Questo sito contribuisce
all'audience di

 

Seguici:

Ginecologo: Decidere da chi Farsi Seguire in Gravidanza

Scegliere il ginecologo - dopo il test positivo è il momento della scelta del dottore

Chiara Pelossi

di Chiara Pelossi

19 Marzo 2015

“Sono Incinta”: Finalmente le 2 Lineette  ed ora è il momento di scegliere il ginecologo!

Decidere da quale ginecologo farsi seguire non sembra essere cosa facile. Dopo una prima generale euforia subentra la concretezza di assicurare a me e al feto la massima cura.

Il ginecologo che ho avuto fino ad oggi sembra non andare bene a nessuno. 

Mia suocera mi racconta a ripetizione i suoi parti e le visite che ha fatto dal suo medico, tessendone le lodi come non avevo mai avevo visto fare a nessuno. Che abbia dei bonus cumulabili, una tessera fiducia a punti? Porti una gravida e ricevi un Ipad?

Mia madre invece se ne sta in disparte discreta e silenziosa, lasciando cadere qua e là nei discorsi pochi accenni alle sue meravigliose sedute di mammografia nonché all’inserimento indolore di vetuste spirali ormai fuori commercio.

Le amiche che hanno già partorito si dividono in due categorie: quelle a cui è andato tutto bene ti consigliano corsi pre-parto di yoga con specializzazione in respirazione indiana e spergiurano che il loro personale “camice bianco” rasenta la perfezione divina. Quelle alle quali le cose non sono andate del tutto lisce scuotono la testa sganciando la frase bomba: “qualsiasi cosa ti dicano non crederci, si sta male da cani” e se ne vanno sconsolate spingendo le loro carrozzine all’ultima moda.

la scelta del ginecologo

 

Dopo notti insonni decido di giocarmela alla roulette russa, apro le pagine gialle alla dicitura “ginecologo” e con gli occhi chiusi roteo il dito sui nominativi, sperando di avere qualche vibrazione passandoci sopra. 

“Che stai facendo?”, mi chiede Gigi entrando in casa dopo una giornata di lavoro.

Per evitare una figuraccia da primipara indecisa abbasso il dito e rispondo sicura: “Sto per chiamare il dottore, quando hai libero?”

La gentile signorina che risponde al telefono ha una strana voce metallica, in preda al batticuore e all’emozione di fissare il primo appuntamento non mi rendo conto che è inserita la segreteria telefonica, finché sento il bip dello scadere del tempo. Non sono nemmeno riuscita a lasciare il recapito e il nome, sono partita raccontando la mia vita dalla prima mestruazione in poi. Passata l’ansia riattacco con Gigi che mi fissa incredulo.

“Ti hanno già fatto tutte queste domande? Mi sa che è quello giusto.”

Mi stampa un bacio sulla fronte e si avvia in cucina.

Leggi anche

Seguici