Questo sito contribuisce
all'audience di

 

Seguici:

5 Traffici Illegali che Non Avresti Mai Immaginato: Anche Neonati

Venduti neonati (e non solo)

Alessandra Albanese

di Alessandra Albanese

27 Maggio 2014

I traffici illegali sono purtroppo il commercio sul quale si arricchisce e cresce la criminalità organizzata: droga, armi, materiale radioattivo, rifiuti.

Tutti commerci che purtroppo gonfiano le tasche dei delinquenti e sgonfiano quelle degli onesti cittadini.

Ma tra questi più tristemente noti ci sono un sottobosco di traffici illegali assurdi e dei quali non si parla mai.

Strani, ma altrettanto redditizi.

Sentite questi:

 

 Le scimmie

Non si parla d’Africa o Amazzonia, sembra infatti che recentemente sia stato sequestrato un Tir con 900 scimmie divise per tipi da 150 esemplari. Tutti macachi in questo caso. E il paese nel quale è stato effettuato il sequestro è la nostra Italia.

Non solo macachi purtroppo, ma anche gorilla, orango tango scimpazè e altri, tutti destinati a laboratori di ricerca o chissà quale altro luogo, che per essere contrabbando sicuramente non garantirà a questi poveri animali un’esistenza felice.

Lo sperma

Incredibile ma vero, il traffico illegale di sperma è più florido che mai. Soprattutto grazie all’entrata della rete nelle case di tutti.

Infatti, chi ha problemi medici di sterilità può facilmente accedere a questi traffici.

Ma attenzione però,  che quando si parla di donatori non controllati si può andare incontro a brutti incidenti di percorso. Ricordiamo infatti che in quanto illegale, il traffico di sperma non è soggetto a verifiche mediche, tantomeno a procedure standard per le operazioni di passaggio, dal “produttore al consumatore”, che potrebbero essere causa di chissà quali infezioni.

Il pellame di serpenti

La pelle del serpente è un materiale costoso, dal quale si ricava tutta una serie di accessori di lusso: dalle borse alle cinture alle scarpe e via elencando.

E anche queste sono oggetto di traffici illegali che coinvolgono non solo le organizzazioni criminali organizzate, ma il mondo della moda e del lusso (non vuole essere una denuncia ma una costatazione: ovviamente queste pelli in qualche laboratorio di sartoria o pelletteria dovranno finire, ndr).

E purtroppo anche in questo caso l’Italia ha un triste primato:  è il principale mercato di pelli di rettile.

Triste soprattutto per gli animalisti.

Il caviale

Quante volte avete visto sui banchi del supermercato, soprattutto in prossimità del periodo Natalizio, belle confezioni di caviale?

Ma in quanti sanno che queste uova di storione, sottratte alla cova diminuiscono in maniera incisiva le popolazioni di pesci che abitano il bacino del Danubio, che per questi traffici illeciti rischiano l’estinzione?

 

Ogni anno infatti si registrano sequestri di caviale illegali che provengono da Bulgaria, Romania e altri paesi Baltici.

I neonati

Si avete letto bene, neonati.

 

Il traffico illegale di neonati non solo è una realtà, persino lucrosa, ma è anche un fenomeno in crescita.

Tra tutti il paese con maggiori denunce per traffico di neonati è la Cina: compravendita di bambini che avviene come se fossero oggetti qualsiasi. Su internet si contratta, ci si scambiano documenti e autorizzazioni false e infine si cede il neonato.

Migliaia sono stati fermati per questi traffici, ma la lista è purtroppo ancora lunga e continua ad alimentare le organizzazioni criminali, che più criminali di queste non si può.

Leggi anche

Seguici