Seguici:

Assumere paracetamolo in gravidanza, quali sono i rischi?

DanielaBrancaccio

di Dott.ssa Daniela Brancaccio

16 Novembre 2010

IL PARACETAMOLO IN GRAVIDANZA E L’ASMA INFANTILE

Un team di scienziati inglesi ha dedotto che alcuni  geni antiossidanti presenti nella madre possono, se associati all’assunzione di paracetamolo ( principio attivo dei più comuni analgesici e antipiretici) in gravidanza, aumentare il rischio di asma infantile nel bambino una volta nato. Alcune varianti di tali geni possono infatti influenzare l’effetto del paracetamolo.

Nello studio alcune madri hanno registrato il loro uso del farmaco in gravidanza annotando parallelamente eventi allergici e attacchi d’asma riscontrati dai figli, insieme con l’influenza esercitata dall’ambiente circostante e dallo stile di vita familiare. Il rischio aumentava,  analizzando i test genetici di madri e figli, quando nella madre erano presenti varianti dei geni antiossidanti. Al contrario non vi era interazione tra l’uso di paracetamolo nei bambini una volta nati e geni simili.

“Ovviamente” conclude il Dr Shaheen, “uno degli autori di questo studio, una specifica relazione di causa effetto tra i due si potrà confermare solo attraverso studi clinici a campione”.

http://www.docguide.com/news/content.nsf/news/852576140048867C852577D70075BC7A?OpenDocument&id=48DDE4A73E09A969852568880078C249&c=Pregnancy&count=10



Grazie ad Alleanza Assicurazioni, potrai ricevere gratuitamente uno di questi quattro volumi. Ti basterà inserire i tuoi dati personali e lo riceverai in formato ebook insieme ad una consulenza gratuita e personalizzata sulle esigenze di protezione della tua famiglia.

Clicca qui per ricevere il tuo ebook gratuito!
Iscriviti alla newsletter
Riceverai preziosi consigli e informazioni sugli ultimi contenuti, iscriviti alla nostra newsletter:

Dichiaro di aver letto l'informativa sulla privacy e di accettare le condizioni.

Seguici