia vanno bene, secondo i dettami della Conferenza episcopale italiana, rami d’ulivo, di palma o di altra pianta verde.

Questa indicazione, rami d’ulivo, di palma o di altra pianta verde, vale per la partecipazione a distanza alla liturgia delle Palme. Rispetto alla benedizione e alla liturgia anche seguita online o in televisione il valore simbolico della palma, passa sul ramo in sé, che dev’essere parte di una pianta verde, quale che sia.

Rispetto alla liturgia e alla benedizione non assolvono a uso specifico disegni o lavoretti.

 

Come sostituire le palme benedette per addobbare la casa e trasmettere a tutti un simbolo di pace?

 

La benedizione della casa deve oggi essere assunta come simbolica ma tesa all’evocazione profonda del bene e dell’amore di Dio, pertanto seppure vi dovesse mancare la palma affidatevi alla preghiera, viceversa, se vi è possibile, sostituitela nella liturgia con un ramo verde, come poc’anzi accennato.

 

Viceversa, per addobbare la casa e dare ai bambini e ai vicini segno di pace e speranza, lasciate che i bambini facciano un disegno o ne colorino uno, ritagliatelo e attaccatelo su un cartoncino, ove possibile appendete alle porte di casa i disegni delle palme e questi lavoretti home made. Questo varrà per voi come simbolo profondo della resurrezione e della rinascita.

 

Oggi, nella Domenica delle Palme, possiamo recitare una preghiera che invochi il senso di questa ricorrenza e ci chiami a ricordare i sentimenti più profondi di questa giornata di festa cristiana:

 

Per i meriti della tua Passione e Morte, Gesù, questo ulivo benedetto sia il simbolo della tua Pace, nella nostra casa. sia anche il segno del nostro aderire sereno all’ordine proposto al tuo Vangelo. Benedetto Colui che viene nel nome del Signore!

Ripetiamo 3 volte:

Benedici Signore la mia casa, proteggi la mia famiglia ed i membri che vi abitano. AMEN

Leggi anche

Seguici