Questo sito contribuisce
all'audience di

 

Seguici:

Santo del Giorno 26 Maggio: Filippo

Santo del Giorno 26 Maggio:oggi San Filippo Neri, apostolo di Roma e fondatore della congregazione dell'Oratorio.Leggi la sua storia e le curiosità sul nome

Alessandra Albanese

di Alessandra Albanese

26 Maggio 2015

Santo del giorno 26 maggio. Oggi facciamo gli auguri di buon onomastico a tutti i Filippo che si chiamano così in onore di San Filippo Neri.

Santo del giorno 26 Maggio, storia e origini del nome

Il nome deriva dal verbo greco philein (amare) e hippos (cavallo), e significa amante dei cavalli.

santo del giorno 26 maggio

Filippo Neri nasce a Firenze il 21 luglio 1515 da una famiglia un tempo benestante ma caduta in disgrazia a causa delle condizioni politiche del paese.

La mamma muore poco dopo la nascita, e il padre, ser Francesco, notaio con oramai pochi clienti, si risposa e affida la famiglia alle cura di questa nuova moglie, Alessandra.

Filippo cresce circondato dall’affetto della matrigna, e dalla pasisone per la lettura ereditata dal padre.

Intorno ai 18 anni Filippo viene mandato a Cassino da alcuni parenti per essere avviato all’attività di commerciante, ma nonostante l’affetto che gli dimostrano, egli non resta molto, distolto da ben altre ambizioni di vita.

Nel 1534 Filippo è a Roma, giunto come pellegrino, viene accolto dal fiorentino galeotto caccia, capo della dogana, il quale, in cambio di un modesto vitto gli chiede di fungere da precettore per i figli. Filippo allora si dedica a quest’onere, e al contempo allo studio della filosofia e della teologica, anche se spesso distolto dalla vita contemplativa, che lo attira sopra ogni cosa.

Questa contemplazione non lo distoglie però dall’attività di apostolato, che egli svolge nelle piazze, negli ospedali e nelle confraternite.

In una di queste, quella della Trinità dei pellegrini, Filippo incontra il suo confessore P. Persiano Rosa, sotto il quale Filippo matura la sua chiamata al sacerdozio.

E così sarà: nel 1551, a 36 anni, Filippo viene ordinato sacerdote.

Grazie alla sua intensa attività di incontri di meditazione e di preghiera Filippo raggruppa molti amici, e grazie alla Confraternita della Carità, dove lui viveva da sacerdote, riesce ad ottenere un locale sopra la chiesa, prima magazzino del grano, per organizzare un oratorio.

Nacque così la Congregazione dell’oratorio, retta da poche regole che divenne il fulcro della futura congregazione.

Nel 1575 papa Gregorio XIII affida a Filippo una chiesetta fatiscente, S. Maria in Vallicella, che egli riesce a trasformare grazie alla dedizione del suo operato.

Dopo 12 anni di attività nella congregazione si spegne il 26 maggio 1595, a 80 anni, amato da tutta la città.

Nonostante fiorentino di nascita viene ricordato apostolo di Roma, titolo riservato a Pietro e Paolo.

E’ il patrono degli insegnanti e degli educatori.

Curiosità per chi porta il nome del santo del giorno 26 Maggio

Il nome Filippo è il 78° nome più comune in Italia, principalmente diffuso in Sicilia.

Chi si chiama così è una persona pura ma ambiziosa, che tende a lasciarsi andare al suo istinto, coinvolgendo chi gli sta intorno, ma non per questo non ha idee ben ferme, che persegue senza demordere.

Filippo è un uomo tutto d’un pezzo, e la sua autorità e la sua morale lo rendono perfetto per diventare una persona di successo, un leader.

 

  • Il suo Numero è il 2
  • Il suo Colore è il Verde
  • La sua Pietra è lo Smeraldo

 

Personaggi famosi che si chiamano così Filippo Brunelleschi (pittore), Philippe Leroy (attore), Filippo Inzaghi (calciatore), Filippo Magnini (nuotatore).

 

Altri santi celebrati oggi: sant’Eleuterio; santa Felicissima; san Prisco; deposizione di sant’Agostino di Canterbury; san Berengario; san Lamberto; beato Francesco Patrizi; beato Andrea Franchi; santa Maria Anna di Gesù de Paredes; san Pietro Sans i Jordá; san Giuseppe Chang Song-jib; santi Giovanni Ðoàn Trinh Hoan, e Matteo Nguyễn Văn Phượng; santi Andrea Kaggwa e Ponziano Ngondwe.

Leggi anche

Seguici