Questo sito contribuisce
all'audience di

 

Seguici:

Rossella Urru rapita in Algeria: portava aiuto con il CISP

di Mamma Annamaria

25 Ottobre 2011

Rossella Urru rapita in Algeria: portava aiuto con il CISPRapita Rossella Urru, rappresentante del Comitato Internazionale per lo Sviluppo dei Popoli (CISP), una semplicissima ragazza di 29 anni,  mentre faceva ciò che ama fare di più: aiutare gli altri.

Di origini sarde, Rossella si trovava nel campo profughi del popolo Saharawi nell’area di Tindouf nel sud dell’Algeria quando nella notte a cavallo tra sabato e domenica dopo una sparatoria è stata rapita e portata via insieme a due altri volontari di origini spagnola; i rapitori si sono allontanati con gli ostaggi facendo perdere  le loro tracce.

Gli spagnoli rapiti sono Ainhoa Fernandez de Rincan, appartenente all’ Associazione degli Amici del Popolo Sahrawi dell’Extremadura, e Enric Gonyalons, dell’organizzazione spagnola Mundobat.

La tv locale che ha diffuso subito la notizia ha citato come fonte il Ministero dell’Informazione della Repubblica Araba Sahrawi Democratica (Rasd) ammettendo chiaramente anche il suo stupore.

Rossella Urru rapita in Algeria portava aiuto con il CISP L’Ambasciata italiana ad Algeri, inoltre, si è subito attivata per creare un canale di comunicazione tra la famiglia dell’italiana, il CIPS e eventualmente i rapitori sperando in qualche contatto a breve e questo è  ciò che tutti sperano avvenga!

Dei tre non si ha alcuna notizia e l’ansia soprattutto per la nostra connazionale sale minuto dopo minuto.

Ricordata da tutti come una perfetta collaboratrice, una vera amante del proprio lavoro Rossella, ha sempre dimostrato a dispetto della sua corporatura esile e snella una grande forza e determinazione occupandosi dei rifornimenti alimentari nei campi e della loro distribuzione soprattutto a donne e bambini.

La Urru lavorava  nel campo profughi Saharaoui ormai da due anni  e non era certo la sua prima Rossella Urru aiuto con il CISPesperienza con queste popolazioni, ma ciò non è bastato ad evitargli un rapimento tanto anomalo.

Rossella Urru era molto nota per la sua grande passione: quella dei popoli africani e dal popolo Saharawi era affascinata.

Dimostrazione di ciò è anche la sua tesi di laurea proprio su questa popolazione sostenuta a Ravenna alla facoltà di Conservazione dei beni culturali ed ottenuta a pienissimi voti in Cooperazione Internazionale, prima a laurearsi in takle corso di laurea.

Molto scrupolosa era conosciuta ormai per la sua volontà e le sue idee che subito sapeva tradurre in fatti; aveva ben chiare le sue idee e salutata la famiglia d’origine amava vedere i bambini sorriderle quando portava loro da mangiare.

La sua famiglia, come è facile immaginare vive ore di  panico e nel suo paese di origine il parroco sta organizzando persino una fiaccolata di solidarietà verso di loro.

Ma che cosa è il CIPS?
Il Comitato Internazionale per lo Sviluppo dei Popoli (CISP) è un’ Organizzazione Non Governativa (ONG) nata nel 1983 e che ha  sede a Roma occupandosi di progetti di aiuti umanitari, riabilitazioni e sviluppo in più di 30 paesi tra Africa, America Latina, Asia, Europa dell’Est e Medio Oriente.

Leggi anche

Seguici