Questo sito contribuisce
all'audience di

 

Seguici:

Genitori Fanno sì che il Bambino Creda di Avere l’Ebola: Scherzo

Bambino 'vittima' di uno scherzo di cattivo gusto

Maria Corbisiero

di Maria Corbisiero

18 Febbraio 2015

scherzo bambino ebola

I bambini hanno una sensibilità diversa da quella di un adulto e percepiscono lo scherzo in modo diverso.

Differente è anche la concezione della battuta umoristica, di una frase ironica: il sarcasmo infatti appartiene per lo più all’età adulta, più maliziosa e “cattiva” se paragonata alla candida sincerità dell’infanzia.

Particolare che a volte i grandi dimenticano, sentendosi liberi di poter organizzare qualunque scherzo o ‘tiro mancino’ nei confronti dei loro figli, dimentichi del fatto che, per l’appunto, sono solo dei bambini.

Ad incrementare la “perfidia” – sono consapevole del fatto che sia un termine forte, ecco perché l’ho volutamente virgolettato, ma, osservando il video in calce a questo articolo, alcuni di voi converranno con me sull’uso di tale aggettivo – è la spettacolarizzazione del gesto.

Con l’introduzione dei telefonini super tecnologici, o di altre apparecchiature hi-tech divenute alla portata di tutti, ogni azione, ogni movimento e, di conseguenza, ogni battuta viene registrata – filmata o fotografata –  e poi diffusa attraverso la rete.

Perché fare tutto questo?

Puro esibizionismo? Per la gloria e la fama?

Non avendolo mai fatto non mi ritengo in grado di rispondere a tali quesiti che però continuo a pormi soprattutto dinnanzi a video come quello che sto per presentarvi.

Postato su un canale video YouTube il 29 ottobre 2014, poi ripreso su alcuni quotidiani on line esteri, il brevissimo filmato mostra un bambino febbricitante in lacrime, vittima dell’ironia dei suoi genitori.

scherzo bambino ebola

La madre, che indossa una mascherina per enfatizzare il momento rendendolo ancora più credibile agli occhi del bambino, controlla la temperatura corporea di quest’ultimo sul termometro, mostrando poi lo stesso al papà, oltre che alla telecamera.

L’uomo esclama: “Oh no, lui ha l’Ebola”.

Il piccolo sfoga l’ansia e la paura accumulata nell’attesa con un pianto che sembra inconsolabile.

L’Evd (malattia da virus Ebola) è una grave malattia spesso fatale per l’uomo.

Inizialmente si manifesta come una qualsiasi influenza e presenta sintomi comuni quali febbre, dolori muscolari, mal di testa e di gola, vomito e diarrea.

La malattia viene trasmessa attraverso contatto diretto con i fluidi corporei infetti, come ad esempio sudore o sangue, ed ha un periodo incubazione che varia dai 2 ai 21 giorni, anche se, in linea generale, i primi sintomi si manifestano attorno al 5°/10° giorno dal contagio.

Lo scherzo mostrato nel video è stato organizzato in concomitanza con la paura, diffusasi a livello mondiale, scaturita dall’epidemia da malattia da virus Ebola che ha colpito, e continua a colpire, alcune zone dell’Africa occidentale dal dicembre 2013.

La situazione attuale – aggiornamento OMS dell’11 febbraio – registra un totale di 22.894 casi sospetti, probabili o confermati e 9177 decessi avvenuti in 6 diversi Paesi (Guinea, Liberia, Sierra Leone, Mali, Nigeria, USA).

Vi lascio ora alla visione del video e alle vostre conclusioni.

Leggi anche

Seguici