Questo sito contribuisce
all'audience di

 

Seguici:

Padre e figlia sono uccisi a Roma, rapina finita in tragedia

Maria Corbisiero

di Maria Corbisiero

05 Gennaio 2012

Una bimba di sei mesi è rimasta uccisa in una rapina.

Una tragedia familiare legata ad un duplice omicidio si è consumata l’altra sera a Roma.

Una famiglia, di origini asiatiche, titolare di un negozio di Money Transfer, stava rincasando dopo la chiusura del negozio. La moglie ventiseienne aveva nella borsa l’ incasso giornaliero equivalente a € 5.000, mentre il marito portava in braccio la figlia di appena 6 mesi.

È stata questione di pochi attimi, pochi istanti.

Due ragazzi in scooter e dal volto coperto dai caschi si sono avvicinati e hanno intimato, puntando loro contro una pistola, di consegnargli la borsa. Al rifiuto della donna che ha tentato di difendersi, uno dei rapinatori ha esclamato “T’ammazzo come un cane”, dopodicché ha aperto il fuoco.

Sono stati esplosi tre colpi di pistola. Uno ha colpito il 31enne Zhou Zheng all’addome, colpo che gli è stato fatale, il secondo ha raggiunto la piccola alla testa che, dopo i primi tentativi di rianimazione in ambulanza, è deceduta prima di arrivare in ospedale.

Questo è la ricostruzione dei fatti in base ad una prima testimonianza da parte della donna, rimasta ferita ad un braccio nell’invano tentativo di difendersi mentre i rapinatori, secondo la testimonianza di un connazionale delle vittime che abita proprio nella zona in cui si sono consumati gli omicidi (via Giovannoli a Torpignattara, zona Casilina), sono scappati a piedi dopo aver esploso i colpi e recuperato la borsa.

Sul caso stanno ora indagando i carabinieri di Roma, coadiuvati dalle forze di Polizia.

Una vicenda che sconvolge, soprattutto perché a farne le spese è stata una piccola bimba di appena 6 mesi, una creatura incapace di nuocere a chiunque. Un pensiero comune questo ampiamente espresso nelle dichiarazioni rilasciate dal vicesindaco di Roma, Sveva Belviso, che in un’intervista ha dichiarato:

“Roma si ribella a questa barbarie inaccettabile. Gli autori del delitto non sono uomini ma animali. Ma come si può uccidere una bimba così piccola, vita innocente incapace di nuocere a nessuno?”

Come darle torto!

Leggi anche

Seguici