Seguici:

Kate e Meghan a confronto: le 5 cose che hanno in comune

Kate e Meghan a confronto sono più simili di come le vicissitudini di corte degli ultimi mesi non le abbiano rese agli occhi del mondo: 5 cose le accomunano

Federica Federico

di Federica Federico

02 Novembre 2021

Una forte contrapposizione caratterizza nell’immaginario comune Kate e Meghan. Ciò soprattutto dopo che i duchi del Sussex si sono congedati dalla Famiglia Reale lo scorso 31 marzo 2020 creando una storica frattura nel gruppo dei membri anziani e nella linea dinastica che dovrebbe restare la più illuminata, coesa intorno al trono e saldamente unita sotto la protezione della corona.

 

L’ultimo impegno pubblico di Corte per Meghan e Harry risale al 9 marzo 2020 in occasione del Commonwealth Day Service presso la Westminster Abbey. Il loro è stato un addio in pompa magna celebrato appena prima di volare verso il Canada e avviare una nuova vita.  I rivoluzionari e gli innovatori rispettosi della tradizione, è così che appaiono Harry e Meghan in contrapposizione a William e Kate, ma si consideri che nel mezzo c’è il cuscino del trono inglese su cui il primogenito di Diana e Carlo, ovvero William, ha molte più possibilità di sedere… un giorno.

 

Kate e Meghan a confronto

Kate e Megan a confronto
Fonte immagini ©laPresse con licenza d’uso

Cosa accomuna Kate e Meghan

Qualcuno le ha accostate a Lady Diana e Sarah Ferguson viste nel ruolo di cognate e spose di Carlo e Andrea, ma le quattro donne non sono accostabili nemmeno per il substrato in cui le relazioni coniugali affondano le loro radici. A quanto pare una buona stampa internazionale ha dimostrato come Sarah e Diana, nonostante tutti i tutoli di giornale, siano state amiche e alleate e abbiano saputo vicendevolmente sostenersi anche nei momenti di crisi, personale e coniugale. 

1- Kate e Meghan sono accomunate innanzitutto dalla libertà dell’amore nutrito per i loro mariti, sebbene siano arrivate all’altare in condizioni differenti e con vissuti lontanissimi tra loro. 

Kate Middleton, all’anagrafe Catherine, nasce in una famiglia tradizionale facente parte dell’alta borghesia inglese. Qualcuno ha detto che Kate ha da sempre studiato da Principessa, in qualche modo è vero se si considera il percorso che l’ha condotta a frequentare la medesima università scelta per il Principe del Galles, ovvero l’Università di St. Andrews. Quando Kate indossa l’anello di fidanzamento che fu di Diana aveva 28 anni, la stessa età di William, era la fine del 2010 e che una “comune” entrasse a Corte sembrava già una vera rivoluzione dei costumi. 

 

Meghan si fidanza con Harry nel 2017, era una donna di 36 anni. È arrivata all’altare senza il papà a testimonianza di una provenienza familiare già diversa da quella di Kate, i genitori, infatti, non sono nobili, nemmeno ricchi e sono divorziati (come del resto lo era lei stessa prima di incontrare Harry) la sua mamma, Doria Ragland, di mestiere è insegnante di yoga, il padre, Thomas Markle, lavorava nel mondo del cinema come tecnico. 

 

Se Kate non si è mai messa alla prova nel mondo del lavoro e prima del matrimonio era una giovane donna di buona famiglia con la migliore istruzione possibile, Meghan era una star del cinema di Hollywood, a renderla celebre e nota al grande pubblico il ruolo di Rachel Zane nella serie Suits. 

 

2- Kate e Meghan hanno avuto le stesse difficoltà iniziali a vestire i panni di teste coronate.

Anche la Middleton, che nel tempo è diventata quasi impeccabile, non è stata immune da errori da principiane: all’inizio qualche gonna troppo corta è stata sollevata da folate di vento imprevedibili e i primi tacchi di Kate erano decisamente troppo alti.  Rispetto a Kate, però, un solo vero scandalo ne ha turbato l’immagine: le foto in topless mentre prendeva il sole sulla terrazza di una villa in Francia indossando solo gli slip. A sua discolpa va detto che i paparazzi hanno pagato a caro prezzo la violazione di quel momento di privacy, la vicenda, infatti, si è conclusa in tribunale con una sentenza completamente in favore dei Duchi.

 

Meghan, diversamente dalla cognata, non si è mai adattata al protocollo reale, le sue mani si incrociavano a quelle del marito, come si incrociavano le sue gambe nelle foto ufficiali, le spalle scoperte e i vestiti non rispettosi delle rigide regole, per non parlare delle volte in cui si è presentata al cospetto della Regina senza cappello. 

 

3- L’attenzione al sociale avvicina fortemente Kate e Meghan

Kate Middleton spende molte delle sue risorse in favore dei bambini, Meghan Markle, fedele anche alle sue radici, combatte per i diritti delle donne con enorme tenacia. 

 

4- Kate e Meghan si somigliano anche come mamme

La privatezza con cui vivono la loro maternità è un’alto punto di contatto tra Kate e Meghan, ciò anche se la prima vorrebbe persino il quarto figlio, frenata, a quanto pare solo da William, mentre Meghan non è intenzionata ad andare oltre il secondo figlio. 

 

5- Tanto Kate quanto Meghan si lasciano ispirare da Diana

Lady Diana è certamente fonte di ispirazione sia per Kate che per Meghan.

Kate ne omaggia la maternità anche con gli abiti, quando sono nati i suoi due figli maschi non ha mancato di somigliare alla suocera nel look prescelto. Meghan, per parte sua, ne ha rievocato il nome in quello della sua bambina, Lilibet Diana Mountbatten-Windsore, e ricorda fortemente la suocera nell’impegno sociale.  

La rivoluzione della Markle ha certamente rievocato il ruolo ribelle e anticonformista di Diana

Senza dubbio la posizione degli ex duchi del Sussex li mette ora in condizione di essere più liberi in ogni posizione assunta, tanto è che Meghan, durante il suo intervento al concerto Global Citizen Live a Central Park a New York, ha potuto appellarsi alle grandi aziende farmaceutiche affinché rinuncino ai loro diritti di proprietà intellettuale sul vaccino contro il coronavirus perché “Ogni singola persona su questo pianeta ha il diritto fondamentale di ottenere questo vaccino”.



Iscriviti alla newsletter
Riceverai preziosi consigli e informazioni sugli ultimi contenuti, iscriviti alla nostra newsletter:

Dichiaro di aver letto l'informativa sulla privacy e di accettare le condizioni.

Seguici