Questo sito contribuisce
all'audience di

 

Seguici:

La Reginetta Va al Ballo col suo Migliore Amico Down

Lei è una biondina tutta pepe, lui il suo migliore amico. Down. Hanno deciso di andare insieme al ballo della scuola per coronare la loro immensa amicizia.

Alessandra Albanese

di Alessandra Albanese

01 Giugno 2015

Dopo anni di intensa amicizia questa biondina che vedete in foto e il ragazzo accanto a sè hanno deciso di fare una cosa che desse un valore aggiunto a questa loro relazione platonica. Così hanno deciso di andare insieme al ballo di Fine anno

Vado al ballo con il mio migliore amico Down

migliore amico down   È la storia, tenera e veramente carica di insegnamento per tutti, dell’amicizia tra Mikenzy Snelle e Matt Pliska, due giovani studenti della Waupaca High School, nel Wisconsin (USA).

Mikenzy e Matt hanno immediatamente stabilito un feeling intenso quando fecero la gita di fine anno, al quinto superiore. E lei sapeva che questa amicizia sarebbe stata eterna. “Lo sapevo, saremmo stati amici per sempre” racconta Mikenzy all’Huffington Post.

Il mio migliore amico Down, perchè gli amici non contano i cromosomi

migliore amico down Dopo una serie infinita di gelati insieme i due ragazzi decisero che sarebbero andati al ballo studentesco. Matt ha la sindrome di Down, e in passato ha dovuto affrontare anche una leucemia, con le conseguenze che tutti sappiamo (chemio, effetti collaterali ecc), ma i due sono sempre rimasti uniti, a dispetto delle difficoltà che la vita aveva  riservato loro. Così, dopo aver deciso che sarebbero stati una coppia, hanno indossato I loro abiti per la festa, una bella cravatta rossa Matt e un vestito a sirena Mikenzy, ed hanno posato per l’immancabile foto. Solo che insieme i ragazzi hanno voluto immortalare anche una frase che li avrebbe contraddistinti. Infatti si sono fatti ritrarre con un cartello con su la scritta: ” I veri amici non contano i cromosomi extra” La loro amicizia è nata durante il periodo nel quale Mikenzy era diventata il suo aiuto per la preparazione di una sorta di Olimpiadi Speciali della scuola.

Matt è molto attivo nella sua comunità, ed era il team manager della squadra maschile di hockey e femminile di calcio della scuola, così i due sono diventati amici, e adesso sono indivisibili

Mikenzy racconta: “Matt ha un sorriso bellissimo, e la sua positività ha colpito tutti nel nostro paese”. Questa bella storia di amicizia rende ancora una volta il merito alle persone che rifuggono da ogni pregiudizio, e fa capire quanto a volte una disabilità non sia sinonimo di una differente qualità della vita. Bravi ragazzi, speriamo davvero che la vostra amicizia duri per sempre.   Fonte: Huffington Post

Leggi anche

Seguici