Seguici:

Dire parolacce è utile ai bambini, lo dice l’esperto

Il linguaggio volgare non deve mai essere incoraggiato, tuttavia dire parolacce può essere utile e persino benefico per un bambino, l'esperto spiega perché

Maria Corbisiero

di Maria Corbisiero

20 Luglio 2021

I bambini, curiosi per natura, sono degli attenti osservatori e ascoltatori, imparano e assimilano ogni nuova informazione che possono carpire dal mondo esterno e, nella maggior parte dei casi, ripetono i comportanti ed il linguaggio, a volte anche volgare, delle persone con cui interagiscono più spesso (genitori, parenti, maestre, ecc.).
Sebbene non si debba mai incoraggiare un bambino a dire parolacce, queste ultime non dovrebbero essere del tutto demonizzate in quanto, secondo l’esperto, è un linguaggio che può risultare utile se non addirittura benefico per i più piccoli.

 

Dire parolacce è utile ai bambini, lo dice l’esperto

Bambina arrabbiata urla e impreca.
Foto diritto d’autore: annashou© 123RF.com – ID Immagine: 102418038 con licenza d’uso.

Dire parolacce è utile ai bambini, lo dice l’esperto.

 

Mamme, papà, nonni, zii, vi sarà capitato qualche volta di sgridare vostro figlio o nipote per aver detto una parolaccia, soprattutto se pronunciata in pubblico, una reazione che chiunque adulto avrebbe avuto in qualunque circostanza.
Tuttavia, pur non giustificando o incoraggiando l’uso del linguaggio volgare quando non necessario o fuori contesto, l’esperto afferma che dire parolacce, sia per l’adulto che per il bambino, può essere addirittura benefico.

 

Presidente del dipartimento di inglese dell’Università dell’Indiana (IUB English di Bloomington, USA), nonché professore specializzato in storia, teoria e pratica della lessicografia, Michael Adams ha partecipato nel mese di giugno allo show radiofonico Newstalk Breakfast.
Come è facile intuire, l’argomento principe della trasmissione intitolata “Why swearing can be beneficial to your child” sono state le parolacce e le imprecazioni nonché il loro utilizzo da parte dei bambini e degli adolescenti.

 

Secondo il professor Adams, dire parolacce per un bambino significa sviluppare una risposta emotiva verso il mondo che lo circonda, al pari degli adulti che tendono ad usare l’imprecazione come una sorta di valvola di sfogo.
La differenza sta nella consapevolezza e nella comprensione della parolaccia stessa, i piccoli infatti devono ancora apprenderne appieno il significato e l’uso corretto, sia per quanto concerne il lessico che le situazioni.

“Non arriverei al punto da affermare che non c’è assolutamente motivo per i bambini di non imprecare mai, o che gli adulti debbano incoraggiarli a dire parolacce. Tuttavia i bambini sono grandi oratori e sviluppano risposte emotive al mondo. Imprecare ci permette di fare un paio di cose importanti”.

Dire parolacce è utile ai bambini, lo dice l’esperto

Bambina arrabbiata urla e mostra il dito medio.
Foto diritto d’autore: gasparij© 123RF.com – ID Immagine: 93118918 con licenza d’uso.

Il professore Adams afferma che dire parolacce può essere benefico perché aiuta a:

 

  • alleviare lo stress: come per gli adulti, anche i più piccoli possono trovare giovamento nel dire parolacce purché capiscano ed imparino ad usarle correttamente e nei luoghi consoni;
  • fortificare i legami: la persona che dice una parolaccia in presenza d’altri si assume il rischio di poter essere richiamato o giudicato, ecco perché si è soliti imprecare quando si è in compagnia di amici, persone con le quali si è stabilita una certa intimità e delle quali si ha fiducia.

 

 

Ma non è tutto! Il professore universitario infatti sostiene che chi utilizza correttamente espressioni volgari dimostra una maggiore intelligenza.

“È più probabile che si imprechi di più quanto più si è intelligenti. Sembra un controsenso ma, se ci pensi, le persone veramente intelligenti usano le parolacce per farsi strada nelle conversazioni difficili. Non è cosa da poco… bisogna comprendere il contesto per capire se è un buon momento per imprecare”.

Secondo Adams dunque i ragazzi dovrebbero essere lasciati liberi di sperimentare un linguaggio volgare in modo da comprendere come dire parolacce senza risultare scurrili e a non eccedere nel turpiloquio. Discorso valido anche per i bambini più piccoli ai quali bisogna spiegare la parolaccia affinché ne comprendano appieno il significato ed imparino quando e dove usarla.

“Penso che a volte si debba agire di meno (gridare o punire) e conversare di più, questo sarebbe il modo migliore per affrontare il discorso parolacce, evitando di dire rapidamente “È sbagliato” senza spiegare il perché”.

Se volete approfondire l’argomento e comprendere cosa fare quando il bambino dice parolacce, Vita da mamma vi propone la lettura del seguente articolo redatto dal nostro psicologo.

Bambino e parolacce: cosa fare quando il bambino dice le parolacce


Iscriviti alla newsletter
Riceverai preziosi consigli e informazioni sugli ultimi contenuti, iscriviti alla nostra newsletter:

Dichiaro di aver letto l'informativa sulla privacy e di accettare le condizioni.

Seguici