Seguici:

Il linguaggio del corpo di Kate Middleton: è lei il capobranco

Il linguaggio del corpo di Kate Middleton rivela la sua crescita come membro della famiglia reale: è cambiata di anno in anno e oggi è una capobranco.

Redazione VitaDaMamma

di Redazione VitaDaMamma

04 Gennaio 2021

I personaggi pubblici si trovano tutti costretti, in un modo o in un altro, a cucire sulla propria pelle un’identità da esporre al pubblico. Hanno bisogno di un’immagine che rispetti ciò che sono, ma senza lasciar trapelare tutto di sé; vengono chiamati a celare debolezze e imperfezioni senza tradire, però, le aspettative comuni; eventualmente, come nel caso della famiglia reale inglese, devono proporsi agli occhi del “popolo” innovativi e propositivi pur non smentendo la tradizione.

Malgrado tutto ciò, il linguaggio del corpo può tradire anche ciò che questi personaggi provano a celare. Per esempio, il linguaggio del corpo di Kate Middleton dice molto del suo ruolo nella famiglia, stando a quanto riferisce la Dottoressa Judi James, un’illustre esperta di linguaggio corporale.

 

Il linguaggio del corpo di Kate Middleton: è lei il capobranco

Il linguaggio del corpo di Kate Middleton esaminato da una dottoressa britannica. Diritto d’autore : erika8213 ©123RF.com
ID Immagine : 80680486 con licenza d’uso.

Il linguaggio del corpo di Kate Middleton: è diventata lei il capobranco in famiglia.

 

La stampa britannica segue la disamina dell’esperta, la conclusione è che la Duchessa avrebbe accresciuto il suo status personale acquistando centralità anno dopo anno.

 

L’ultima foto natalizia della coppia, il tradizionale biglietto di Natale fotografico che il Duca e la Duchessa di Cambridge rilasciano ogni anno, attesta, questa volta senza ombra di dubbio, proprio la crescita di Kate.

 

Nella foto di Natale di quest’anno la Duchessa consolida il suo ruolo familiare: il linguaggio del corpo di Kate Middleton dimostrerebbe una centralità “sottratta” persino al marito.

 

Si parta da un presupposto: è da anni che Kate ha stabilito la sua fama di “Duchessa Domestica”:

  • rende pubbliche foto “casalinghe”;
  • ricicla cappotti;
  • indossa anche abiti alla portata di tutti;
  • si adatta a ogni circostanza e, soprattutto, si mostra estremamente coinvolta dal suo ruolo di madre concentrando sulla famiglia un’energia che mischia amore, tradizione e innovazione.

 

La foto del precedente Natale aveva avuto un posto d’onore sulla scrivania di sua maestà, la nonna di William aveva dato risalto a quel ritratto mostrandolo alla nazione con fierezza. E ce lo ricorda, a distanza di un anno un post Instagram ancora profumato di Natale e normalità (era il Natale pre-covid quello della foto che stiamo per descrivere, era il dicembre del 2019; l’immagine è quella che apprezziamo incorniciata al centro della foto Instagram sulla scrivania della Regina).

 

Mentre in quella foto William era al centro dello scatto, sedeva in sella a una moto d’epoca contorniamo dai figli e con Kate che gli teneva una mano sulla spalla;  oggi, nella foto del Natale 2020, il focus sembra essere Kate che, diritta e fiera, emerge come il pilastro della famiglia.

 

Il linguaggio del corpo di Kate Middleton rivela una donna fiera, eretta su tutti, pronta a sorreggere la sua famiglia.

 

Nell’attuale foto natalizia, sulle ginocchia di mamma Kate siede la principessa Charlotte, cinque anni, che, a quanto pare dal suo atteggiamento corporale, non ha bisogno di nessun sostegno né accompagnamento. Secondo l’esperta di linguaggio del corpo, Charlotte è spavalda e sta a suo aggio dinnanzi alla camera.

 

Più a sinistra dell’osservatore c’è William, che, a detta dell’esperta di linguaggio del corpo, qui non sembra elemento centrale dell’immagine. William tiene in braccio un adorabile principe Louis, due anni, sorridente come il principe George, sette anni, primo elemento della foto.

L’erede al trono George è già autonomo: il bimbo sta appoggiato su una balla di fieno e sembra orgogliosamente consapevole di essere il primo della fila familiare.

 

Lo scatto è stato sezionato dall’esperta di linguaggio del corpo, Judi James, che, senza troppi dubbi, ha attribuito a Kate Middleton il titolo di “leader del branco”.

 

Sempre secondo l’esperta, lo scatto, apparentemente casalingo, si struttura in modo da sottolineare l’unità e la compattezza familiare.

 

Kate sembra davvero la leader del brancosostiene l’esperta -, seduta in posizione eretta come la spina dorsale della famiglia e saluta la telecamera con un contatto visivo diretto che segnala alti livelli di fiducia”.

 

Sempre secondo l’esperta, Charlotte è capace di competere col ruolo centrale di sua madre: tra le due c’è una bella lotta per il titolo di membro più consapevole delle proprie capacità e fiducioso del gruppo familiare.

Il linguaggio del corpo di Charlotte indica una forte concentrazione e una capacità di ascolto attivo e senso critico, così piccola sembra già consapevole di tutto ciò che le si muove intorno. Una capacità che la mamma, invece, ha dovuto sviluppare nel tempo.

 

L’esperta sottolinea che nelle prime foto con William Kate sembrava più imprigionata nel suo ruolo che partecipe ad esso, la prima cartolina natalizia della coppia li ritraeva in un istante del tour australiano che affrontarono dopo il matrimonio, ebbene mentre William era rilassato e a suo agio, Kate restava più distante dal marito e tesa. Questa tensione della neo Duchessa si è lentamente stemperata scomparendo già nella cartolina natalizia del 2013 che cristallizzava il momento del battesiomo di George e definitivamente restando un ricordo lontano negli anni a venire: la famiglia è stata compattata dalla nascita dei figli e Kate Middleton nel ruolo di madre ha trovato se stessa e il suo rilassamento. Già la cartolina di Natale del 2015 dimostra tutto questo:

 

Il linguaggio del corpo di Kate dimostra la sua crescita come donna e come duchessa.



Iscriviti alla newsletter
Riceverai preziosi consigli e informazioni sugli ultimi contenuti, iscriviti alla nostra newsletter:

Dichiaro di aver letto l'informativa sulla privacy e di accettare le condizioni.

Seguici