Questo sito contribuisce
all'audience di

 

Seguici:

Materiale Non Commestibile nel Cibo di McDonald: Polpette Ritirate, Accade in Giappone

La nostra sicurezza alimentare è a rischio?

Federica Federico

di Federica Federico

06 Gennaio 2015

 

Materiale Non Commestibile nel Cibo di McDonald: Polpette Ritirate, Accade in Giappone

La catene di fastfood McDonald ha cancellato dal menù dei suoi ristoranti giapponesi dei “nuggets di pollo”, pietanza commercializzata in tutti i  3.100 fast food del noto marchio presenti in Giappone. 

A diffondere la notizia sul web italiano è lo Sportello dei Diritti, sulla pagina web del portale (come dimostra lo screenshot qui sotto), si legge testualmente:

<<Secondo un portavoce della filiale giapponese del gruppo americano, sabato scorso un cliente a Misawa (Nord) ha trovato un pezzo di questo materiale non commestibile in una polpetta prodotta in un impianto della Thailandia, McDonald immediatamente ha ordinato ai circa 3.100 ristoranti nell’arcipelago di non vendere i nuggets provenienti dalle stessa filiera di produzione>>,

il “materiale” non commestibile rinvenuto all’interno delle pepite di pollo incriminato sarebbe materiale plastico

polpette mcdonald ritirate

Con riferimento alla plastica rinvenuta nel cibo, lo “Sportello dei Diritti” titola così:

Un altro scandalo della “carne”. Plastica in alcune polpette del McDonalds in Giappone” 

La notizia è rimbalzata sui portali internazionali, battuta anche dal The Guardian 

La catena McDonald giapponese non è nuova agli scandali alimentari.

Lo scorso anno fu  coinvolta in un clamoroso scandalo riguardante le carni (proprio di pollo) non conformi alle norme di buona fabbricazione, le autorità sanitarie scoprirono che agli avventori del McDonald giapponese venivano servite carni trattate in maniera non conforme alle regole igienico sanitarie che disciplinano il commercio dei prodotti alimentari in Giappone (ne dava notizia anche la BBC

Queste notizie spesso creano infondati allarmi sociali:

questo genere di news, in cui echeggiano i nomi dei grandi marchi, ingenerano nei consumatori la paura che la filiera alimentare possa essere ovunque “difettosa o insana”. In merito va precisato che la filiera alimentare italiana è assimilata agli standard di sicurezza europei e le carni che raggiungono tutte le grandi catene di distribuzione sono debitamente controllate, ciò significa che, al McDonald come in ogni altro punto di ristorazione garantito da un marchio qualificato e da comprovata esperienza, noi europei possiamo sentirci protetti e tranquilli.

 

 

Leggi anche

Seguici