Questo sito contribuisce
all'audience di

 

Seguici:

Dimagrire dopo Pasqua, italiani 1,5 kg in più nelle feste pasquali

Federica Federico

di Federica Federico

26 Aprile 2011

 

 

 

Durante le feste si mangia e si mangia tanto, spesso troppo. Il risultato è scontato: in mattinate come questa, subito dopo i bagordi della Pasqua, la bilancia segna tristi aumenti di peso.

Si stima che gli italiani siano ingrassati in media 1,5 kg a testa.  Circa un chilo in più è, dunque,  il risultato dei  pranzi  pasquali , dei dolci e delle uova di cioccolato.

Va chiarito che “ingrassare” durante le feste non è un automatismo, alcuni soggetti non sono per natura portati agli eccessi alimentari e riescono, dunque, a praticare sempre un regime alimentare “controllato o controllabile”, mangiando anche più del solito, ma senza, per questo, giungere a esagerazioni difficili da gestire.

Diversamente, le persone avvezze a mangiare fuori misura, già in sovrappeso e con problemi alimentari, hanno, certamente, maggiori difficoltà a contenersi e sono più portate ad ingrassare molto durante le feste, perché, appunto, cedono ripetutamente alle tentazioni.

Come recuperare il peso forma dopo le tavole pasquali?

  • In condizioni di normalità il recupero della forma fisica dopo gli eccessi della Pasqua non è complesso.
  • Intanto mettete sotto chiave la cioccolata.
  • Adottate uno stile di vita sano: fate un misurato esercizio fisico, fa bene anche semplicemente camminare per almeno trenta minuti al giorno.
  • Bevete molta acqua, favorendo idratazione e depurazione.
  • Mangiate almeno cinque porzioni giornaliere tra frutta e verdura.
  • Eliminare i grassi e gli zuccheri in eccesso. Preferite cibi leggeri e digeribili.
  • Moderare le porzioni ed evitare fuori pasto e bevande gassate.
  • Sfruttate la sinergia di coppia: è dimostrato che le diete “familiari”, quelle affrontate insieme dalla coppia funzionano meglio, i partner si danno forza a vicenda. Dunque, dieta per snellire la siluette e consolidare l’amore. Verdure per due, carni bianche, niente insaccati, eccetto bresaola e prosciutto cotto, poca pasta e con condimenti leggeri. Ricordate, inoltre, che ad una donna, in media, bastano porzioni pari alla metà di quelle degli uomini.


Leggi anche

Seguici