Questo sito contribuisce
all'audience di

 

Seguici:

Nozze di Alberto di Monaco e Charlene: tutto sul matrimonio reale

Licia

di Mamma Licia

01 Luglio 2011

Nozze reali

Lui è Alberto Alessandro Louis Pierre Grimaldi. Lei è Charlene Lynette Wittstock.

Lui è Sua Altezza Serenissima Principe di Monaco. Lei è una ex campionessa di nuoto (ha dovuto rinunciare alla sua carriera in seguito ad un problema alla spalla alle Olimpiadi di Pechino 2008) .

Lui è monegasco. Lei è sudafricana, ma originaria di Bulawayo (Zimbabwe).

Lui ha 53 anni. Lei 33.

Lui è stempiato, ha un fisico un po’ appesantito, e non può certo dirsi un adone. Lei ha una fluente chioma bionda, ha un fisico scultoreo ed è molto bella.

A lui scorre sangue blu nelle vene, a lei rosso.

A distanza di 55 anni – era il 19 aprile 1956 – dall’affascinante matrimonio tra la bellissima attrice hollywoodiana Grace Kally ed il principe Ranieri III Grimaldi di Montecarlo, il piccolo Principato di Monaco torna a rivivere uno degli eventi più importanti della sua storia.

Domani, 2 luglio, si celebreranno le nozze tra l’erede al trono, Alberto II di Monaco, e l’atleta di nuoto, Charlene.

Un altro principe che sposa un’altra cenerentola. Ma questa non è una favola e lei non è una vera e propria cenerentola.

Charlene Wittstock è nata in una bianca famiglia agiata; il padre era titolare di un’industria tessile, in seguito si mise a lavorare con i computer; la madre è stata una campionessa di tuffi, e da lei Charlene deve aver ereditato la sua passione per gli sport acquatici. E’ brava in acqua Charlene, tanto da meritarsi più medaglie in Sudafrica. Una vita, quella della bella nuotatrice, fatta di estenuanti allenamenti e di gare sportive. Ben diversa da quella del suo futuro consorte.

Il principe Alberto II di Monaco è uno scapolo d’oro, un impenitente dongiovanni, convinto assertore della vita non di coppia, noto al gossip per le sue relazioni con attrici, fotomodelle, cameriere ed hostess. Ha già due figli – quelli di cui si è a conoscenza -, il principe Alberto, nati da due di queste fugaci relazioni: Jazmine Grace, di 16 anni, e Alexander, di 4 anni e mezzo. Figli naturali, riconosciuti dal padre, ma non dal nonno Ranieri III, il quale, prima di morire e prima di sapere (ufficialmente) dell’esistenza di questi nipoti sparsi per il mondo, ha modificato la Costituzione monegasca, sancendo che i figli del sovrano nati fuori dal matrimonio non possono accampare alcuna pretesa al trono. Nonno Ranieri, ormai rassegnato alla singletudine ed alle effimere e pericolose relazioni del figlio Alberto, ha dovuto modificare anche la legge di successione: dal 2002 il trono può essere ereditato anche tra fratelli e non più solo obbligatoriamente da padre a figlio. Da questo momento in poi, il principe Alberto può continuare serenamente a condurre la sua vita da dongiovanni. Ma allora non sapeva ancora che qualcosa due anni prima avrebbe fatto cambiar rotta alla sua vita da impenitente single.

Il 27 maggio 2000 si svolse la premiazione del Meeting Internazionale di Nuoto di Montecarlo, una delle tappe del trofeo “Mare Nostrum”, il circuito annuale di nuoto che riunisce i migliori nuotatori classificati a livello mondiale. Tra i migliori nuotatori c’era Charlene Wittstock, arrivata prima in quell’occasione, e colui che le consegnò il premio fu proprio il principe Alberto. Fu colpo di fulmine?

La sera stessa pare che il principe chiese a Charlene di uscire con lui e da lì, tra alti a bassi, tra abbandoni e ricongiungimenti, tra apparizioni in coppia e assenze alle cerimonie ufficiali, la storia tra i due innamorati (si spera) è proseguita fino a quando, forse ormai stanco, forse ormai “vecchio”, forse ormai colpito senza più rimedio da Cupido, il principe Alberto, il 23 giugno 2010, annuncia ufficialmente il suo fidanzamento con la bella nuotatrice sudafricana.

Ci son voluti 10 anni per convincere il principe Alberto che Charlene è degna di occupare il posto che 55 anni fa fu di sua madre, l’elegante, rimpianta e mai dimenticata Grace Kelly (morì, a soli 52 anni, in un tragico incidente d’auto).

La cerimonia di nozze con rito religioso si svolgerà il 2 luglio alle ore 17, dall’arcivescovo di Monaco, monsignor Barsi, nel cortile d’onore del Palazzo reale. Saranno presenti 3.500 invitati. Molte le teste coronate (tra loro ci saranno il re Carlo Gustavo di Svezia, il re belga Alberto II e l’emiro del Qatar) ed i capi di Stato. Presenti anche numerosi vip, tra cui Naomi Campbell. Non mancherà Giorgio Armani, che ha confezionato l’abito da sposa di Charlene.

Il primo luglio, alle ore 17, nella sala del Trono di Palazzo Grimaldi, verrà celebrato il rito civile, come stabiliscono le leggi monegasche. A seguire, nella piazza davanti il Palazzo, ci sarà il cocktail, preparato da cuochi sudafricani, offerto dai reali a tutta la popolazione monegasca.

Al termine della cerimonia religiosa, gli sposi attraverseranno la città a bordo di una Lexus LS 600h L, un esemplare unico, preparata appositamente per l’occasione, per recarsi nella cappella dedicata a Saint Dévote, una martire cristiana il cui corpo senza vita, narra la leggenda, approdò sui lidi monegaschi dopo una tempesta, al cui altare Sua Altezza Serenissima Charlene  depositerà il suo bouquet (come 55 anni fece anche Grace Kelly).

 

Il ricevimento nuziale, il pranzo di gala, si svolgerà sabato sera sulle terrazze dell’Opera di Montecarlo. Il menù sarà opera dello chef Alain Ducasse, che – per espresso desiderio del principe Alberto – cucinerà solo con prodotti locali, a “chilometro zero”, ed eco-solidali, nel rispetto della natura e all’insegna della eleganza e della sobrietà e semplicità che ad essa si accompagnano. In onore alle origini della sposa, inoltre, la torta evocherà il Protea, il fiore simbolo nazionale del Sudafrica. Per lo stesso motivo verrà servito un vino sudafricano (il Sudafrica vanta una lunghissima tradizione vincola).

 

Per le nozze del principe Alberto e di Charlene è stata disposta la ripresa cinematografica (lo fu anche per il matrimonio di Grace Kelly e del principe Ranieri, ma questa volta sarà anche in 3D).

Per i più curiosi, la cerimonia del 2 luglio verrà seguita in diretta da Rai 1, che manderà in onda uno speciale dedicato al matrimonio a partire dalle ore 16.30 e fino alle ore 19.00. Anche Italia 1 si contenderà lo share con  una diretta delle nozze che andrà in onda dalle 16.00 alle 19.30.

 

 

Leggi anche

Seguici