Questo sito contribuisce
all'audience di

 

Seguici:

Bambini e pesca: attività estive per la famiglia

di Mamma Elisa

02 Agosto 2010

Se chiudo gli occhi e penso alla mia infanzia,ricordo con grande felicità quei pomeriggi d’estate quando il mio papà con la sua barchetta  mi portava a pescare al mare.

Mio padre ama pescare è ha trasmesso questa sua passione a noi figli.

Saliti sulla barca e indossato il giubbino di salvataggio tiravamo fuori tutto l’occorrente  per  iniziare la nostra avventura.

Papà  preparava la mia lenza, inseriva l’esca nell’amo perché io ero abbastanza schizzinosa.  Poi buttavo giù il filo e attendevo l’arrivo di qualche pesciolino.

Era un momento magico per me perché condividevo con mio padre la sua passione che è poi diventata la mia e perché passavo delle ore sola con lui.

Se voi come me avete questo amore per la pesca approfittate di questa bella stagione  per  passare una giornata in riva  al lago, al fiume o al mare  insieme ai vostri figli, loro ne saranno entusiasti.

Armatevi di tanta pazienza però, perché quella pace che i pescatori amano tanto in un attimo svanirà. Inizierete a sentirvi chiamare e a sentir dire :<< papà aiuto si è incagliato il filo>>,<<mammaaaaa forse ho preso un pesce>>,<<papà  mi metti l’esca>> e infine <<mammaaaaaaa ho fame>>,ma non importa se un giorno non pescheremo niente e non ci rilasseremo come vorremo, noi genitori siamo abituati a questo, l’importante è che ai nostri figli rimanga un ricordo bellissimo di quella giornata di pesca.

Vi consiglio di iniziare a portare i bimbi a pesca quando avranno compiuto i sei anni d’età perché prima credo siano ancora un po’ piccolini.

Questi sono alcuni accorgimenti da utilizzare:

  • Se andrete in barca indossate e fate indossare ai vostri bambini sempre il giubbino di salvataggio una magliettina,un cappellino per proteggersi dal sole e mettete la protezione solare.
  • Anche in riva al fiume o al lago a parte il giubbino utilizzate li stessi accorgimenti.
  • Portate sempre con voi una cassettina del pronto soccorso, non si sa mai il bambino potrebbe pungersi con un amo o altro.
  • Non dimenticate la lozione repellente per le zanzare, perché dopo un certo orario specialmente nelle zone umide arrivano “loro” a rovinare l’atmosfera, quindi meglio proteggere i nostri bambini e anche la nostra pelle.
  • Acqua fresca e qualcosa da mangiucchiare non deve mai mancare, si sa l’aria aperta stuzzica sempre l’appetito.
  • All’inizio specialmente se il vostro bambino non l’ha mai fatto inserite voi l’esca nell’amo della sua canna o altro, sempre meglio assicurarsi che abbia capito bene come si fa per evitare che si infilzi l’amo nel dito.

Allora pronti? Una meravigliosa giornata di pesca vi aspetta.

Leggi anche

Seguici