Seguici:

8 papà scomparsi da ricordare nel giorno della Festa del papà

Nel giorno della Festa del papà, celebrata in Italia ogni 19 Marzo, Vita da mamma vuole ricordare 10 papà scomparsi, persone famose e non da non dimenticare

Maria Corbisiero

di Maria Corbisiero

19 Marzo 2021

Ogni 19 marzo, giorno in cui si festeggia San Giuseppe, l’umile e buon falegname che sposò la Vergine Maria, considerato il padre di Gesù, in Italia si celebra la paternità. In questa particolare ricorrenza, vitadamamma ha deciso di dedicare un pensiero speciale a coloro che non ci sono più: 8 papà scomparsi, personaggi famosi e non, da non dimenticare.

 

8 papà scomparsi da ricordare nel giorno della Festa del papà

8 papà scomparsi da ricordare nel giorno della Festa del papà.
Foto diritto d’autore: Kostia Gerashchenko© 123RF.com – ID Immagine: 61252930 con licenza d’uso.

 

8 papà scomparsi da ricordare nel giorno della Festa del papà.

 

Nella giornata della Festa del papà l’augurio di tutte noi va a coloro che proteggono da lontano i propri cari e a tutti quei figli che nella giornata odierna, e in molte altre ricorrenze, indirizzeranno lo sguardo al cielo e rivolgeranno un pensiero al loro angelo.

Gli 8 papà scomparsi da ricordare che qui si seguito racconteremo sono purtroppo solo un piccolo esempio delle tante sedie lasciate prematuramente o improvvisamente vuote, assenze che pesano nel cuore e nell’animo dei loro familiari.

 

1 – Davide Astori: il calciatore, ex capitano della Fiorentina, ha vissuto le gioie della paternità per soli due anni. La sua piccola Vittoria, la bimba nata il 17 Febbraio 2016 dal suo legame con la modella e attrice Francesca Fioretti, aveva da poco compiuto due anni quando il suo papà si è addormentato per sempre.

La sera del 3 Marzo 2018 Astori, in trasferta ad Udine con la sua squadra, aveva salutato la compagna al telefono, del tutto inconsapevole che quella sarebbe stata l’ultima volta. La mattina successiva infatti il calciatore fu ritrovato senza vita nella sua stanza d’albergo, un problema cardiaco l’aveva strappato dalle braccia dei suoi affetti più cari. Aveva 31 anni.

Oggi vogliamo ricordarlo, insieme agli altri papà scomparsi, come un dolce angelo che veglia la sua piccola, proprio come nell’immagine realizzata dall’artista Antonio Federico.

 

 

2 – Bud Spencer: tutti noi lo abbiamo conosciuto con questo nome, Bud Spencer il gigante buono che picchiava i cattivi insieme al suo amico Terence Hill. Eppure Carlo Pedersoli, vero nome dell’attore deceduto a 86 anni il 27 giugno 2016, è stato soprattutto un padre dal carattere non dissimile a quello visto in tv.

A raccontare del suo angelo custode formato XXXL è stata la seconda figlia dell’attore, la pittrice e scultrice Cristiana Pedersoli che, attraverso il libro “Bud. Un gigante per papà”, ha voluto rendere pubblica la parte più intima di suo padre, una “smisurata” figura paterna che lei ricorda con amore, cogliendo i particolari “messaggi” che le ha inviato dal cielo.

Bud Spencer è morto, ma ha mandato un messaggio dal cielo a sua figlia.

3 – Pasquale Apicella: entrato a far parte della Polizia di Stato nel 2014, divisa nella quale credeva fortemente, Apicella è deceduto la notte del 27 Aprile 2020 nel tentativo di sventare una rapina a Napoli, in zona Capodichino.

Durante l’inseguimento dei malviventi, l’auto di servizio a bordo della quale c’erano l’agente scelto e l’assistente capo è stata violentemente speronata, un impatto fatale per Apicella, morto a soli 37 anni.

Celebrato come un eroe – mesi dopo la sua scomparsa è stata affissa una targa in sua memoria proprio nel luogo in cui ha perso la vita – Pasquale Apicella è uno dei papà scomparsi che vogliamo ricordare oggi, l’angelo custode dei suoi due bambini, un maschio e una femminuccia che, nel giorno del definitivo addio, avevano rispettivamente 6 anni e 3 mesi.

 

 

4 – Kobe Bryant: il cestista statunitense, considerato uno dei migliori giocatori dell’NBA, celebrerà la Festa del papà tra le nuvole, accanto a lui una delle sue 4 figlie, Gianna Maria-Onore, da tutti soprannominata Gigi, 13 anni per sempre. L’atleta e la secondogenita, con la quale condivideva la passione per il basket, sono deceduti il 26 Gennaio 2020 in seguito ad un incidente in elicottero nel quale persero la vita altre 7 persone.

Kobe Bryant come sono morti lui e sua figlia e perchè è caduto l’elicottero

A ricordarli entrambi, e a celebrare il loro papà inviando un bacio al cielo, le altre tre figlie, Natalia Diamante (nata nel 2003), Bianka Bella (nata nel 2016) e Capri Kobe (nata nel 2019), che oggi si stringono alla loro mamma, Vanessa Bryant.

 

5 – Pietro Taricone: è stato l’indiscusso vincitore morale della prima edizione del Grande Fratello, lui “O’ guerriero” che amava la vita ma che odiava spettacolarizzare il suo privato. Attento e protettivo nei confronti degli affetti più cari, Taricone ha sempre mantenuto il più assoluto riserbo sulla figlia, la piccola Sophie, alla quale ha dovuto dire addio per sempre.

All’epoca dei fatti – Taricone è deceduto il 29 giugno del 2010, all’età di 35 anni, in seguito ad un incidente durante un lancio con il paracadute – la bambina, nata il 4 settembre 2004, aveva appena 5 anni.

Da quel tragico giorno, come accaduto per molti dei figli di papà scomparsi, ha vissuto con il ricordo di quell’uomo straordinario, raccontatole dalla mamma, Kasia Smutniak, che, nonostante il dolore, ha portato avanti il sogno del suo amato Pietro.

Kasia Smutniak realizza il sogno di Pietro Taricone

6 – Andrea Bizzotto: a differenza degli altri papà scomparsi, il suo è un nome che in pochi conoscono ma che rappresenta il mondo per la piccola Giulia che festeggerà il suo papà e quell’immenso affetto che lui ha racchiuso tra le pagine di un libro, il testamento di amore ed emozioni che il genitore le ha voluto lasciare prima di diventare il suo angelo.

Andrea ha ricevuto la sua prima diagnosi nel 2017, sarcoma sinoviale, un tumore raro che gli lasciava poche speranze di vita; la piccola Giulia Grace è arrivata mentre il suo papà si sottoponeva a cicli di chemioterapia.

Nonostante l’assassino di vita e ladro d’amore – così Bizzotto chiamava il tumore – incombesse sulle loro vite, la famiglia ha cercato di trarre il meglio da quel poco tempo rimasto, in particolar modo Andrea ha pensato di mettere nero su bianco i suoi sentimenti, le sue aspettative e le sue speranze, un lasciato emozionale che avrebbe permesso alla sua bambina di poterlo conoscere.

Andrea Bizzotto, il papà che, prima di volare in cielo, ha scritto un libro perché sua figlia di 2 anni possa un giorno scoprire il suo amore, conoscerlo e incontrarlo.

7 – Enzo Totti: tra i papà scomparsi da ricordare abbiamo voluto inserire anche “lo sceriffo”, così chiamato dagli amici ma soprattutto dal figlio Francesco Totti, l’ex capitano della Roma, per commemorare tutti i papà scomparsi vittime della pandemia.

Ricoverato allo Spallanzani di Roma dopo aver contratto la Covid-19, Enzo Totti ha chiuso per sempre gli occhi il 12 Ottobre 2020, nella più completa solitudine, lontano dagli affetti più cari. Aveva 76 anni.

“Ciao papà, ho trascorso i 10 giorni più brutti della mia vita, sapendo che stavi là “da solo” combattendo contro il male e non potendoti vedere, parlare, abbracciarti, stringerti, avrei fatto qualsiasi cosa pur di stare là vicino a te”.

Queste le parole di Francesco Totti in ricordo del suo amato papà, le stesse pronunciate da tanti altri figli di papà scomparsi che in questi mesi non hanno potuto dare ai loro cari l’ultimo saluto, il cui cuore è stato violentemente privato di un abbraccio, una carezza, un bacio.

 

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Francesco Totti (@francescototti)

 

8 – Vigor Bovolenta: pallavolista italiano, Vigor “Bovo” Bovolenta ha perso la vita mentre faceva quello che più amava, giocare a pallavolo. Improvvisamente accasciatosi sul campo da gioco mentre stava disputando una partita, fu prontamente trasportato in ospedale dove morirà in tarda serata per un arresto cardiaco. Era il 24 Marzo 2012, Bovo aveva solo 37 anni.

A celebrarlo oggi i suoi 5 figli, frutto dell’amore che lo legava alla compagna di sempre, Federica Lisi: il primogenito Alessandro, che il giorno della tragedia aveva 8 anni, Arianna che di anni ne aveva 4, le gemelle Aurora e Angelica che hanno detto addio al loro papà quando avevano solo un anno ed Andrea, il piccolo di casa, che ha potuto conoscere il padre solo attraverso i ricordi dei suoi fratelli e della sua mamma.

Federica infatti si scoprì incinta alcune settimane dopo la morte del marito, un ultimo regalo che il suo grande amore le aveva lasciato prima di conquistare le sue ali.

 

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Federica Lisi (@federicalisi76)

 



Iscriviti alla newsletter
Riceverai preziosi consigli e informazioni sugli ultimi contenuti, iscriviti alla nostra newsletter:

Dichiaro di aver letto l'informativa sulla privacy e di accettare le condizioni.

Seguici