Questo sito contribuisce
all'audience di

 

Seguici:

Tisana Dimagrante allo Zenzero: la Ricetta

Federica Federico

di Federica Federico

28 Maggio 2015

Affidarsi alle erbe per dimagrire significa confidare negli integratori alimentari naturali, comunemente ben tollerati dall’organismo. Subito va chiarito, però, il valore delle erbe dimagranti (e della stessa tisana dimagrante allo zenzero, che stiamo per presentarvi): le erbe sono prodotti della natura, validi coadiuvanti di diete dimagranti, ma nulla possono se non sono accompagnati da un regime alimentare sano, bilanciato e sostenuto anche da attività fisica di movimento.

La tisana dimagrante allo zenzero aiuta a perdere peso quando è associata ad una buona dieta; consumata con regolarità; preparata secondo una corretta ricetta e bevuta sin dal mattino come prima bevanda della colazione.

Tisana dimagrante allo zenzero – ecco perché lo zenzero supporta bene la dieta alimentare e permette di perdere peso sgonfiando la pancia:

Lo zenzero è una radice; usato per scopi alimentari si dimostra un efficace acceleratore del metabolismo ovvero riesce ad aumentare le funzionalità metaboliche dell’organismo.

tisana dimagrante allo zenzero, ricetta

La tisana dimagrante allo zenzero, assunta ogni giorno durante il periodo della dieta, permette all’organismo di bruciare più calorie ed ha un effetto diretto sul gonfiore addominale che riduce e minimizza.

Ogni erba dimagrante ha un’azione mirata lo zenzero (e quindi anche questa tisana dimagrante allo zenzero) è particolarmente indicata per contrastare i gonfiori addominali.

Il sapore dello zenzero si sposa bene con quello del limone, questo connubio è alla base della ricetta della tisana dimagrante allo zenzero qui proposta.

Ingredienti base: zenzero, limone e semi di finocchio. 

Il limone coadiuva i processi digestivi, è un potente vitaminico, facilita lo smaltimento dei grassi e concorre all’abbassamento del  colesterolo nel sangue; 

i semi di finocchio, che pure rappresentano un coadiuvante nella digestione, hanno in questa tisana un il ruolo specifico di erba diuretica, sono, infatti, stimolatori della diuresi.

Prima di illustrare la ricetta della tisana dimagrante allo zenzero è corretto fare una premessa sul buon uso di questa radice e sulle controindicazioni. Accortezze d’uso della radice di zenzero, qui tutto quello che c’è da sapere:

L’assunzione dello zenzero (come l’assunzione di ogni rimedio fitoterapico o erboristico) va comunicata al medico di base, solo un dottore è capace di dare al paziente consigli basati sulla conoscenza reale del soggetto che sta per assumere il rimedio naturale. Le info qui contenute hanno tutte caratteri divulgativo e non vogliono né possono sostituire il parere del medico.

tisana dimagrante allo zenzero, ricetta

Rispetto allo zenzero va fatta estrema attenzione alle quantità, infatti dosi eccessive di questa radice possono produrre effetti opposti a quelli desiderati (come gonfiore addominale, stitichezza, gas intestinali e bruciori di stomaco).

Lo zenzero è una radice non tossica e comunemente ben tollerata, tuttavia non è escluso che qualche soggetto possa manifestare reazioni avverse ad essa: arrossamenti, pruriti ed eruzioni cutanee sono sempre campanelli d’allarme in presenza dei quali va allertato il medico e sospesa l’assunzione del nuovo alimento. 

E va detto che questa precauzione vale non solamente per lo zenzero, è una norma di sicurezza alimentare che dovrebbe sempre essere considerata ogni qualvolta si mangi qualche cosa di nuovo.

Lo zenzero contiene alcuni principi attivi capaci di agire immediatamente sul sistema cardiocircolatorio. Perciò, chi soffre di patologie a carico di cuore e vene, nonché chi ha problemi pressori non deve assumere lo zenzero senza aver preventivamente valutato col medico i rischi ed i benefici.

Allo zenzero devono rinunciare le donne in stato interessante, il gingerolo contenuto in questa radice potrebbe favorire la dilatazione uterina e scatenare le contrazioni.

 

Tisana dimagrante allo zenzero, ingredienti per la nostra ricetta: 

  • 1 limone possibilmente di agricoltura bio e comunque non trattato
  • 2 cm di radice di zenzero (per l’esatta quantità giustamente calcolata in relazione alle vostre soggettive esigenze consultate l’erborista o il naturopata)
  • 10 semi di finocchio
  • 1,5 litri di acqua (potete utilizzare l’acqua potabile del rubinetto oppure, anche per piacevolezza del sapore, un’acqua in bottiglia, l’importante è che sia liscia)

Tisana dimagrante allo zenzero, preparazione:

il limone va accuratamente lavato, una volta spuntato va tagliato a fette sottili.

La radice di zenzero va grattugiata.

La polvere di zenzero, il limone e i semi di finocchio vanno posti sul fondo di una pentola capiente e sopra va versata l’acqua.

La cottura deve essere continuata per 30 minuti e a fuoco vivace.

Consiglio pratico: nella preparazione delle tisane è un bene cuocere sempre tutto con il coperchio sulle pentole, questa accortezza evita la dispersione degli oli volatili.

Dopo 30 minuti spegnere il fuoco. Senza togliere il coperchio dalla pentola, lasciar riposare la tisana per 20 minuti.

 

In ultimo la tisana va filtrata e imbottigliata.

E’ consigliabile procacciarsi una bottiglia di vetro da un litro.

La dose giornaliera corrisponde esattamente a 1 litro di tisana, così preparata la bevanda si conserva in frigorifero e va consumata, appunto, nelle 24h.

Consiglio pratico per chi non riesce a bere la tisana dimagrante allo zenzero non dolcificata: le tisane non andrebbero dolcificate mai e d è severamente vietato lo zucchero, e ammesso solo un cucchiaino di miele per ogni litro di bevanda.

Ricordate che un cucchiaino di zucchero ha 20 calorie, 1 litro di tisana zuccherata comporterebbe un apporto calorico del tutto opposto e contrario ai fini della dieta. Ciò senza considerare i danni che lo zucchero in eccesso provoca sull’organismo.

Se non riuscite a bere la tisana dimagrante allo zenzero senza un pizzico di dolce, potete dolcificarla col miele. 

Il miele va aggiunto dopo aver spento il fuoco, non mettetene più di un cucchiaino prediligendo un miele semi liquido (da evitare il miele spesso o opaco).

 

Leggi anche

Seguici