Questo sito contribuisce
all'audience di

 

Seguici:

Calamite sul frigorifero, lo danneggiano: Sì o No?

Federica Federico

di Federica Federico

27 Novembre 2018

Al rientro dalle vacanze, lo scorso agosto, ho trovato ad attendermi una bruttissima sorpresa: il frigorifero si era rotto! Siccome era pieno e in corrente, l’intero contenuto era marcito rilasciando liquami dall’odore irrespirabile. Lo abbiamo pulito, “decontaminato” e asciugato, ma nulla è valso a salvarlo.

 

Il tecnico non ha potuto ripararlo ad un costo ragionevole (aveva 12 anni di vita), un calo di energia è stata la probabile concausa di un corto e, stando a quanto lo stesso esperto ha dichiarato, le calamite sul frigorifero avrebbero concorso al guasto letale. Confesso che ne avevo molte attaccate sulla porta del frigo, in realtà ne era completamente ricoperto!

Le calamite sul frigorifero lo danneggiano?

Da allora questo è rimasto il mio dubbio. Qui di seguito proviamo a fare chiarezza sull’argomento.

calamite sul frigorifero

I magneti ornamentali, cioè le calamite sul frigorifero, possono, complice un’anomalia elettrica, create un campo magnetico tale da mandarne in tilt le componenti elettroniche di un frigo in correnteMentre un unico magnete sarebbe sempre innocuo, più magneti potrebbero essere letali per l’elettrodomestico? C’è differenza se sul frigorifero sono presenti schermi, nonché touch-screen?

Partiamo da un dato basilare: le calamite sul frigorifero non ingenerano processi di smagnetizzazione. Questo è un dato che va chiarito poiché sono molti a confondere la possibilità di un campo magnetico (precisamente magnetostatico), ipoteticamente capace di ledere i componenti elettronici, con una presunta smagnetizzazione. I magneti ornamentali non smagnetizzano nessun elemento del frigorifero.

Le calamite possono ingenerare campi magnetici (campi magnetostatici) ma sono assolutamente irrilevanti, cioè bassissimi, quelli che si producono per effetto delle calamite sul frigo. E più precisamente, detti campi, si concentrano solo sulla porta del frigo, cioè dove i magneti sono collocati. Una sovratensione (anche provocata da un fulmine o da un temporale) ricade solo sul motore e non interagisce in nessun modo con il campo magnetico sulla porta. La variazione di tensione, eventualmene letale per il frigorifero (come quella che probabilmente causò anche la rottura del mio frigorifero), non dipende dalle calamite.

Quindi si può concludere che, a discapito di qualche consiglio “avventato” o comunque molto precauzionale, le calamite sul frigorifero non lo danneggiano.

Diversamente, in caso di componenti elettriche presenti direttamente sulla porta del frigorifero (schermitouch-screen), malgrado la modestia del campo magnetostatico generato dalle calamite, è preferibile, per cautela, non apporle.

Un’ alternativa, almeno quella che ho usato io, potrebbe essere attaccare la calamite alla porta d’ingresso dell’appartamento.

 

Una nota è doverosa: le calamite sul frigorifero non generano campi elettromagnetici ma solo campi magnetostatici, ovvero costanti nel tempo. E questa differenza non è di poco conto, essa, se esaminata dal punto di vista scientifico dimostra che gli eventuali campi indotti per il rapporto magneti – elettricità sono innocui per la salute umana e ininfluenti. Stando alla moderna ricerca scientifica, detti campi possono solo influire negativamente sulle funzionalità elettriche del nostro frigorifero.

 


Fonte immagine 123RF – immagine Facebook diritto d’autore: dedivan1923 / 123RF Archivio Fotografico

Leggi anche

Seguici