Seguici:

Allarme Intossicazione: Mensa Scolastica, 4 Bambini Intossicati

Quattro bambini intossicati da istamina. Sotto accusa la mensa della scuola

Alessandra Albanese

di Alessandra Albanese

31 Marzo 2014

Allarme intossicazione alla scuola elementare Perotti di Via Mercadante a Torino.

Lo scorso mercoledì come normalmente, i bambini si sono recati alla mensa per il pranzo.

E’ stato servito riso, insalata e platessa impanata.

Dopo poco quattro alunni si sono cominciati a sentire male, con labbra e lingua gonfie e dolori allo stomaco.

Immediatamente le insegnanti hanno avvisato i genitori, e i quattro bambini sono stati trasferiti all’ospedale Regina Margherita del capoluogo piemontese.

Lì è stata loro diagnosticata una intossicazione per eccessiva dose di istamina.

L’istamina è una sostanza responsabile di infiammazione, che si trova nel nostro organismo.

Gli alimenti freschi ne contengono una dose minima, mentre quelli più stagionati, o conservati troppo a lungo possono contenerne in quantità da causare intossicazione.

E’ quello che è probabilmente accaduto con il pesce distribuito nella scuola Perotti, e che ha originato il malore.

Una bambina intossicata è stata trattenuta in ospedale affinchè le venissero somministrati i medicinali idonei a far cessare l’intossicazione, mentre gli altri 3 sono stati dimessi poco dopo.

I genitori adesso sono pronti a fare un esposto in Procura, mettendo duramente all’indice il servizio di mensa, colpevole di somministrare cibo scadente nella scuola.

 

fonte: http://www.lastampa.it/2014/03/28/cronaca/tre-bambini-intossicati-in-mensa-dalla-platessa-mal-conservata-i8Y9h6vFfeScYeeYRdE9UP/pagina.html



Grazie ad Alleanza Assicurazioni, potrai ricevere gratuitamente uno di questi quattro volumi. Ti basterà inserire i tuoi dati personali e lo riceverai in formato ebook insieme ad una consulenza gratuita e personalizzata sulle esigenze di protezione della tua famiglia.

Clicca qui per ricevere il tuo ebook gratuito!
Iscriviti alla newsletter
Riceverai preziosi consigli e informazioni sugli ultimi contenuti, iscriviti alla nostra newsletter:

Dichiaro di aver letto l'informativa sulla privacy e di accettare le condizioni.

Seguici