Questo sito contribuisce
all'audience di

 

Seguici:

3 posizioni yoga per dormire bene e meglio

Esistono diverse posizioni yoga per dormire meglio la notte ed essere così più rigenerati il giorno successivo al proprio risveglio. Ecco quali sono e come farle

Maria Corbisiero

di Maria Corbisiero

20 Aprile 2017

Quando giunge la sera, dopo aver trascorso un’intera giornata al lavoro o alle prese con gli impegni quotidiani, spesso fonte di nervosismo e stress, il nostro unico pensiero è poter raggiungere quanto prima il letto per ricaricarci con una bella dormita.

Eppure, nonostante la stanchezza accumulata, a volte ci ritroviamo a rigirarci continuamente nel letto senza riuscire a prendere sonno.

 

Non è detto inoltre che una volta caduti tra le braccia di Morfeo il nostro riposo sia effettivamente ristorativo e ritemprante come lo avevamo sperato.

La tensione accumulata di giorno infatti può minare il sonno e compromettere il riposo rendendo così il risveglio ancor più traumatico e noi ci sentiamo ancora più stanchi della sera precedente.

 

Per rimediare a tutto ciò e riuscire finalmente a “svegliarci” carichi e ben riposati non è necessario bere litri e litri di caffè, l’insonnia o comunque il cattivo riposo notturno deve essere combattuto in un modo molto più semplice ma soprattutto rilassante.

3 posizioni yoga per dormire bene meglio.

3 posizioni yoga per dormire bene e meglio

Lo yoga è una disciplina indiana molto antica attraverso la quale è possibile raggiungere il benessere psicofisico, ossia unisce il corpo e la mente creando un equilibrio tra questi ultimi.

La pratica dello yoga si basa sulla meditazione, sulla respirazione e sulla postura curata attraverso asana, così chiamate in sanscrito le posizioni o posture che caratterizzano molti esercizi di questa disciplina.

 

Gli orari migliori per praticare yoga sono due: al mattino presto, prima di iniziare attivamente la nostra giornata, e la sera, quando la stessa si conclude.

In questo articolo ci occuperemo delle posizioni yoga per dormire meglio, da effettuare chiaramente prima di andare a letto, utili per allontanare l’ansia e la tensione accumulata durante la giornata.

Posizioni yoga per dormire: Balasana – posizione del bambino.

Posizionarsi su un tappeto, inginocchiarsi a terra separando le ginocchia seguendo la lunghezza dei fianchi.

Appoggiare il bacino sui talloni e stendere il corpo in avanti fino a quando non si toccherà il pavimento con la fronte. In alternativa è possibile poggiare torace e viso su un cuscino o una coperta arrotolata disposta di fronte a voi.

Le braccia possono essere posizionate davanti la testa con i palmi rivolti verso il basso, lungo i lati del cuscino oppure lungo i fianchi con i palmi rivolti verso l’alto.

 

A questo punto chiudere gli occhi e respirare profondamente facendo in modo che la schiena si allunghi ad ogni inspirazione. Mantenere questa posizione per qualche minuto.

Questa posizione yoga per dormire contribuisce a lasciar andare via la tensione accumulata nelle spalle ma non può essere effettuata in caso di problemi alle ginocchia, in gravidanza, in caso di problemi e patologie del bacino o in caso di diarrea.

Posizioni yoga per dormire: viparita karani – gambe al muro.

Sdraiarsi con la schiena a terra, meglio se su un tappeto, e posizionare il bacino e le gambe lungo la parete facendole aderire completamente.

Posizionare un cuscino sotto il bacino in modo tale che quest’ultimo assuma la forma di un arco. Respirate lentamente con la parte superiore del corpo e mantenente la posizione per qualche minuto.

Questa posizione yoga per dormire meglio aiuta a sgonfiare le gambe, è quindi ottima per le donne che soffrono di gambe e caviglie gonfie, soprattutto durante i periodi più caldi.

È sconsigliato eseguire questa asana durante il periodo mestruale e se si hanno gravi problemi alla schiena e al collo.

Posizioni yoga per dormire: Supta baddha konasana – ginocchia piegate.

Posizionate una coperta a terra e sdraiatevi sopra con la  sulla schiena. Unite le piante dei piedi e allargate le ginocchia. Respirate e cercate di avvicinare i talloni all’inguine.

Posizionate sotto le ginocchia dei cuscini così da poter mantenere una posizione più rilassata. Se preferite potete posizionare anche un cuscino sotto la testa. Mantenere questa posizione per qualche minuti continuando a respirare.

 

Per lasciare questa asana dovete mettere le mani sotto le cosce e aiutarvi a riavvicinare le ginocchia. Successivamente allungate le gambe sempre respirando profondamente.

Questa posizione yoga per dormire aiuta ad eliminare la tensione dal bacino e dalla pancia. È controindicata per coloro che hanno avuto infortuni all’inguine o alle ginocchia.

 

È importante ricordare, soprattutto per i principianti, che non bisogna mai eccedere nella pratica di queste posizioni yoga per dormire e di interromperle qualora si doveste avvertire dei fastidi o dolori.

 

Fonte: shankara

Leggi anche

Seguici