Questo sito contribuisce
all'audience di

 

Seguici:

Melania Rea: se Parolisi è colpevole dove sono gli abiti sporchi di sangue

admin

di Redazione VitaDaMamma

30 Settembre 2011

Se Salvatore Parolisi avesse ucciso la moglie, come ipotizza la Procura che lo accusa di omicidio, certamente si sarebbe sporcato di sangue.

Aseguito dell’omicidio tracce di sangue della vittima avranno necessariamente e certamente “macchiato” gli abiti dell’assassino. Nello studio dei luoghi si ipotizza anche che il colpevole abbia usato la fontanina dinnanzi alla casupola di Ripe di Civitella per lavarsi.

Poste tali considerazioni e seguendo l’impianto accusatorio che vorrebbe Parolisi colpevole, viene naturale domandarsi: dove sono gli abiti intrisi di sangue?

A quanto pare la ricerca delle tracce ematiche e dei vestiti che le “conterrebbero” impegna anche la Procura.

Nella mattina del 18 aprile la famiglia Parolisi si sarebbe recata al supermercato, prima di andare a Pianoro San Marco, nel video ripreso dalle telecamere del magazzino Salvatore ha pantaloni lunghi e camicia, Melania indossa una grande borsa. Al momento della scomparsa della donna gli abiti del Parolisi sono diversi e della borsa non c’è traccia.

Sono quelli ripresi dalla telecamera del grande magazzino gli abiti che cercano gli inquirenti? Potrebbero essere quelli gli abiti di Parlosi sporchi di sangue?

Di fatto questa indiscrezione sulla ricerca degli indumenti dell’indagato arriva dopo le ultime considerazioni sui vestiti indossati da Salvatore Parolisi il giorno della scomparsa della moglie. Parolisi il 18 aprile – nel momento in cui scattano le ricerche della moglie – portava dei pantaloncini corti con due bande bianche laterali e una maglietta a maniche corte, ai piedi degli scarponcini.

Quell’immagine:

un uomo in pantaloncini corti che, ripreso da una telecamera di sorveglianza di Pianoro San Marco, vagava alla ricerca della moglie

scatenò da subito una prima curiosità relativa agli  abiti indossati da Parolisi, gli indumenti sembravano fuori stagione perché (a quanto pare) faceva freddo in quella giornata di metà aprile. Tuttavia questa considerazione resta troppo soggettiva per essere trasformata in un sospetto: Parolisi è un militare temprato ed allenato, poteva egli essere abituato al freddo.

I vestiti di Parolisi hanno recentemente catturato ancora una volta l’attenzione mediatica, infatti da poco è stato reso pubblico un  video – messo in onda dalla trasmissione televisiva Quarto Grado nella puntata del 23 settembre – in cui il Parolisi è ritratto con i medesimi abiti che indossava il 18 aprile mentre 8 giorni prima si trovava negli stessi luoghi a spingere quella stessa altalena da cui avrebbe lasciato andare la moglie per non rivederla più. Solo 8 giorni prima della morte di Melania, infatti, la famiglia Rea aveva fatto una gita lì a Colle San Marco insieme ad alcuni colleghi del caporal maggiore Parolisi.

Il video in questione, oltre a concentrare l’attenzione sui vestiti di Parolisi, riporta ad un problema centrale del mistero Rea, richiama, cioè le molte ipotesi avanzate sulla effettiva permanenza o meno della intera famiglia Rea presso Pianoro San Marco nella mattina del 18 aprile e prima della morte di Melania.

Gli indumenti che Salvatore indossava a Colle San Marco il giorno della scomparsa di Melania sono a disposizione delle autorità ma conta assai il fatto che essi non siano stati repertati prontamente, il Parolisi li ha messi a disposizione degli inquirenti alcuni giorni più tardi.

Inoltre se è vero, come dimostra il video trasmesso dalla trasmissione Quarto Grato, che Parolisi quei vestiti li aveva indossati solo 8 giorni prima negli stessi luoghi ed in presenza della moglie, tali indumenti di fatto porterebbero certamente tracce di Pianoro, di Vittoria, di Melania e delle altalene (purché non lavati nei giorni intercorrenti tra la gita a San Marco ripresa in video e l’omicidio) … in altre parole tutte le tracce del racconto di Parolisi potrebbereo essere su quei vestiti.

Nella mattinata del 18 aprile Salvatore Parolisi si è cambiato è perché?

Secondo alcune indiscrezioni, sarebbe stata raccolta la testimonianza di una vicina di casa di Salvatore e Melania, la donna nella notte tra il 18 e il 19 aprile avrebbe udito la lavatrice in funzione per ore.

Ma la notte in questione Salvatore non era solo, in casa c’erano dei parenti.

Inoltre nella stessa trasmissione televisiva Quarto Grado del 23 settembre è stato sottolineato che un vicino di casa avrebbe effettivamente visto Salvatore uscire di casa indossando il completino sportivo con cui è ritratto nel video di Pianoro.

 

Leggi anche

Seguici