Questo sito contribuisce
all'audience di

 

Seguici:

Rita Borsellino perde le primarie, Fabrizio Ferrandelli candidato sindaco a Palermo

Federica Federico

di Federica Federico

06 Marzo 2012

 Fabrizio FerrandelliPrimarie del centrosinistra a Palermo per la scelta del candidato sindaco: si chiudono con la vittoria di Fabrizio Ferrandelli su Rita Borsellino.

Rita Borsellino – largamente appoggiata dal segretario di partito Bersani, dall’Idv, Sel, Fds, Verdi e Psi – chiede chiarezza e non riconosce la sconfitta.

Di fatto lo scarto in termini di voti tra lei e Ferrandelli è veramente minimo, forse ai limiti del sospetto, ci sono appena “148 preferenze” in più a favore del vincitore.

Leoluca Orlando non teme di esprimersi con durezza e parla di «primarie inquinate».

E l’ombra di brogli, clientelismi ed inquinamento del voto cala sulle primarie palermitane.

 Fabrizio Ferrandelli palermoFerrandeli dichiara, riferendosi alla candidatura di Rita Borsellino: “è una candidatura voluta dai parlamentari”.
Lui sarebbe il nuovo che avanza: è unimpiegato di banca 30enne, ex dipietrista, oggi sostenuto dai ribelli democratici.

LIdv lo ha abbandonato al suo destino alla vigilia delle primarie, i vertici dell’Italia dei Valori hanno dichiarato Ferrandelli  outsider proprio in ragione del fatto che si è candidato contro la Borsellino senza l’avallo dei dirigenti.

Rispettando lo strumento delle primarie – e salvo colpi di scena – sarà Fabrizio Ferrandelli il candidato del centrosinistra alle elezioni comunali di Palermo del prossimo 6 e 7 maggio.

 

  • Cosa sono per definizione le elezioni primarie?

 

rita borsellino perde le primarie, Fabrizio Ferrandelli candidato sindaco a palermo per il centro sinistraIn vista di una competizione elettorale le primarie rappresentano una consultazione interna ad un partito o ad una coalizione, consultazione attraverso la quale la platea degli elettori è chiamata a determinare chi sarà il candidato di quel partito o di quello schieramento politico per l’imminente elezione.

In Italia le elezioni primarie non sono obbligatorie, esse, cioè, non si inseriscono ex lege nel meccanismo elettorale, quindi non godono neanche di una regolamentazione legislativa ( diversamente da quanto, invece, avviene negli USA). Le primarie nel nostro paese sono state vissute come uno strumento di democratica partecipazione dell’utenza alle scelte politiche, un valido modo per “svincolare” le candidature dal potere decisionale dei vertici. Ma oggi spaccano gli equilibri interni al partito?

Ferrandelli si dichiara pronto a rappresentare l’intero centrosinistra e garantisce il proprio impegno nel ricompattare la coalizione. Il giovane candidato dichiara la propria volontà di

RISCATTARE QUESTI 10 ANNI DI DEGRADO COSì GRANDE CHE SOLO UNA CITTà FORTE COME Palermo POTEVA SOPPORTARE

È stata istituita una commissione elettorale che sta verificando i verbali dei seggi elettorali, incrociandoli con il numero di schede scrutinate e i voti comunicati in nottata ai comitati elettorali dei quattro candidati.

“RISCATTARE QUESTI 10 ANNI DI DEGRADO COSì GRANDE CHE SOLO UNA CITTà FORTE COME Palermo POTEVA SOPPORTARE” Rita Borsellino rinvia la conferenza stampa prevista per l’analisi del voto. La Borsellino ed il suo entourage  attendono che si concluda il lavoro della commissione elettorale e nel frattempo diramano solo un comunicato stampa ove si legge: «Qualsiasi commento in assenza di dati certi è inopportuno»

Ferrandelli è già calato nel suo ruolo, dichiara:  «Come gli altri mi sono impegnato a candidarmi nell’alveo del centrosinistra e mi rimetto alla decisioni della coalizione».

Muovono accuse e sollevano l’ombra del sospetto alcuni rappresentanti dei comitati che indicano anomalie e incongruenze.

La Digos avrebbe rintracciato, nei pressi di alcuni seggi, persone preposte al reclutamento voti attraverso la promessa e forse la prestazione di danaro in cambio dell’espressione di voto.

Qualcuno ritiene rilevante anche che abbiano votato quasi 30mila persone, ben 10 mila in più rispetto a cinque anni fa. Ma questo numero elevato non è ex se capace di sollevare alcun dubbio di legittimità potendosi trattare anche di una rinnovata partecipazione politica.

Nel pre-elezioni  Nichi Vendola aveva lanciato l’allarme infiltrazioni sollecitando l’attenzione di tutti verso il pericolo di infiltrazioni ed inquinamenti guidati da militanti e simpatizzanti di centrodestra.

Per conoscere le reazioni politiche alle primarie di palermo clicca sulla foto di Fabrizio Ferrandelli che segue:

Leggi anche

Seguici