Questo sito contribuisce
all'audience di

 

Seguici:

Terremoto vicino Amatrice: scossa magnitudo 4.2

Terremoto vicino Amatrice: scossa magnitudo 4.2, ipocentro a 8 km di profondità. Il sisma è stato avvertito sino a Roma Nord. Nell'area di Amatrice stata la più forte di quest'anno, dopo quella del 18 gennaio scorso.

Federica Federico

di Federica Federico

04 Dicembre 2017

La terra ha tremato, è successo di nuovo questa notte alle 00:34 ed è accaduto ancora una volta nelle zone devastate dal sisma del 24 agosto 2016: è stata registrata un’altra scossa di terremoto vicino Amatrice e questa volta la magnitudo è significativa, ben 4.2.

 

L’epicentro della scossa di terremoto vicino Amatrice,in provincia di Rieti, l’ipocentro a 8 km di profondità

 

Più precisamente l’epicentro è stato individuato a 3 km da Amatrice, a 9 da Campotosto (L’Aquila), a 15 da Cortino (Teramo), a 16 da Arquata del Tronto (Ascoli Piceno) e a 56 km da Ternisarebbe.

 

Il sisma si sarebbe fatto sentire anche in Abruzzo, nelle Marche e nella zona Nord di Roma.

Terremoto vicino Amatrice 4.2

Un altro terremoto vicino Amatrice, quando la terra ha tremato erano trascorsi 34 minuti dalla mezzanotte.

La magnitudo registrata risulta pari 4.2 è stata registrata alle 0.34 vicino Amatrice.

Il sindaco di Amatrice si è speso per mettersi in contatto con ogni frazione e sincerarsi che non vi fossero danni a cose o persone. E’ tutto già distrutto, ha sottolineato, poi, alla stampa facendo notare che i danni delle scosse, che sembrano non finire mai, sono psicologici.

 

Questo nuovo terremoto vicino Amatrice ha scosso l’animo soprattutto dei terremotati, già fortemente provati

 

il sisma è stato avvertito distintamente dalle famiglie che alloggiano nelle soluzioni abitative di emergenza, ovvero proprio lì dove la memoria della paura non si può assolutamente fermare.

 

Il 24 agosto 2016 il terremoto ebbe magnitudo 6, rase al suolo Amatrice e lasciò sotto le macerie circa 300 morti.

 

E’ stata una scossa forte, molto, la più forte quest’anno dopo quella del 18 gennaio. Inevitabile essere preoccupati. No, non risultano danni, anche perché non c’è più nulla da distruggere. Ma quello che spaventa è che queste scosse fanno riaffiorare di nuovo tutta quella paura che qui si cerca in ogni modo di dimenticare

 

 

così si è è espresso il sindaco di Amatrice raggiunto dalla stampa.

Leggi anche

Seguici