Questo sito contribuisce
all'audience di

 

Seguici:

Riapertura scuole materne: bozza Piano scuola 2020-2021

Dopo numerose ipotesi e proposte, gli organi di stampa hanno reso nota la bozza del Piano scuola 2020-2021, le linee guida per la riapertura scuole materne.

Maria Corbisiero

di Maria Corbisiero

25 Giugno 2020

In questi ultimi mesi si è parlato tanto delle linee guida per il prossimo anno scolastico, indicazioni che facevano quasi sempre riferimento alla scuola primaria e secondaria. Finalmente, grazie alla recente diffusione da parte degli organi di stampa nazionali della bozza del Piano scuola 2020-2021, sono emerse le prime indiscrezioni sulla riapertura scuole materne.

 

Riapertura scuole materne: la bozza del Piano scuola 2020-2021

Riapertura scuole materne: la bozza del Piano scuola 2020-2021- Fonte immagini 123rf.com con licenza d’uso


 

Riapertura scuole materne: bozza del Piano scuola 2020-2021.

 

Le prime indicazioni riportate nella bozza del Piano scuola 2020-2021 – definita bozza perché nulla è stato reso ancora definitivo – fornite dai quotidiani nazionali sembrano seguire quelle contenute nel documento elaborato e redatto dal Comitato tecnico scientifico (CTS), reso noto alla fine di Maggio.

I bambini ed i ragazzi che il prossimo Settembre frequenteranno la scuola primaria e secondaria di I e II grado (elementari, medie e superiori) dovranno indossare le mascherine e mantenere un distanziamento interpersonale di almeno un metro. Inoltre, per tali classi, il ministero dell’istruzione avrebbe previsto:

 

  • Divisione delle classi in gruppi per materie;
  • aggregazioni di studenti, anche di diverse età e proveniente da classi diverse;
  • turni differenziati per consentire a tutti di fare lezione in presenza;
  • la possibilità di fare lezione anche il sabato;
  • la didattica a distanza per le scuole secondarie di II grado.

 

Ai presidi e agli Enti locali, forti dell’Autonomia scolastica, sarà data la possibilità di prendere diverse decisioni, sia per quanto concerne la riorganizzazione degli spazi della scuola, usufruendo anche di quelli esterni, che per eventuali orari d’ingresso scaglionati, al fine di evitare assembramenti.

 

Ma, come detto in precedenza, nella bozza del Piano scuola 2020-2021 sono presenti anche le linee guida per la riapertura scuole materne che si  possono riassumere in 3 punti focali.

 

1 – Riapertura scuole materne: uso degli spazi. Nella riorganizzazione per la ripresa delle attività didattiche, le scuole dell’infanzia dovranno valorizzare sia gli spazi interni che quelli esterni, prediligendo in modo particolare questi ultimi quando le condizioni meteo lo consentono.

Tutti gli ambienti scolastici (classi, saloni, atrio, ecc.) dovranno essere divisi e riconvertiti così da poter creare ambienti distinti e separati dove accogliere i bambini che, opportunamente divisi in gruppi stabili di apprendimento, potranno relazionarsi, apprendere e giocare utilizzando gli arredi ed i giocattoli assegnati a quello specifico spazio, opportunamente sanificati.

Anche i pasti dovranno essere riorganizzati in base agli spazi disponibili. La colazione o la merenda dovranno essere consumate nello spazio dedicato al gruppo di bambini (la classe a loro assegnata) mentre il pasto completo potrà essere consumato in mensa o in refettorio opportunamente organizzato e sanificato.

 

Riapertura scuole materne: la bozza del Piano scuola 2020-2021

Riapertura scuole materne: la bozza del Piano scuola 2020-2021- Fonte immagini 123rf.com con licenza d’uso


 

2 – Riapertura scuole materne: sicurezza dei bambini e qualità pedagogica. Per i bambini il ritorno a scuola dovrà avvenire nel modo più naturale possibile, per tale motivo dovranno essere lasciati liberi di esprimersi, evitando loro eventuali costrizioni ma nella più assoluta sicurezza.

L’orario di ingresso e di uscita potrà essere adattato alle nuove esigenze, anche effettuando un ampliamento della fascia temporale che regola l’entrata e l’uscita, preventivamente concordata con i genitori.

 

Una particolare attenzione andrà prestata ai bambini che il prossimo settembre si approcciano alla scuola per la prima volta. Ai piccoli neo iscritti, e ai loro genitori, verranno dedicati momenti di ascolto ed un percorso di ambientamento.

Nel contempo le insegnanti dovranno preparare e guidare verso una graduale ritrovata normalità i bambini che a causa del lockdown hanno dovuto interrompere bruscamente il loro percorso scolastico. Per far ciò, i piccoli scolari verranno suddivisi in gruppi stabili – stessi compagni, stesse insegnanti, stessi collaboratori – e assegnati ad una specifica aula nella quale potranno giocare e muoversi liberamente.

 

3 – Riapertura scuole materne: uso dei dispositivi di protezione. Come previsto dalle linee guida redatte dal Cts, i bambini sotto i 6 anni non avranno l’obbligo di indossare la mascherina.

Saranno gli adulti, in questo caso gli insegnanti ed i collaboratori, ad indossare i dispositivi di protezione che per le scuole dell’infanzia si traducono in guanti di nitrile e visiere “leggere”. Ciò consentirà al personale addetto di poter mantenere un contatto ravvicinato con i bambini e nel contempo rendersi riconoscibile a questi ultimi.

 

Ricordiamo ancora una volta che tali indicazioni sono presenti nella bozza del Piano scuola 202-2021, linee guida non ancora ufficiali che possono subire ulteriori cambiamenti nel corso delle prossime settimane.

 
 

Fonte: LaPresseTgcom24

Leggi anche

Seguici