Questo sito contribuisce
all'audience di

 

Seguici:

Si Possono Usare gli Oli Essenziali per i Bambini? Consigli Pratici Massaggi e Aromaterapia

Oli Essenziali per i più piccoli - Come usarli e trarre beneficio.

Gioela Saga

di Gioela Saga

16 Settembre 2014

aaromaterapia per bambini

Gli amanti dell’aromaterapia già conoscono gli straordinari benefici che si possono avere dall’uso degli oli essenziali.

Possiamo usarli per calmare la nostra mente, trattare la pelle, deodorare, disinfettare, calmare disturbi, coadiuvare alcune cure mediche e molto altro.

Sicuramente anche i nostri bimbi possono trarre beneficio da alcune proprietà.

Gli oli essenziali sono spesso usati per aiutare i bambini che hanno difficoltà a prendere sonno o sono particolarmente agitati. Ci sono oli che possono calmare e facilitare il riposo. Quelli usati più comunemente sono:

– Camomilla

– Limone

– Arancio selvatico

– Neroli

– Lavanda

– Mandarino

– Malaleuca

– Rosa

– Pompelmo

Il massaggio che potete fare vi dà anche l’occasione di stringere un legame più forte con il bambino, ciò che si chiama “bonding”, calmarlo e farlo rilassare. Secondo alcuni studi, i bambini abituati ai massaggi avranno meno problemi di sonno anche durante la vita adulta, avranno meno paure e saranno più sani.

Bisogna solo tenere presenti alcune essenziali linee guida:

– Se il bambino sta seguendo una cura e sta assumendo medicine è meglio contattare prima il medico curante per essere certi che non ci siano interferenze.

– Il massaggio con gli oli essenziali si può iniziare dopo i due mesi di vita e dovrebbe essere evitato nei giorni immediatamente precedenti o successivi le vaccinazioni.

– Non bisogna mai farne uso interno, ovvero non dovete mai farglieli ingerire.

– Non usare mai nel padiglione uditivo, possono in questo caso solo essere posti in compresse o usati per massaggiare esternamente.

– E’ sempre meglio usare gli oli essenziali diluiti in quanto la pelle dei bambini è particolarmente sensibile, inoltre i bambini si strofinano spesso gli occhi e si portano le mani in bocca.

 Potete usare un olio di base che faccia da vettore, come l’olio di mandorle, jojoba, cocco, avocado o il semplice olio di oliva. Per i bimbi inferiori all’anno è meglio usare una goccia in 10 ml di olio base o 2 cucchiaini per poi massaggiare delicatamente i piedini, le braccia, le gambe, il dorso e il pancino.

– Se il bambino non gradisce è meglio smettere ma normalmente tutti i bambini si fanno coccolare con piacere!

– Conservate sempre gli oli essenziali diluiti in bottigliette di vetro scure al riparo da luce e fonti di calore.

oli essenziali e neonati

Infine qualche consiglio pratico.

Per raffreddori, congestione nasale e tosse:

Utilizzare gocce di olio essenziale di limone, lavanda, malaleuca durante il giorno e in particolare prima del riposo notturno. Insistere soprattutto sul petto e sul dorso. L’olio essenziale di lavanda aiuta a far scendere l’eventuale febbre.

Per l’eczema da pannolino:

Potete utilizzare una goccia di olio essenziale alla camomilla e una di malaleuca con un cucchiaio di olio base, applicare sulla zona irritata dopo aver pulito delicatamente; evitate la zona dei genitali e delle mucose.

Per agevolare il riposo e la serenità:

Potete aggiungere qualche goccia di olio essenziale di lavanda, rosa o camomilla sul cuscino del piccolo, lo aiuterà a calmarsi.

Fonte: Bodyinbalance

Leggi anche

Seguici