Questo sito contribuisce
all'audience di

 

Seguici:

Santo del Giorno 27 Aprile: Simeone

Santo del Giorno 27 Aprile: Oggi San Simeone, primo vescovo di Gerusalemme. Leggi qui carattere e personalità di chi si chiama così e le curiosità sul nome.

Alessandra Albanese

di Alessandra Albanese

27 Aprile 2015

Santo del giorno 27 aprile. Oggi si celebra San Simeone di Gerusalemme, e l’onomastico di tutti coloro che portano questo nome.

Santo del giorno 27 aprile, storia e origini del nome

Il nome deriva dall’ebraico Shimün e significa Mandato da Dio per esaudire un desiderio.

santo del giorno 27 aprile

Simeone era infatti il secondo figlio di Giacobbe, che rappresentò per sua madre Lea un “esaudimento” al suo desiderio.

 

Il santo che si festeggia il 27 aprile è il secondo vescovo della chiesa di Gerusalemme, dopo l’Apostolo Giacomo di Alfeo (il minore).

Simeone però non gli successe subito, a causa degli scontri contro l’esercito dell’imperatore romano, e la repressione voluta da Tito, che devastò la città Santa e la distruzione del Tempio.

Notizie di Simeone arrivano da quello che può essere considerato il primo scrittore cristiano, Egesippo.

Egli, nella Storia Ecclesiastica racconta: «Dopo il martirio di Giacomo e la caduta di Gerusalemme che subito seguì, narra la tradizione che gli apostoli e i discepoli del Signore che erano ancora in vita […] si unirono ai parenti del Signore (la maggior parte dei quali era ancora in vita a quel tempo) e tennero consiglio tutti insieme per decidere chi giudicare degno di succedere a Giacomo. All’unanimità tutti designarono vescovo Simeone, figlio di Cleofa che è menzionato nel Vangelo»

Cleofa era uno dei due discepoli che Gesù risorto incontrò sulla strada di Emmaus, e forse cugino di Maria di Nazareth.

Simeone fu vescovo degli ebrei convertiti e costretti a migrare dopo la distruzione di Gerusalemme.

Secondo i racconti visse 120 anni, ma poco si evince della sua lunga vita.

Sembrerebbe chedopo le ricerche ordinate da Vespasiano e Domiziano (padre e fratello di Tito) sui parenti di Gesù e conseguentemente sulla stirpe di Davide, durante l’impero di UlpioTraiano (imperatore spagnolo tra i più illuminati che vietò le persecuzioni), Simeone venne denunciato e arrestato.

Subì il martirio a 120 anni sotto Traiano, e il console che governava la Giudea, Attico, volle esguire personalmente il giudizio e la pena, meravigliato dal coraggio dell’uomo, che venne infine crocifisso.

 

Curiosità per chi porta il nome del santo del giorno 27 aprile

Il nome Simeone è poco diffuso in Italia (977° posto con 1530 persone che si chiamano così, maggiormente concentrate in Campania).

Chi si chiama così è una persona piena di energie, e spesso si lascia coinvolgere anche malgrado il suo volere.

Intesse facilmente rapporti di amicizia e crea un forte legame anche con la famiglia, nella quale trova ristoro e conforto.

 

  • Il suo numero è l’8
  • Il suo colore è il Blu
  • La sua Pietra è lo Zaffiro

 

Personaggi famosi che portano questo nome Shimon Peres (statista), Simeon Farrar (stilista), Shimon Moore (cantante).

 

Altri santi celebrati oggi: san Pollione; san Teodoro; san Liberale; san Macaldo; beata Zita; beato Pietro Armengol; beato Giacomo Varinguer da Zara; beata Caterina; beato Nicola Roland; san Lorenzo Nguyễn Văn Hưởng; beata Maria Atonia Bandrés y Elósegui.

Leggi anche

Seguici