Questo sito contribuisce
all'audience di

 

Seguici:

Prodotti per l’igiene del bambino: bagnetto, sicuri in Europa

DanielaBrancaccio

di Dott.ssa Daniela Brancaccio

09 Marzo 2011

Sul sito americano http://www.ewg.org/report/toxic-tub/31209 è stato pubblicato il RESOCONTO DELLA CAMPAGNA PER L’UTILIZZO DI COSMETICI SICURI, la paternità di tale documento è di una organizzazione no profit che indaga sulla sanità americane e sulla qualità dei prodotti immessi sul mercato in America.
Nello specifico il documento ha data Marzo 2009 e concerne prodotto americani, non europei.
Come il documento stesso attesta (abbiamo evidenziato in rosso le parti di interesse) la disciplina americana di controllo è diversa e meno rigorosa di quella europea.

Perché, dunque, parliamo di questo documento? Ne parliamo perché, come uno spettro, di tanto in tanto torna sui social network, nelle pagine dedicate alle mamme ed alla salute dei bimbi, ove viene presentato in modo non del tutto corretto. Non tutte le mamme hanno occasione di tradurlo e quindi di attestare che esso non vale per l’Europa e che qui da noi non è necessario allarmarsi quanto in America.

Recentemente ho incontrato il link ancora una volta e nuovamente metteva angoscia, veniva presentato in questo modo:
<< Il 61% dei prodotti per il bagno per i bambini contiene formaldeide e diossano 1.4., in questo documento indipendente di un istituto americano si spiega come i prodotti per i bambini siano pieni di sostanze tossiche>> Ebbene, ciò non corrisponde alla realtà! Leggete la traduzione letterale del documento – che ho commissionato per tutte noi alla nostra esperta linguista – e vi renderete conto che l’Europa ha apprestato i debiti controlli e non consente che i fattori di tossicità di cui parla l’articolo siano presenti nel nostro mercato. Insomma, tranquille mamme i nostri bimbi hanno la pelle al sicuro!

RESOCONTO DELLA CAMPAGNA PER L’UTILIZZO DI COSMETICI SICURI: TROVATE SOSTANZE CHIMICHE TOSSICHE NEI PRODOTTI DA BAGNO PER BAMBINI

http://www.ewg.org/report/toxic-tub/31209

L’Environmental Working Group (EWG) è un’organizzazione no profit americana fondata nel 1993 da Ken Cook e Richard Wiles. La sua missione consiste nell’utilizzare il potere dell’informazione pubblica per proteggere la salute pubblica e dell’ambiente.

Le loro ricerche spesso portano alla luce fatti “scomodi” che i consumatori avrebbero il diritto di conoscere.  Essi forniscono informazioni pratiche che si possono utilizzare per proteggere la famiglia e la comunità. Sicuramente in America sono un gruppo molto conosciuto e anche criticato.

In Italia non possiamo che studiare con attenzione i loro resoconti annuali in merito a determinati aspetti poco chiari della realtà quotidiana, e fare molta attenzione a quello che ci circonda e soprattutto a quello che acquistiamo per i nostri bambini.

Campaign for Safe Cosmetics Report: Toxic Chemicals Found in Kid’s Bath Products – Marzo 2009

I prodotti da bagno per i bambini sono spesso sicuri e delicati. Tuttavia, i test di laboratorio commissionati dalla Campagna per la Sicurezza dei Cosmetici hanno dimostrato che questi prodotti sono comunemente contaminati da formaldeide diossano 1.4 e, in molti casi, entrambi. Queste due sostanze chimiche, connesse al cancro e alle dermatiti, sono tutt’altro che sicure e delicate, e sono completamente incontrollate nei prodotti da bagno per bambini.

La Food and Drug Administration controlla la sicurezza dei prodotti per l’igiene personale negli Stati Uniti, ma non possiede l’autorità necessaria per assicurare che realmente tali prodotti siano sicuri. La FDA non può chiedere alle compagnie di testare i prodotti per la sicurezza prima che siano venduti, non controlla sistematicamente la sicurezza degli ingredienti e non mette limiti per l’utilizzo di comuni e dannosi contaminanti nei prodotti. La FDA non stabilisce che i contaminanti siano indicati sulle etichette dei prodotti. Di conseguenza, i consumatori non hanno modo per sapere se i loro prodotti contengono contaminanti tossici.

Questo resoconto è il primo che documenta la diffusa contaminazione dei prodotti per bambini con formaldeide e diossano 1.4

Secondo l’APA ( Agenzia di Protezione Ambientale, il cui corrispettivo nome americano risulta EPA, Environmental Protection Agency), il diossano 1.4 è un probabile cancerogeno. La Commissione Federale per la Sicurezza del Prodotto afferma che “ la presenza del diossano 1.4, anche solo come traccia contaminante, è la causa della preoccupazione.” Il diossano 1.4 è un bi-prodotto di una tecnica di procedimento chimica chiamata etossilazione utilizzata per creare cosmetici a base di petrolio che sono delicati con la pelle. I produttori potrebbero tranquillamente rimuovere i bi-prodotti tossici, ma ciò non è obbligatorio secondo gli standard federali (americani) riguardanti i cosmetici.

Secondo l’APA la formaldeide è un probabile cancerogeno, sebbene il rischio di cancro causato dall’assunzione attraverso la pelle non sia ancora completamente conosciuto e studiato. La sostanza può anche causare reazioni avverse della pelle nei bambini e negli adulti che sono a essa allergici. Gli specialisti delle dermatiti da contatto raccomandano che i bambini evitino l’esposizione a prodotti contenenti formaldeide. Essa contamina i prodotti per la cura personale quando i comuni conservanti detti rilascia-formaldeide con il tempo si corrompono all’interno del contenitore.

Nessuno dei prodotti testati indica la formaldeide o il diossano 1.4 tra gli ingredienti dell’etichetta. Non sono aggiunti intenzionalmente ai prodotti, ma sono bi-prodotti tossici della creazione chimica e della formulazione del prodotto originario.

Per comprendere meglio l’entità del problema, la Campagna per Cosmetici Sicuri e il suo partner l’ Environmental Working Group ( Gruppo di Lavoro sull’Ambiente) hanno invi ato campioni di comuni prodotti da bagno per bambini all’ Analytical Sciences, un laboratorio indipendente situato in Petaluma, California, affinché fossero testati. I prodotti scelti per l’analisi contenevano ingredienti comunemente associati  con la contaminazione da diossano 1.4 o formaldeide

Il 61% dei prodotti da bagno per bambini – americani – testati per questo resoconto conteneva sia formaldeide che diossano 1.4.

Abbiamo verificato 48 prodotti – americani – per scoprire l’eventuale presenza di diossano 1.4.  Abbiamo inoltre testato 28 prodotti dello stesso gruppo per scoprire eventuale presenza di formaldeide. I risultati dei test indipendenti di laboratorio includono:

CONTAMINANTI MULTIPLI

  • 17 prodotti su 28 ( il 61%) contenevano sia formaldeide che diossano 1.4
  • I prodotti popolari che contenevano entrambi includevano tra le altre marche diffuse sul mercato americano.

FORMALDEIDE

  • 23 prodotti sui 28 analizzati (l’82%) contenevano formaldeide, a livelli che andavano dalle 54 alle 610 unità ogni milione (ppm)
  • Tali livelli di formaldeide sarebbero considerati pericolosi nell’Unione Europea mentre essa è bandita completamente dai prodotti d’ igiene personale in Giappone ed in Svezia

DIOSSANO 1.4

  • 32 prodotti dei 48 analizzati (il 67%) contenevano diossano 1.4 a livelli che andavano da 0.27 a 35 ppm.
  • L’Unione Europea bandisce il diossano 1.4 dai prodotti per la cura personale a qualsiasi livello anche minimo e ha ritirato dal mercato i prodotti che contengono la suddetta sostanza.

Come dimostra questo resoconto, in America, dozzine di famosi prodotti per la cura del corpo dei bambini e dei ragazzi contengono le sostanze chimiche tossiche quali formaldeide e diossano 1.4. Molti di questi prodotti contengono anche altri ingredienti con note o sospette connessioni al cancro o ad altri problemi gravi di salute, la qual cosa dimostra  che, all’oscuro della  stragrande maggioranza dei genitori, prodotti chimici dannosi possono essere aggiunti tranquillamente nelle sostanze da bagno.

Il risultato è irrefutabile: gli Stati Uniti devono riformare le politiche che regolano la commercializzazione di cosmetici, al fine di proteggere le persone, specialmente i bambini e i neonati, dall’esposizione gratuita e sostanze chimiche tossiche.

Leggi anche

Seguici