Questo sito contribuisce
all'audience di

 

Seguici:

Per dimagrire e perdere peso al mare, consigli pratici

Simona

di Mamma Simona

21 Luglio 2011

RITROVARE LA FORMA FISICA AL MARE

 

L’inverno è lungo e pesante e quando arriva la stagione estiva, capita che ci colga “impreparate”.

Un po’ per mancanza di voglia o perché si posticipa “tanto c’è tempo”, la nostra forma fisica mostra quei chiletti accumulati grazie a qualche eccesso alimentare in inverno. Complici i maglioni larghi e i vestiti a strati, siamo riuscite a mascherare le eccedenze, ma ora il bikini che non perdona ci attende e camuffare i rotolini è una battaglia persa.

Non perdiamoci d’animo!

Possiamo fare della nostra vacanza un’alleata che ci aiuti a trovare la forma persa!

Il mare è un luogo ideale per prendersi cura della propria persona e del proprio corpo:

  • prima di tutto siamo in vacanza e dunque in una situazione di relax, i nervi non sono più così tesi, oppressi dalla routine lavoro-casa-famiglia.
  • La luce del sole, oltre ad abbronzarci, dona carica positiva, ci sentiamo meglio e il nostro umore ne giova.
  • L’acqua fresca del mare è un ottimo refrigerante contro la calura, oltre ad essere divertente, offre spunti di esercizio per tonificare il corpo e il nostro sistema cardiovascolare.

 

Perdere peso in spiaggia è un obiettivo raggiungibile per tutti.

 

L’aria in riva è ricca di iodio, elemento importante per il nostro corpo, tra i cui benefici c’è quello di accelerare il metabolismo, favorendo il dimagrimento naturale. Quindi bagni in mare per divertirsi e per dimagrire! Inoltre nell’acqua di mare è presente il magnesio, sostanza che viene assorbita tramite la pelle con benefici sul tono muscolare.

 

Alimentazione sana in vacanza.

 

Con il cambio delle abitudini, possiamo approfittare per stabilire un regime alimentare più sano, povero di grassi e fritti, che, complice il caldo, risultano più difficili da digerire. Possiamo optare per un maggiore consumo di frutta e verdura, che contengono tanti sali minerali e potassio, indispensabili per la reintegrazione necessaria dopo la sudorazione. Il cibo light ci farà sentire più attivi e dunque maggiormente predisposti per l’attività fisica e il movimento.

 

Camminiamo e nuotiamo.

Il movimento ondulatorio delle onde che si infrangono sulla spiaggia o sugli scogli è benefico sia perché induce rilassamento, azzerando lo stress della quotidianità cittadina, sia perché funge da aerosol naturale, grazie alle piccole particelle di acqua marina che si diffondono nell’aria a causa delle onde che arrivano a riva. Una passeggiata in riva al mare, magari al mattino, quando l’aria è carica dello iodio del mare, è un vero toccasana! Ancor di più lo è se la passeggiata viene fatta in acqua; è sufficiente all’altezza ginocchio; la resistenza dell’acqua al nostro movimento allena e tonifica i muscoli. La camminata in acqua favorisce molto la circolazione, specialmente se fatta in senso opposto a quello della corrente; a beneficiarne saranno cosce e glutei ma anche coloro che soffrono di problemi vascolari, che maggiormente colpiscono le persone anziane.

L’apoteosi dell’attività al mare è il nuoto. Una bella nuotata di mezz’oretta 3 volte la settimana funge da vero e proprio training sportivo; allena il fiato e rinvigorisce tono muscolare e articolare. Attenzione però a rispettare i tempi di digestione e seguite un piccolo riscaldamento, magari con una corsettina o un gioco sulla battigia (volley, racchettoni…) prima di tuffarvi, prevenendo così gli odiosi crampi muscolari.

 

Jogging.

 

Evitando prudentemente le ore più calde, onde evitare i colpi di calore e l’affollamento, mezz’ora di corsa al mattino presto o alla sera in riva al mare porta benefici cardiocircolatori, rinforza gli arti inferiori e combatte l’inestetismo della cellulite giacché si attiva la microcircolazione.

 

Sport.

 

Il mare favorisce la pratica di numerosi sport direttamente in acqua e non.

Il movimento è in ogni caso salutare, porta benefici e ci fa sentire meglio. Dunque perché non approfittare della permanenza al mare per un po’ di fitness? Dopo i primi giorni dedicati al riposo assoluto spaparanzati sul lettino al sole o sotto l’ombrellone, mettiamo da parte la nostra pigrizia e attiviamoci un po’.

Una partita a racchettoni sulla riva fa consumare almeno 180 kilocalorie in mezz’ora, senza considerare i benefici del movimento!

Quando si è in un gruppo di amici, il beach volley è uno sport ludico, di aggregazione, tonifica le gambe e fa bruciare un sacco di calorie: 450 in un’ora!

Gli sport da praticare in mare sono tantissimi oltre al nuoto: canoa, sci nautico, surf e windsurf…legano tutti i vantaggi dell’ambiente salubre marino con la pratica del movimento.

…insomma c’è solo l’imbarazzo della scelta e con un pochino di volontà ritorneremo in città abbronzate e in perfetta forma!

 

 

Leggi anche

Seguici