Questo sito contribuisce
all'audience di

 

Seguici:

6 Rimedi Naturali per Pulire il Lavandino in Acciaio

Ecco come far brillare il lavandino in acciaio

Gioela Saga

di Gioela Saga

03 Luglio 2014

lavandino in acciaio come nuovo con questi 6 suggeriementi naturali

E’ il fulcro della cucina e soprattutto quando è nuovo campeggia come uno specchio nel nostro regno. Naturalmente vorremmo che il nostro lavello in acciaio rimanesse lucido e pulito come il primo giorno ma non è sempre facile.

Spesso utilizziamo dei detergenti appositi ma, oltre a contenere sostanze chimiche che devono essere accuratamente risciacquate, in alcuni casi, se non usati in apposite dosi o l’acciaio non è dei migliori, rischiano anche di arrecare maggiori danni. In ogni caso non usate mai candeggina o ammoniaca che potrebbero danneggiarlo irreparabilmente.

Allora come fare?

Ecco alcuni metodi alternative assolutamente naturali che potete adottare per lucidare, pulire e anche igienizzare il vostro lavandino senza l’ausilio di prodotti chimici.

1 – Innanzitutto dovete pulire il lavandino con il normale detersivo per i piatti in modo da sgrassarlo e pulirlo adeguatamente. Questa è un’operazione che dovreste fare ogni volta che usate il lavandino in modo da non causarne un eccessivo accumulo di germi e sporcizia. Inoltre, alcune sostanze contenute nei cibi, a lungo andare, potrebbero anche rovinare le superfici.

Ricordati poi di asciugare sempre con cura per non rigare il lavandino con i tipici segni bianchi da calcare.

2 – Per una pulizia approfondita: inumidite la superficie del lavello e ricopritela con un leggero strato di bicarbonato di soda. Con una spugna effettuate dei movimenti circolari in modo da creare una pasta.

Usate anche un vecchio spazzolino per pulire negli angoli, nelle fessure e dietro il rubinetto. Risciacquare e ripetere due volte il tutto, vedrete il lavandino splendere nuovamente e avrete eliminato anche vecchie macchie.

3 – Potete anche provare con della carta da cucina che dovrà essere imbevuta di aceto bianco e ricoprire poi l’intero lavello, compreso lo sgocciolatoio naturalmente. Lasciate questa ricopertura per circa 20 minuti e poi gettate la carta. Con una spugna inumidita e un po’ di sapone pulire il tutto e risciacquare abbondantemente.

4 – Altra alternativa naturale consiste nell’uso di limone o lime da potere sfregare su tutta la superficie del lavello e poi risciacquare accuratamente. E’ l’ideale contro il calcare e la ruggine.

Infine potere anche far sgocciolare il succo di un paio di limoni nello scarico in modo da igienizzare e diffondere un buon odore. Se avete il tritarifiuti potete benissimo azionarlo e gettare direttamente qualche pezzo di limone di tanto in tanto.

5 – Anche la farina è un prezioso alleato per lucidare il lavandino in modo naturale: cospargetene un po’ e strofinate con un panno morbido e asciutto, infine risciacquate.

6 – Per poter pulire ed igienizzare anche gli scarichi, in modo da non avere cattivi odori, potete anche mettere due tazze di ghiaccio con una tazzina di sale nel lavello. Fate scorrere dell’acqua fredda in modo da far sciogliere il tutto lentamente.

Oppure fate bollire un litro d’acqua, aggiungete mezza tazza di sale e versate nello scarico due volte al mese per pulire e ridurre l’accumulo di grasso.

Se i nostri consigli ti sono piaciuti

iscriviti alla Newsletter di Vita Da Mamma,

riceverai presto altri consigli su:  

“Come Pulire la Casa in Modo Ecologico ed Economico”

– è tutto completamente gratis, ti basta iscriverti qui: 

newsletter vita da mamma

 

Leggi anche

Seguici